Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Vicenza

NOTIZIE

 

 Più collaborazione tra Prefettura, Abi-Veneto e Forze dell'Ordine contro le truffe

Si è tenuta in Prefettura, in data 21 ottobre 2016, la prima riunione del Comitato di Coordinamento per la prevenzione delle truffe, in particolare di natura finanziaria agli anziani e alle persone dotate di bassa educazione finanziaria.

Il Comitato, presieduto e coordinato dal Prefetto, Eugenio Soldà, è stato costituito in data 12 settembre 2016 in attuazione del Protocollo d'Intesa sottoscritto tra Ministero dell'Interno e l'Associazione Bancaria Italiana per realizzare una maggiore dialogo e collaborazione tra Prefettura, Banche e Forze dell'ordine per prevenire il fenomeno delle truffe in particolare di natura finanziaria.

Fanno parte del Comitato oltre che rappresentanti della Prefettura, un rappresentante della Commissione Regionale ABI del Veneto e rappresentanti delle Forze dell'Ordine.

Come previsto dal protocollo nazionale, le attività del Comitato riguarderanno in particolare suggerimenti volti all'adozione di specifiche precauzioni quando si preleva contante o si fanno operazioni allo sportello, suggerimenti e piccoli accorgimenti per usare in tutta sicurezza internet, mobile banking e sportelli automatici, numeri utili e comportamenti da adottare in caso di frode, furto o smarrimento delle carte di pagamento etc.

E' stata contemporaneamente presa in considerazione la possibilità di organizzare eventi e incontri di formazione da organizzare a Vicenza e sul territorio provinciale, sui temi della sicurezza antifrode e dell'educazione finanziaria.

Grazie all'attento monitoraggio e al contributo delle Forze dell'Ordine e delle banche che operano in Provincia, infine, il Comitato avrà a disposizione una mappa sempre aggiornata di tutti gli eventuali nuovi fattori di rischio che possano tradursi in eventi criminosi e di tutte le buone pratiche da mettere a sistema nel territorio di Vicenza.

Nei prossimi incontri verranno programmate concrete iniziative per prevenire e contrastare le truffe finanziarie con un linguaggio semplice e diretto, rivolto soprattutto alle fasce di popolazione più esposte al rischio di truffa - come gli anziani e quanti hanno una scarsa educazione finanziaria - e con una serie di consigli generali e di buone prassi per rafforzare la sicurezza riducendo i fattori di vulnerabilità e i comportamenti economicamente rischiosi.

Vicenza, 2 novembre 2016
Pubblicato il :

 
Torna su