Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Vibo Valentia

Notizie sulle WHITE LIST

 

 Decreto Legge 24 giugno 2014 n.90 - novità documentazione Antimafia

Il decreto legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito in legge con modificazioni dalla L. n.114/2014 , introduce alcune importanti novità in tema di documentazione antimafia e di misure straordinarie di gestione, sostegno e monitoraggio di imprese nell'ambito della prevenzione della corruzione.
 
Si segnalano, in particolare, le nuove norme in materia di iscrizione negli elenchi dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativo di infiltrazione mafiosa, cc.dd. "white list" introdotte a livello nazionale dalla legge n. 190 del 2012 e disciplinate dal D.P.C.M. 18 aprile 2013 (art. 29), nonché le disposizioni che affidano al Prefetto incisivi poteri sulla governance dell'impresa appaltatrice risultata destinataria di un'informazione antimafia interdittiva (art. 32, comma 10).
 
Attesa la rilevanza delle novità introdotte, il Ministero dell'Interno, ha fornito le prime indicazioni operative ai fini di un'omogenea applicazione delle disposizioni contenute nel D.L. in oggetto che si riportano nella circolare in allegato.
Pubblicato il 11/09/2014
Ultima modifica il 11/09/2014 alle 11:44:54

 Il Prefetto di Vibo Valentia ha disposto in data odierna l'iscrizione nell'elenco delle WHITE LIST di 1 ditta

IL PREFETTO DI VIBO VALENTIA

VISTA l’istanza di iscrizione negli elenchi dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori non soggetti a tentativo di infiltrazione mafiosa, di cui all’art. 1 comma 52 della legge 6.11.2012 n. 190, presentate dalle ditte interessate

VISTA l’istanza inoltrata da questa Prefettura alle Forze di Polizia finalizzata ad ottenere le informazioni sul conto delle ditte richiedenti;

LETTE le informative trasmesse a questo Ufficio dalle locali Forze di Polizia

VISTO il D.P.C.M. 18 Aprile 2013 concernente “Modalità per l’istituzione e l’aggiornamento degli elenchi dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori non soggetti a tentativo di infiltrazione mafiosa, di cui all’art. 1 comma 52, della legge 6.11.2012 n. 190;

PRESO ATTO del contenuto della circolare del Ministero dell'Interno n. 11001/119/12 del 14.08.2013;

RITENUTO che non sono state evidenziate circostanze sfavorevoli alla iscrizione dei  richiedenti, secondo quanto disposto dall’art. 2 comma 2 del D.P.C.M. 18.4.2013:

HA D I S P OSTO

l’iscrizione delle sotto elencate ditte negli elenchi dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori non soggetti a tentativo di infiltrazione mafiosa, di cui all’art. 1 comma 52 della legge 6.11.2012 n. 190:

D.L.D. S.r.L ., con sede a PIZZO -Sezione 1 (Trasporto di materiali a discarica per conto terzi) –  Sezione 3 (Estrazione, fornitura e trasporto di terra e materiali inerti) - Sezione 4 (Confezionamento, fornitura e trasporto di calcestruzzo e bitume) - Sezione 5 (Noli a freddo di macchinari) - Sezione 7 (Noli a caldo) 
 

La presente iscrizione è equipollente al rilascio dell’informazione antimafia liberatoria per lo svolgimento delle attività per cui è conseguita (art. 1 comma 52 L. 190/2012) ed ha una validità di dodici mesi a decorrere dalla data del presente provvedimento.

Al fine di mantenere l’iscrizione nella white-list, è necessario presentare apposita istanza (utilizzando il modello rinvenibile sul sito internet di questa Prefettura) esclusivamente per via telematica al seguente indirizzo di posta elettronica: protocollo.prefvv(at)pec.interno.it, almeno trenta giorni prima della scadenza del termine indicato.

Eventuali variazioni nell’assetto societario o gestionale, dovranno essere comunicate al Prefetto nel termine di trenta giorni.
 
Pubblicato il :

 
Torna su