Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Vibo Valentia

NOTIZIE

 

 La Prefettura di Vibo Valentia promuove il Seminario “Qualita’ progettuale e legalita’”

La Prefettura di Vibo Valentia promuove il Seminario “Qualita’ progettuale e legalita’”,  che si terrà a Vibo Valentia il   3 LUGLIO 2015 a partire dalle ore 16,00 presso la SCUOLA ALLIEVI AGENTI (P.ZA TAVERNA 1).

Tale iniziativa si realizza nell’ambito del Progetto “Eu.praxis Percorsi per la diffusione della cultura della legalità” finanziato dal Programma Operativo Nazionale FESR “Sicurezza per lo sviluppo” Obiettivo convergenza 2007-2013.

Eu.praxis è attuato dall’RTI tra Fondazione Istituto Guglielmo Tagliacarne; Libera, associazioni nomi e numeri contro le mafie; Universitas Mercatorum, con l’obiettivo di sensibilizzare istituzioni, enti, associazioni e cittadini per un’ ampia diffusione della cultura e del senso della legalità, anche attraverso le esperienze e le voci del territorio.

La partecipazione è gratuita ed è gradita l’iscrizione tramite la scheda di registrazione allegata.

Per informazioni: segreteria organizzativa  Istituto G. Tagliacarne Sig.ra Fabiola Filoni igt(at)tagliacarne.it (06 78052206).
 
Allegati:

·         Programma Seminario

·         Scheda di Registrazione Seminario

·         Brochure Eu.praxis



 
Pubblicato il 29/06/2015 ultima modifica il 29/06/2015 alle 11:17:26

 Manifestazione d'interesse per l' individuazione operatori economici interessati a partecipare alla procedura per l'affidamento del servizio trasferimento di cittadini stranieri richiedenti protezione

Si Comunica che  nella sezione Bandi di gare e contratti  è stata pubblicata la "Manifestazione d'interesse per l' individuazione operatori economici interessati a partecipare alla  procedura per l'affidamento del servizio trasferimento di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale".
Pubblicato il 12/06/2015 ultima modifica il 12/06/2015 alle 13:27:02

 A VIBO VALENTIA CELEBRATO IL SESSANTANOVESIMO ANNIVERSARIO DELLA REPUBBLICA

È stata una Festa della Re­pubblica davvero partecipata quella celebrata il tradizionale 2 giugno nel Capoluogo vibonese, co­me da tradizione, nel piazzale antistante il monumento ai ca­duti, su corso Umberto I. 

Una partecipazione che testimonia come sia ancora forte tra la gen­te il sentimento nazionale.

Bello, indubbiamente, il con­sueto assembramento dei gon­faloni di vari Comuni della pro­vincia e delle associazioni di vo­lontariato, combattentistiche e d'arma. A far da cornice lo schieramento militare e delle forze di polizia. La cerimonia è iniziata con gli onori resi al pre­fetto Giovanni Bruno, accomp­agnato dal Comandante Provinciale dei Carabinieri Colonnel­lo Daniele Scardecchia. 

Erano presenti, tra gli altri, il questo­re Filippo Bonfiglio, fresco d'in­sediamento e le massime autorità istituzionali, milita­ri, civili e religiose, con in testa il vescovo Luigi Renzo.

Un simbolico pas­saggio di consegne è stato rappresentato dalla presenza contemporanea del sindaco uscente di Vibo Valentia, Nicola D'A­gostino, e del nuovo eletto Elio Costa, intervenuti alla cerimo­nia insieme a numerosi altri primi cittadini della provincia. 

«Perseguire l'interesse gene­rale e assicurare, in modo uni­forme in tutte le aree del Paese, decisioni efficaci a garanzia dei diritti fondamentali e della pari dignità sociale sono condizioni imprescindibili per preservare la coesione sociale, per innalza­re il ritmo di sviluppo e il livello di competitività, per alimentare la fiducia dei cittadini nelle isti­tuzioni»: questo uno dei pas­saggi significativi della lettera inviata per l'occasione ai prefet­ti dal capo dello Stato Sergio Mattarella. Alla sua missiva si è richiamato il prefetto Bruno che ha fine cerimonia ha sotto­lineato che «le parole del presi­dente Mattarella sono state esaustive, in quanto è tutto quello che quotidianamente si deve fare e si fa sul territorio".

La cerimonia è poi proseguita con l'alzabandiera, la deposizio­ne della corona di alloro al mo­numento ai caduti da parte del prefetto, la lettura della preghiera per la Patria e la conse­gna delle onorificenze al meri­to. Ad essere insigniti sono sta­ti l'ispettore capo della polizia di Stato Angela Vergallo, l'assi­stente capo di polizia Francesco Filosa, il brigadiere capo del­l'Arma dei carabinieri Giusep­pe Crisafulli, il luogotenente della Guardia di Finanza Paolo Scalamogna e l'ex dipendente dell'azienda sanitaria Pasqualino Parisi. A consegnare loro le onorificenze sono stati, rispet­tivamente, il Prefetto Giovanni Bruno, il questore Bonfiglio, il coman­dante provinciale dei Carabinie­ri Scardecchia, il Presidente del Tribunale dott. Alberto Filardo e il Comandante della Capitaneria di porto Antonio Lo Giudice. 

L'in­no di Mameli è stato cantato dagli alunni della scuola elemen­tare "Murmura"."
 
 
 
 
 
 
 
festa_repubblica_2015_4.gif
 
Pubblicato il :

 
Torna su