Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Vibo Valentia

NOTIZIE

 

 A LIMBADI I LAVORI PER IL POLO ANTIMAFIA NEI FABBRICATI CONFISCATI AL CLAN MANCUSO

I lavori per la realizzazione a Limbadi presso gli immobili confiscati al clan Mancuso del "Centro studi italiano sull'antimafia e sulla cultura della legalità" stanno procedendo spediti.

Soddisfazione è stata espressa dal Prefetto Giovanni Bruno che, nei giorni scorsi, insieme al Commissario del Comune, il Viceprefetto Anna Aurora Colosimo, si è recato nei cantieri.

Il polo antimafia sorgerà sugli immobili confiscati alla cosca dei Mancuso affidati all'associazione "Riferimenti" presieduta dalla coordinatrice di "Gerbera gialla" Adriana Musella. Si tratta di due immobili che si trovano nel centro di Limbadi, in località Giardino, e di una villa in località Santa.

La realizzazione dell'opera,secondo un progetto elaborato nel 2008, quando l'allora Ministro dell'Interno, Roberto Maroni, assegnò all'associazione "Riferimenti" gli immobili in questione, è la prima del genere in Italia ed assume un valore simbolico e culturale di grande rilevanza internazionale, in quanto Limbadi è la culla della cosca dei Mancuso, che ha ramificazioni non solo in Italia.

I beni confiscati saranno teatro di varie attività e costituiranno una "casa dei ragazzi" dove si terranno lezioni e corsi per approfondire il fenomeno della criminalità organizzata, ma anche luogo di formazione, di creatività e di incontro tra culture diverse all'insegna della legalità e dei valori democratici ed etico civili. Anche il Presidente della Commissione Parlamentare Antimafia, Rosy Bindi, ha visitato gli immobili in occasione della visita dello scorso aprile, esprimendo l'auspicio che la consegna di questi beni alla comunità possa segnare il riscatto di questi territori.
Pubblicato il :

 RIAVVIATA A JOPPOLO LA MENSA SCOLASTICA. A TAVOLA ANCHE IL PREFETTO GIOVANNI BRUNO

Mantenendo fede alla promessa fatta in consiglio comunale, il Prefetto Giovanni Bruno è stato ospite per un giorno degli alunni e dei docenti della Scuola primaria della frazione Caroniti di Joppolo in occasione del primo giorno di refezione scolastica dopo mesi di stop.

Accolto dal dirigente scolastico Violetta Pasqua, dal responsabile del plesso Saverio Cinquegrana e da alcuni genitori, il Prefetto Bruno è giunto accompagnato dal capitano dei Carabinieri di Tropea, Francesco Manzone, e dal Comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Daniele Scardecchia, unitamente al commissario prefettizio Alberto Grassia.

"Sono felice - ha esordito il Prefetto - per aver dato questo importante segnale di vicinanza delle istituzioni, anche per me è stata una vera e propria pugnalata aver sentito, durante il consiglio, genitori che avrebbero trasferito in massa i propri figli dalle scuole del comune di Joppolo ad altre per il problema mensa".

I piccoli alunni hanno poi posto diverse domande al Prefetto.

La giornata si è conclusa con il primo pranzo della mensa scolastica, caratterizzato dai prodotti tipici di monte Poro offerti dai genitori soddisfatti, perché fino ad un mese fa la ripresa del servizio di mensa scolastica sembrava una chimera.
Pubblicato il :

 A VIBO VALENTIA CONCERTO DEI MIGRANTI PRESSO LA PREFETTURA

L'Arci pesca FISA "Monteleone protezione civile" per le festività natalizie, sotto la supervisione del Prefetto Giovanni Bruno, accogliendo la richiesta dei profughi presenti in provincia di poter omaggiare e donare qualcosa al territorio e ai suoi abitanti che li hanno accolti con affetto e solidarietà, ha organizzato per il giorno dell'Immacolata una serie di iniziative che hanno trovato nella Prefettura di Vibo Valentia e nel momento dell'accensione delle luminare sul Corso Vittorio Emanuele III la migliore location e l'occasione ideale per lo svolgimento delle attività culturali e musicali programmate.

I migranti nigeriani di religione cattolica hanno costruito alcuni presepi artigianali che verranno esposti durante le feste natalizie, per concessione del Prefetto Giovanni Bruno, nell'androne d'ingresso dell'Ufficio Territoriale del Governo.

Nella giornata dell'Immacolata, inoltre, i cittadini hanno avuto modo di conoscere e apprezzare i canti tribali e i cori cristiani partecipando così all'evento simbolo della fusione tra culture. La performance musicale si è svolta di fronte alla sede della Prefettura di Vibo Valentia dove sono stati eseguiti, con strumenti musicali africani, canti e balli etnici della Nigeria, Guinea Bissau, Ghana, Gambia, mali e Sierra Leone.
Pubblicato il :

 IL PREFETTO GIOVANNI BRUNO PRESIEDE UN NUOVO TAVOLO SUL "PALAZZO DELLA VERGOGNA"

 
La vicenda del "palazzo della vergogna" di Vibo Valentia nuovamente all'attenzione del Prefetto Giovanni Bruno, alla cui iniziativa si deve l'indubbia accelerazione sulla ricerca delle possibili soluzioni ad una vicenda oramai sul tappeto da quasi 25 anni.
 
Tre le ipotesi al vaglio delle istituzioni per la soluzione dell'annosa vicenda: demolizione e ristrutturazione del fabbricato, ristrutturazione e messa in sicurezza dell'esistente, abbattimento dell'immobile e destinazione dell'area a piazza pubblica.
 
Allo stato, non si hanno ancora elementi utili per decidere quale soluzione adottare, poiché si ignora cosa possa celare il terreno su cui insiste il fabbricato. Non si può certo escludere  che dopo l'eventuale abbattimento si possano rinvenire reperti archeologici di un certo interesse. Il tavolo quindi ha convenuto sull'opportunità di effettuare, prima di ogni cosa, delle indagini archeologiche tramite carotaggi del terreno o con geosonar. Accertata la presenza di reperti importanti, si potrà decidere per l'una o l'altra soluzione.
 
Al termine dell'incontro il Prefetto Giovanni Bruno è apparso moderatamente ottimista: "Si è fatto un piccolo passo avanti che consentirà di procedere con maggiore logica. L'auspicio è che, dopo 24 anni, questa pagina non certo esaltante si possa definitivamente chiudere".
Pubblicato il :

 A JOPPOLO IL PREFETTO GIOVANNI BRUNO INCONTRA LA COMMISSIONE STRAORDINARIA

Nella sala consiliare del Comune di Joppolo, si è svolto un incontro, presieduto dal Prefetto Giovanni Bruno, tra la Commissione Straordinaria per la gestione dell'ente e la cittadinanza, nel corso della quale sono stati affrontati alcune problematiche particolarmente a cuore della cittadinanza, in particolare quella relativa all'affidamento del servizio mensa scolastica.
 
Su input del Prefetto, il quale ha assecondato le sollecitazioni dei genitori a fornire una data certa di inizio del servizio, i Commissari dell'ente comunale hanno promesso che il prossimo 9 dicembre partirà il servizio mensa. Alcuni cittadini e la preside si sono soffermati sull'importanza della scuola nel territorio come presidio di legalità e la funzione che svolge il tempo prolungato in quanto con lo studio sussidiario e personalizzato agli alunni viene garantito un supporto per approfondire gli argomenti svolti.
 
Tra gli altri problemi affrontati nel corso dell'incontro la raccolta dei rifiuti, la viabilità, la chiusura del campo sportivo, l'azzeramento del trasporto su rotaia, il servizio idrico, il piano delle opere pubbliche urgenti ed indifferibili.
 
Al termine dell'incontro, il Prefetto, rivolgendosi alla Commissione Straordinaria, ha affermato che "i cittadini aspettano la soluzione pratica dei problemi ed è strategico dialogare con essi sugli indirizzi programmatici ed evitare la chiusura a riccio".
Pubblicato il :

 
Torna su