Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Vibo Valentia

NOTIZIE

 

 PRESIEDUTA DAL PREFETTO GIOVANNI BRUNO SI E' SVOLTA LA CONFERENZA DEI SINDACI DEDICATA A TEMI DELLA SANITA', DELLA STABILIZZAZIONE DEGLI LPU - LSU E DEL RANDAGISMO.

Welfare sanitario, stabilizzazione degli LSU-LPU e randagismo sono stati i temi al centro della Conferenza dei Sindaci, presieduta dal Prefetto Giovanni Bruno, tenutasi presso la sala consiliare della Provincia di Vibo Valentia nella mattinata dello scorso 19 novembre.
 
Alla necessità di richiedere un aumento della spesa sanitaria per nostra provincia, si è aggiunta l'esigenza di attuare ogni forma di pressione sulla Regione Calabria perché si investa nel miglioramento delle strutture sanitarie presenti, al fine di interrompere i flussi migratori e la scelta di curarsi, anche per patologie non gravi, lontano dalla propria città, indicando che il cittadino vibonese non si fida e si reca nei c.d. "centri di eccellenza".
 
Secondo punto all'ordine del giorno, la questione relativa ai lavoratori LSU-LPU. Stretti i tempi (entro il 2 dicembre) dovranno porre in essere  i necessari atti amministrativi e trasmettere al Ministero del Lavoro la documentazione necessaria per ottenere i fondi necessari alla stabilizzazione di questi lavoratori.
 
Infine, per quanto riguarda il tema del randagismo, l'assise ha operato una distinzione di alcuni aspetti del problema: da un lato, la mancanza di un canile sanitario dove prestare le prime cure ai randagi e, dall'altro, la necessità di assicurare canili rifugio.
Al termine degli interventi, cui hanno preso parte anche le associazioni animaliste e l'ENPA, sono state tirate le somme: "Sondiamo la disponibilità dei terreni, altrimenti nominerò un commissario" ha dichiarato il Prefetto Giovanni Bruno, chiosando "Nel frattempo i cani accalappiati e da microchippare saranno trasferiti in strutture private a spese dei Comuni".
 
La prossima conferenza dei sindaci si terrà il 24 novembre 2014, alle ore 11.00.
Pubblicato il :

 I RISCHI IDROGEOLOGICI DELL'AREA DI TRIPARNI OGGETTO DI UN INCONTRO CONVOCATO DAL PREFETTO GIOVANNI BRUNO

Dopo essersi recato personalmente nell'area di Triparni per constatarne lo stato di grave dissesto idrogeologico, il Prefetto Giovanni Bruno ha presieduto una riunione presso l'Ufficio Territoriale del Governo dedicata alla rivitalizzazione delle iniziative necessarie a rimettere in sicurezza l'intera area a salvaguardia dei cittadini triparnesi.

L'incontro ha consentito di mettere sul tavolo tutte le questioni legate alla vicenda ed ha permesso il confronto tra i cittadini triparnesi, il Sindaco di Vibo Valentia e la Regione Calabria.

Moderata soddisfazione del Prefetto Bruno all'esito dell'incontro. "Il Comune, per bocca del sindaco D'Agostino, ha preso impegni precisi. Anche se non siamo ad un vero e proprio cronoprogramma è però importante l'impegno ad accendere il mutuo nel giro di una decina di giorni, con contestuale richiesta del progetto definitivo. Tutto ciò lascia intuire che i tempi di inizio lavori potrebbero essere abbastanza brevi. In ogni caso ho constatato con piacere come a portare avanti i progetti del paese siano soprattutto i giovani di Triparni, i quali in tal modo dimostrano di tenere alle proprie radici e interessarsi fattivamente della cosa pubblica".

Il progetto complessivo da avviare si attesterebbe intorno agli 8 milioni di euro, di cui 700 mila riservati esclusivamente al ripristino della piazza adiacente a Via Roma. Oltre a Triparni, si dovrà intervenire sul versante Trainiti, zona Cancello Rosso e Piscopio.
Pubblicato il :

 IL PREFETTO GIOVANNI BRUNO PRENDE PARTE AL CONSIGLIO COMUNALE DI STEFANACONI RIUNITOSI CONTRO IL PROGETTO DELLA DISCARICA PER RIFIUTI SPECIALI

Alla presenza del Prefetto Giovanni Bruno, il Consiglio Comunale di Stefanaconi si è riunito ieri pomeriggio in seduta aperta per esprimere compattamente il netto rifiuti della comunità locale alla paventata ipotesi di realizzazione di una discarica di rifiuti speciali che dovrebbe sorgere in località "Peducchiella".

Altro è il modello di sviluppo cui si aspira, in un contesto vocato all'agricoltura biologica, all'allevamento e alla qualità della vita, dove si immaginano investimenti sostenibili anche e soprattutto dal punto di vista ambientale.

Al Consiglio Comunale aperto hanno preso parte, oltre al Prefetto Giovanni Bruno e al Sindaco di Stefanaconi, il Presidente della Provincia, i rappresentanti delle associazioni locali e della parrocchia, il Forum vibonese delle associazioni, Legambiente, Federcaccia, Coldiretti, UIL, Cittadinanzattiva e vari partiti politici, oltre a numerosissimi cittadini di Stefanaconi.

Il dissenso alla realizzazione della discarica ufficializzato dal Consiglio Comunale di Stefanaconi sarà ora inviato agli organismi competenti, a partire dal Ministero dell'Ambiente.

Il Prefetto Giovanni Bruno ha sottolineato come il parere del Comune "è l'unico vincolante e se questo è negativo nessuna iniziativa privata potrà essere intrapresa contro il suo volere".
Pubblicato il :

 Censimento delle Associazioni di volontariato riconosciute presenti in provincia

Nel quadro delle iniziative portate avanti dal Sig. Prefetto di Vibo Valentia Dott. Giovanni Bruno, dirette a monitorare e censire le Associazioni di volontariato riconosciute in ambito Provinciale, Regionale e Nazionale ed al fine di poter dare delle risposte immediate e qualificate in occasioni di eventuali eventi che potrebbero interessare la nostra Provincia, si invitano le varie Associazioni presenti su questo territorio a voler comunicare agli Uffici della Prefettura-U.T.G. di Vibo Valentia, all’indirizzo email prefettura.vibovalentia(at)interno.it e fax 0963-965470 la denominazione delle rispettive Associazioni corredate dall’indicazione dei nominativi dei responsabili nonché dei relativi recapiti telefonici, specificando le finalità per cui sono state autorizzate.

Pubblicato il :

 COMUNE DI VAZZANO. Estrazione a sorte dei Revisori dei Conti

In data 05/11/2014 alla presenza di SINDACO DOMENICO VILLI' si è svolto il sorteggio per procedere alla nomina di  1 revisori per COMUNE  di  VAZZANO 
 
Soggetti che risultano estratti:

1. GALATI GIUSEPPE           Primo Revisore Estratto

2. MELIGRANA OSTERIO      Prima Riserva Estratta

3. PARADISO GIOVANNA      Seconda Riserva Estratta

Pubblicato il :

 IL PREFETTO GIOVANNI BRUNO PROMUOVE UN TAVOLO IN PREFETTURA SUL PROBLEMA DEL RANDAGISMO

Promosso dal Prefetto Giovanni Bruno, presso l'Ufficio Territoriale del Governo si è svolta ieri una riunione dedicata all'annoso problema del randagismo in provincia, al quale hanno preso parte il Sindaco del Capoluogo, il Direttore Sanitario dell'A.S.P. ed i rappresentanti delle Forze dell'Ordine, ritornato al centro dell'attenzione dopo alcuni recenti episodi di aggressione denunciati dai cittadini.

L'assenza di un canile sanitario in provincia si pone come la principale criticità rispetto al fenomeno, da ciò conseguendo l'impossibilità di effettuare le attività di controllo, vaccinazione e sterilizzazione degli animali. Le due conferenze dei sindaci, che dovevano pronunciarsi sulla possibilità di creare un canile sanitario provinciale, si sono risolte in un nulla di fatto. La prossima riunione della conferenza dei sindaci, prevista per il 19 novembre, si propone di superare lo stallo attuale. L'intento è quello di procedere, nell'immediato, al recupero graduale dei randagi da parte di personale specializzato coadiuvato dalle Forze dell'Ordine, per poi trasferirli nel canile provinciale per l'effettuazione dei necessari esami clinici.

In questo contesto, l'Amministrazione comunale ha preannunciato l'intenzione di portare a 300, dai 165 attuali, i posti disponibili all'interno della struttura municipale.

Ferma la posizione del Prefetto Giovanni Bruno: "Sul randagismo è uno scandalo non trovare una soluzione". Ha poi aggiunto: "i cani vanno tolti dalle strade, è un problema di sicurezza ed incolumità".
Pubblicato il :

 A VIBO VALENTIA IL PREFETTO GIOVANNI BRUNO PRESIEDE LE CELEBRAZIONI PER LA FESTA DELL'UNITA' NAZIONALE DELLE FORZE ARMATE

Il Prefetto Giovanni Bruno, insieme ai vertici provinciali delle Forze di Polizia e delle Forze Armate, in collaborazione con l'amministrazione comunale di Vibo Valentia e l'amministrazione provinciale, ha presieduto le celebrazioni in provincia per la solenne ricorrenza del 4 novembre, Festa dell'Unità nazionale e delle Forze armate, cui hanno preso parte numerosi Sindaci e i rappresentanti delle associazioni combattistiche e del volontariato.
 
La giornata è iniziata con la celebrazione della Santa Messa presso la Chiesa di Santa Maria La Nova presieduta dal cappellano della Polizia di Stato, al termine della quale le autorità civili, militari e religiose, con le associazioni di combattenti, i gonfaloni e i labari, si sono portati presso il monumento ai caduti di Piazza XXIV Maggio, con lo schieramento dei reparti.
 
Dopo l'alzabandiera e gli onori resi al Prefetto Bruno, accompagnato dal Comandante provinciale dei Carabinieri, è stata data lettura ai messaggi del Presidente della Repubblica e del Ministro della Difesa, nei quali si è sottolineato il nuovo ruolo delle Forze Armate nell'alveo delle nuove linee guida delinato dal "Libro Bianco per la sicurezza internazionale e la difesa".
 
Al termine della cerimonia, la deposizione della corona al Monumento da parte del Prefetto, cui è seguito un toccante momento di raccoglimento sottolineato dalle note del "Silenzio".
 
Tanti gli studenti che, raccogliendo l'invito del Prefetto Bruno, hanno partecipato alla cerimonia, tra cui i ragazzi del liceo scientifico "Giuseppe Berto", guidati dalla dirigente scolastica.
 
Il coro del Conservatorio "Fausto Torrefranca" ha eseguito le musiche e l'Inno di Mameli che hanno accompagnato la cerimonia.
Pubblicato il :

 
Torna su