Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Vibo Valentia

Finanza Locale

 

 Il Prefetto diffida gli Enti locali che alla data del 30 aprile c.a. non hanno deliberato l'approvazione del rendiconto di gestione per l'esercizio finanziario 2012

Con nota del 2 maggio c.a., il Prefetto di Vibo Valentia ha rivolto formale diffida a tutti gli Enti locali che alla data del 30 aprile c.a. non hanno deliberato l'approvazione del rendiconto di gestione per l'esercizio finanziario 2012, a provvedere in merito, con l'avvertenza che, decorso inutilmente il predetto termine, si procederà alla nomina di un commissario "ad acta" e si darà, nel contempo, avvio alle misure di rigore previste dal combinato disposto degli artt. 141 (comma 2) e 227 (comma 2 bis) del D. Lgs. 267/2000.
Pubblicato il :

 Certificazione dei crediti delle Pubbliche Amministrazioni

Nell'ambito delle iniziative in materia di finanza locale, il Prefetto, Dott. Michele di Bari, ha diramato, con circolare in data odierna, apposite istruzioni agli Enti locali della provincia per l'attuazione della normativa recentemente introdotta dal Governo in ordine alle modalità di certificazione dei crediti delle Pubbliche Amministrazioni, anche in forma telematica, riferiti a somme dovute per somministrazioni, forniture ed appalti, ai sensi dell'art. 9, commi 3-bis e 3-ter del decreto legge 29/11/2008, n. 185, convertito con modificazioni dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, e successive modificazioni ed integrazioni.
La circolare tiene conto del contenuto del Decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze 22/5/2012 e delle modifiche alla stessa norma apportate dal successivo Decreto del M.E.F. del 19 novembre 2012.

L'esigenza di richiamare l'attenzione degli Enti locali è stata avvertita, altresì, a seguito dell'emanazione del decreto-legge 8 aprile 2013, n. 35, che, all'art. 7, reca specifiche misure per le Pubbliche Amministrazioni tenute a certificare i crediti certi, liquidi ed esigibili maturati alla data del 31 dicembre 2012 per somministrazioni, forniture ed appalti, disponendo un duplice obbligo: da un lato, quello di accreditamento nonché l'esclusivo rilascio delle certificazioni dei crediti sulla piattaforma elettronica predisposta dalla Ragioneria Generale dello Stato e, dall'altro, l'obbligo di provvedere ad una ricognizione dei debiti da effettuarsi entro il 15 settembre 2013.-
Pubblicato il 03/05/2013 ultima modifica il 20/04/2011 alle 09:33:04

 
Torna su