Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Vibo Valentia

Comunicati Stampa

 

 CELEBRATO A VIBO VALENTIA IL 71° ANNIVERSARIO DELLA REPUBBLICA

Si sono tenute anche a Vibo Valentia, lo scorso 2 giugno, le celebrazioni del 71° anniversario della Repubblica Italiana che hanno impegnato il neo Prefetto di Vibo Valentia Guido Longo, nel capoluogo vibonese dallo scorso 1° marzo.

Alle 10 è iniziata la cerimonia solenne, sulle note dell’Inno di Mameli, con la consegna della corona al monumento ai caduti. Poi, le piccole majorettes, al ritmo della marcia di Radetzky, hanno aperto il corteo fino a Piazza Municipio cui hanno preso parte le forze dell’ordine (Esercito, Marina militare, Carabinieri, Finanza, Polizia di Stato, Polizia penitenziaria, Corpo forestale dello Stato, Vigili del fuoco), Croce rossa italiana e Polizia Municipale insieme alle associazioni combattentistiche e i gonfaloni della Provincia e di tutti i Comuni del Vibonese, e i sindaci, oltre alle autorità religiose della provincia.

Il Prefetto Longo ha voluto che si festeggiasse nel segno dell’apertura ai cittadini e soprattutto ai giovani». Quanti per mano devono essere accompagnati nella vita, scoprendo i valori fondanti della Repubblica, «i valori di cui la nostra Costituzione è portatrice».

Un legame da rinsaldare, per superare le difficoltà, per ritrovare quel senso di appartenenza e di solidarietà che, a volte, pare smarrito.

La festa della Repubblica è stata anche questo oggi. Passo passo, tra solennità e la gioia dei più piccoli nell’intonare l’Inno di Mameli che i ragazzi della scuola Murmura hanno cantato, accompagnati dall’Orchestra del conservatorio “Torrefranca”, diretta dal maestro La Torre. Quindi, è stato il prefetto Longo a leggere il messaggio del presidente della Repubblica Mattarella. Anche il Capo dello Stato ha pensato alle future generazioni, alle quali dare «un’Italia in pace, prospera e solidale, in grado di assolvere ad un ruolo autorevole e propulsivo all’interno di quella comunità internazionale che abbiamo contribuito a edificare».

Consegnate, poi, dal prefetto Longo le onorificenze del 2 giugno, a quanti sono stati insigniti quali cavalieri dell’ordine al merito della Repubblica Italiana. A chiudere la cerimonia lo stendimento della bandiera, lungo il palazzo Municipale, che ha impegnato i Vigili del fuoco del comando di Vibo Valentia. A seguire, le esercitazioni del Nucleo cinofili del 14° Battaglione carabinieri Calabria e del personale della scuola allievi agenti della Polizia e degli artificieri.

Pubblicato il :

 
Torna su