Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Verona

Centro di ascolto per violenza su Minori, Donne ed Anziani - Stalking

   

VIOLENZA SU MINORI, DONNE E ANZIANI - STALKING

CENTRO DI ASCOLTO

 
 045 8673 411


Centro d'ascolto : dalla parte dei più deboli
 
In occasione della riunione di coordinamento tecnico presieduta, il 3 maggio 2010, dalla dottoressa Perla Stancari, prefetto di Verona, ed alla quale hanno partecipato il questore ed i vertici provinciali dell'Arma dei carabinieri e della Guardia di finanza, è stata, fra l'altro, affrontata la problematica relativa allo stalking ed alle forme di violenza (anche psicologica), molestie ed atti persecutori nei confronti delle donne.
 
Nella circostanza, è stata evidenziata l'importanza che le vittime di tali reati o chiunque ne sia a conoscenza, si rivolgano tempestivamente e con fiducia alle forze dell'ordine, oltre che per permettere l'attivazione dell'autorità giudiziaria, anche per consentire che eventuali segnalazioni di episodi di stalking o di violenza siano esaminate in sede di riunione tecnica di coordinamento dei corpi di polizia.
 
Sarà in tal modo possibile valutare, tenuto conto della gravità dell'episodio, delle modalità di esecuzione e della continuità dell'evento, l'adozione di misure di vigilanza in favore delle vittime, quale doverosa forma di tutela della loro incolumità, nonché di sostegno, nell'ottica di restituire la serenità alle persone rimaste coinvolte in casi di violenta prevaricazione.
 
Per prevenire questi casi è attivo presso la Prefettura, 24 ore su 24, un Centro di ascolto (045 8673411) che permette di poter parlare del problema con un funzionario che potrà essere d'aiuto nel raccogliere tutte le segnalazioni di disagio o di violenza.



Le origini del Centro d'ascolto
 
Nell'ambito delle attività condotte dalla Conferenza Provinciale Permanente di Verona era stata affrontata, già nel 2008, la delicata tematica della violenza e dell'abuso sui minori.
 
Dopo diversi incontri ospitati presso la Prefettura, era stato elaborato il Protocollo d'intesa sulla prevenzione della violenza e dell'abuso sui minori , sottoscritto il 31 marzo da diversi enti. Parte integrante del protocollo era il decalogo , elaborato dalla Procura e tradotto in diciotto lingue (tra cui l'arabo, l'albanese ed il rumeno), relativo alle modalità comportamentali da seguire in presenza di situazioni di sospetta violenza.
 
Il successivo 1° maggio veniva attivato il Centro di ascolto che nel biennio 2008/2009 raccoglieva 20 segnalazioni. Nel corso del primo semestre del 2010 sono emersi due casi: una segnalazione di stalking (per la quale è stato allertato il servizio anticrimine della Questura che ha provveduto a diffidare il "persecutore" ritenuto tale dalla segnalante) ed una di un possibile abuso su un minorenne, il cui padre è stato indirizzato presso un centro specializzato sulle violenze sessuali fuori dalla provincia di Verona.
 
Le segnalazioni al centro possono essere effettuate altresì con una normale lettera inviata in via Santa Maria Antica 1, 37121 Verona , oppure all'indirizzo di posta elettronica prefettura.verona(at)interno.it .
 

Data pubblicazione il 19/03/2009
Ultima modifica il 12/08/2016 alle 10:24

 
Torna su