Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo del Verbano Cusio Ossola

NOTIZIE

 

 Comunicato stampa - frana sulla strada statale 34 nel comune di Cannobio.

            Questa mattina, presso questa sede, si è tenuto un incontro, presieduto dallo scrivente, per esaminare le criticità e le problematiche di viabilità connesse alla frana che ha causato l'interruzione della strada statale 34, nel territorio del comune di Cannobio.
           
            Alla riunione hanno partecipato il rappresentante della Regione Piemonte, il Presidente della Provincia del VCO, i Sindaci di Cannero Riviera, Cannobio, Oggebbio, Ghiffa e Verbania, l'ANAS, i vertici delle Forze dell'Ordine, i Vigili del Fuoco, i Volontari della Protezione civile, l'Ufficio Scolastico Provinciale, la Società VCO Trasporti e la Società Gestione Navigazione Grandi Laghi.
 
            Stanno proseguendo le verifiche tecniche da parte di ANAS per valutare l'entità dei lavori necessari per la messa in sicurezza del versante e stabilire, di conseguenza, i tempi di riapertura della SS 34; al momento si stimano indispensabili alcuni giorni per l'intervento di rispristino, fatti salvi gli esiti dei sopralluoghi ancora in corso.

            Il tavolo ha individuato le misure necessarie per garantire alla popolazione i servizi essenziali e per mitigare le difficoltà causate dall'interruzione della SS 34, in particolare quelle legate alla mobilità dei lavoratori transfrontalieri diretti in Svizzera e degli studenti che da Cannobio devono raggiungere gli istituti superiori siti in altri comuni della provincia.

            E' è stato potenziato, in particolare, il servizio fornito dalla società Gestione Navigazione Laghi, con la previsione di corse aggiuntive tra Verbania e Cannobio.
            
            Successivamente si è svolta una riunione per esaminare la situazione del comune di Vogogna, dove ieri pomeriggio è esondato il rio Chiesa.

            Il Sindaco, On. Enrico Borghi, ha evidenziato che al momento la situazione è sotto controllo e che, tuttavia, occorre effettuare con urgenza la pulizia dell'alveo del torrente invaso da fango e detriti per scongiurare pericoli per l'incolumità pubblica.

            Al tavolo il rappresentante della Regione Piemonte ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla procedura da adottare per realizzare l'intervento e ha assicurato che l'ufficio regionale competente fornirà il necessario supporto finanziario.
                                                                                                   IL PREFETTO
                                                                                                        (Olita)
 
Pubblicato il :

 
Torna su