Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo del Verbano Cusio Ossola

Comunicati stampa

 

 Decreto prefettizio del 30 dicembre 2016 - Calendario divieto alla circolazione dei veicoli pesanti per l'anno 2017

Si riporta, in allegato, il decreto prefettizio del 30 dicembre 2016, in cui sono indicati, per l'anno 2017, i giorni di divieto alla circolazione dei veicoli di massa superiore a 7,5 tonnellate, dei veicoli eccezionali e di quelli adibiti a trasporti eccezionali o al trasporto di merci pericolose.
Pubblicato il 30/12/2016 ultima modifica il 30/12/2016 alle 11:32:15

 Riunione di coordinamento per l' esame congiunto della situazione riguardante l' abusivismo nel comparto turistico ricettivo ( c.d. Hospitality shadow) in provincia.

Si è tenuta, nella mattinata odierna, presso la Prefettura di Verbania - Villa Taranto, una riunione intesa a fare il punto della situazione in merito al sempre più rilevante fenomeno dello abusivismo nel settore turistico e ricettivo, con l' obiettivo di individuare mirate modalità di intervento sinergico fra le diverse componenti istituzionali interessate, atte al contrasto dello stesso ed alle derivanti forme di illegalità quali concorrenza sleale, evasione fiscale ecc.

Alla seduta , presieduta dal Prefetto, hanno partecipato il Presidente della Provincia, il Vice Questore, i Comandanti provinciali dell'Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato, gli Assessori delegati in rappresentanza dei Comuni di Verbania, Omegna, Domodossola, in attesa di un coinvolgimento di tutte le Amministrazioni comunali in una fase successiva, ed i rappresentanti di categoria, Alessandro Nucara, Direttore Generale FEDERALBERGHI e provinciale, Gianmaria Vincenzi, nonché, per la FAITA, il responsabile regionale Tranquillo Mannoni.

Al termine dell'incontro, dopo una sintetica analisi dello stato di fatto in ambito provinciale - territorio come noto a forte vocazione turistica,- fondata dall' apporto di ciascuna componente sulla scorta dei dati statistici ed informativi acquisiti, ferma restando la specifica attività già svolta nella materia di competenza dalla Guardia di Finanza dal 2015 (142 verifiche con un effetto sanzionatorio di oltre 2.500.000 Euro) e l' innalzamento del livello di attenzione nel complesso sul fenomeno, sono state individuate le seguenti linee operative condivise e da svilupparsi in stretta collaborazione :

  • circolarità dell' informazione fra tutte le componenti pubbliche e private, al fine di implementare il giacimento database esistente, rendendolo quanto più possibile fruibile per l' effettuazione di controlli incrociati ;
  • attivazione presso il Comando provinciale della Guardia di Finanza di un Tavolo tecnico, coordinato dal Comandante del Corpo, con la partecipazione dei referenti di Enti locali e di categoria, con il compito di elaborare concrete proposte da sottoporre alla Assemblea provinciale dei Sindaci che sarà successivamente convocata unitariamente dal Prefetto e dal Presidente della Provincia ;
  • esame della problematica da parte del Comitato Provinciale dell' Ordine e della Sicurezza Pubblica, per quanto attiene ai profili di competenza;
  • prosieguo da parte delle Associazioni di categoria nell' opera di sensibilizzazione sullo argomento e collaborativa, nei modi e nelle forme consentiti, nei confronti degli Enti locali e delle Forze dell' Ordine.
 

Verbania, 14/12/2016

 

L'ADDETTO UFFICIO STAMPA - Giacomino

Pubblicato il :

 Riunito in Prefettura il Comitato di coordinamento contro le truffe finanziarie.

Si è riunito nei giorni scorsi a Villa Taranto, presieduto dal Vice Prefetto Vicario, dott.ssa Roberta Carpanese, il Comitato di Coordinamento provinciale per prevenire le truffe finanziarie, come noto istituito a seguito del Protocollo d'Intesa sottoscritto lo scorso 3 maggio tra il Ministro dell'Interno ed il Presidente dell'ABI (Associazione Bancaria Italiana) che affida al Prefetto il ruolo di svolgere un'attività di raccordo tra le diverse iniziative, a carattere formativo ed informativo, condotte da Questura, Carabinieri e Guardia di Finanza.

Nel corso dell'incontro, concordate le iniziative da attuare sul territorio provinciale e messi a fattor comune gli strumenti e le esperienze maturate nei diversi ambiti locali per prevenire il fenomeno.

Le Forze dell'Ordine proseguiranno nell'intensa attività di sensibilizzazione, specie nei confronti delle fasce più deboli della popolazione, attraverso incontri con associazioni e parrocchie.

I rappresentanti dei Comuni di Verbania, Omegna e Domodossola intervenuti, nell'assicurare la più ampia disponibilità ad intraprendere ogni ulteriore iniziativa, continueranno le attività in essere con incontri presso l'Università della terza età ed i Comitati di quartiere.

L'ABI partecipa al progetto con un pacchetto di eventi rivolti soprattutto alle fasce di popolazione più esposte al rischio di truffa, come gli anziani e quanti hanno una scarsa educazione finanziaria, per rafforzare la sicurezza riducendo i fattori di vulnerabilità ed i comportamenti economicamente rischiosi.

È stato, infine, approvato il vademecum per prevenire le truffe finanziarie, contenente consigli utili, precauzioni e piccoli accorgimenti da adottare nelle diverse circostanze, per cittadini e famiglie, che si allega.

 

L'ADDETTO STAMPA
 
Pubblicato il 01/12/2016 ultima modifica il 01/12/2016 alle 12:54:23

 
Torna su