Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Venezia

NOTIZIE

 

 Convegno dal titolo 'Misure di Safety e di Security nelle manifestazioni pubbliche" - 28 novembre 2017

Nell'ambito delle iniziative avviate per supportare gli Enti Locali nella predisposizione ed attuazione delle misure di safety e di security, in occasione di eventi e manifestazioni pubbliche, conformemente alle nuove direttive ministeriali, la Prefettura di Venezia, d'intesa con ANCI Veneto ed in collaborazione con la Questura di Venezia, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Venezia, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Venezia, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, il Collegio dei Periti Industriali e l'Ordine Professionale degli Ingegneri ha organizzato, nella giornata del 28 novembre u.s., presso l'Auditorium del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, un convegno dal titolo "Safety & Security nelle manifestazioni pubbliche".
L'importante iniziativa è nata dall'esigenza di creare un tavolo di confronto, a fronte delle numerose richieste di chiarimenti da parte dei Sindaci sull'applicazione delle citate disposizioni, attraverso l'istituzione di un Gruppo di studio, sotto la direzione della Prefettura, che ha visto anche il coinvolgimento dell'ordine degli Ingegneri e del Collegio dei periti industriali.
Al seminario, aperto con gli interventi di saluto del Prefetto di Venezia, del Direttore Interregionale dei Vigili del Fuoco del Veneto e Trentino Alto Adige, dell'Assessore Regionale alla Cultura, della Presidente dell'ANCI Veneto, del rappresentante del Comune di Venezia e del Direttore Generale dell'ULSS3 di Venezia, hanno partecipato oltre 300 persone, tra Sindaci dei Comuni della Città Metropolitana di Venezia, Comandanti delle Polizie Locali, Dirigenti degli Uffici comunali preposti, rappresentanti delle Associazioni di categoria, Presidenti delle Pro-loco e delle Associazioni di volontariato che prestano assistenza sanitaria.
Sono stati percorsi i vari dispositivi ministeriali intervenuti, evidenziandone i punti salienti e le criticità.
Partendo dalla definizione di manifestazione pubblica ed evento, è stato rimarcato l'obbligo, in capo agli enti organizzatori, pubblici o privati, di garantire la massima cornice di sicurezza, attraverso la predisposizione di un piano, che veda la suddivisione delle aree interessate in zone, con l'individuazione degli accessi, delle vie di fuga e l'attuazione dei servizi antincendio, nonché la presenza degli steward in relazione alla particolare rilevanza della manifestazione e al rischio connesso, con compiti di informazione ai cittadini,  attraverso adeguati strumenti di comunicazione.
E' stata altresì evidenziata l'esigenza di assicurare, con  la predisposizione del piano sanitario, l'assistenza, sia ai partecipanti che agli spettatori degli eventi, in situazioni di emergenza.
Nel corso del dibattito, è stata rappresentata la difficoltà relativa alla carenza delle risorse finanziarie per far fronte a tali incombenze.
Al riguardo, da parte della Presidente dell'ANCI Veneto è stato assicurato l'impegno di affrontare la problematica a livello centrale, mentre il Prefetto interesserà il Presidente della Regione Veneto, affinché venga valutata l'opportunità di inserire, nei criteri previsti per l'elargizione di finanziamenti regionali connessi all'organizzazione di eventi, manifestazioni e sagre, anche l'approntamento di adeguate misure di safety e security.
A conclusione del convegno, si è convenuto di predisporre, da parte del Gruppo tecnico di lavoro, coordinato dalla Prefettura di Venezia, un documento che potrà servire come punto di riferimento per le misure di safety e di security da adottare nelle manifestazioni pubbliche, sia per i Comuni che per gli organizzatori degli eventi.

 

Pubblicato il :

 Centro di accoglienza di Cona - incontro con le OO.SS.

Si è svolto in data odierna un incontro, presieduto dal Prefetto di Venezia, con le Segretarie delle Organizzazioni Sindacali CGIL, CISL e UIL, allo scopo di esaminare la complessa problematica connessa alla gestione dei richiedenti la protezione internazionale, attraverso una metodologia di carattere strutturale, con tutte le componenti del sistema di accoglienza, atta a prevenire e gestire al meglio le possibili situazioni emergenziali.
Nel corso dell'incontro, si è convenuto, su espressa richiesta delle Organizzazioni Sindacali Confederali, di allargare la partecipazione alla "cabina di regia", già istituita presso questa Prefettura - che vede il coinvolgimento della Regione del Veneto, dell'ANCI, della Città Metropolitana di Venezia, del Comune di Venezia e degli altri Comuni - anche ai rappresentanti della Curia Patriarcale, delle stesse Organizzazioni Confederali, delle Associazioni economiche e del terzo settore del territorio.
Tale "cabina di regia" verrà convocata entro la prima decade del mese di dicembre.
L'obiettivo che si intende perseguire, nell'ottica di una maggiore collaborazione interistituzionale e condivisione delle strategie da attivare, è quello di individuare dei percorsi strutturati e sostenibili nel tempo, per gestire, in modo ordinario, coordinato ed organico, il fenomeno, garantendo, nel contempo, la progressiva integrazione dei richiedenti la protezione internazionale nel tessuto economico e sociale, in linea con i valori e i principi della inclusione, della non discriminazione e della solidarietà.
Le parti esprimono la propria solidarietà e vicinanza al Patriarca di Venezia, Mons. Francesco Moraglia, per le scelte effettuate in questi problematici giorni e per l'alto senso civico avuto nei confronti delle persone più vulnerabili.
Pubblicato il :

 ACTV - sciopero del 10.11.2017 - precettazione lavoratori ai sensi dell'art. 2 del T.U.L.P.S.

In relazione allo sciopero, di carattere nazionale, di tutte le categorie pubbliche e private, cui ha aderito USB Sindacato generale di base per la giornata odierna, si comunica che questa Prefettura, sussistendo un possibile e concreto pericolo per l'ordine e la sicurezza pubblica, a causa del blocco totale del servizio di navigazione della città di Venezia e dei collegamenti con le isole, con conseguenti situazioni di congestione e di disservizi in una giornata interessata da un notevole afflusso di turisti e pendolari, ha adottato, ai sensi dell'art. 2 del T.U.L.P.S., l'unito provvedimento
Pubblicato il 10/11/2017
Ultima modifica il 10/11/2017 alle 15:00:57

 Campanile di Portogruaro - riunione del 10.11.2017

Si comunica che in data odierna si è svolta una riunione, presieduta dal Prefetto, a cui hanno partecipato il Sindaco del Comune di Portogruaro, l'Assessore regionale alla cultura, il Dirigente della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per l'Area Metropolitana di Venezia e le Province di Belluno, Padova e Treviso, il Parroco della Chiesa S. Andrea Apostolo di Portoguaro, il rappresentante della Diocesi di Concordia Pordenone, gli esponenti della Città Metropolitana di Venezia,  del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Venezia, nonché gli esperti tecnici nominati, al fine di fare un punto aggiornato della situazione, in ordine ai problemi di staticità della torre campanaria.
Nel corso dell'incontro, sono state illustrate dai responsabili dell'Università di Trento e dall'esperto nominato dal Comune di Portogruaro, i risultati del monitoraggio a fibra ottica, condotto dalla predetta Università, in merito alla misura dello schiacciamento della muratura alla base del campanile. Dall'analisi svolta è stato evidenziato che, allo stato, non sussiste un immediato pericolo di crollo della torre campanaria.
Tuttavia, sono state rilevate delle criticità derivanti dallo schiacciamento della muratura - che all'interno è meno resistente e maggiormente deformabile - con una conseguente e progressiva erosione. In considerazione di quanto esposto, è stata segnalata da parte degli esperti l'esigenza, a completamento dell'attività di analisi e di monitoraggio, di predisporre uno specifico progetto volto ad applicare, nelle parti ove è presente maggiormente il fenomeno di erosione, delle travi metalliche, per il contenimento della muratura.
Al riguardo, verrà formalmente predisposta a cura dell'esperto un'apposita relazione, contenente anche i costi possibili dell'intervento, che comunque dovrebbero essere relativamente più contenuti rispetto alla somma originariamente prevista per i lavori di consolidamento della base e della torre campanaria.
Nell'ambito dell'incontro, si è convenuto, altresì, di addivenire alla stipula di un accordo tra tutti i soggetti interessati, ai fini di una gestione coordinata ed unitaria, in termini di responsabilità e competenze della problematica, individuando, sulla base dei costi preventivati, un'equa ripartizione delle spese tra gli Enti coinvolti.
Gli interventi tecnici suggeriti, ferma restando la continuità dell'attività di monitoraggio svolta dall'Università di Trento, saranno, in caso di riscontro positivo, successivamente estesi a tutta la struttura, nel rispetto dei vincoli di tutela del bene, che verranno eventualmente prescritti dalla competente Soprintendenza.
Si tratta di un intervento innovativo, in quanto è la prima volta che viene svolta un'analisi del genere sul fenomeno dello schiacciamento della muratura, che consentirà di salvaguardare la torre, senza comprometterne la struttura, con l'eliminazione della cuspide, consentendo altresì di contenere i costi ed estendere gradualmente, anche sulla base dei report aggiornati del monitoraggio, i lavori avviati, in via sperimentale, che risultano comunque necessari per la conservazione della torre e la tutela dell'incolumità pubblica.

 

Pubblicato il :

 Sorteggio organo di revisione economico finanziaria dell'Unione dei Comuni del Miranese

Giovedì 16 novembre alle ore 10:30 presso questa Prefettura, terzo piano, verrà effettuato il sorteggio per la scelta dell'organo di revisione economico finanziaria dell'Unione dei Comuni del Miranese.
Tale sorteggio è aperto al pubblico.
Pubblicato il :

 Sorteggio organo di revisione economico finanziaria del comune di Cavallino-Treporti

Giovedì 16 novembre alle ore 10:00 presso questa Prefettura, terzo piano, verrà effettuato il sorteggio per la scelta dell'organo di revisione economico finanziaria del comune di Cavallino-Treporti.
Tale sorteggio è aperto al pubblico.
Pubblicato il :

 
Torna su