Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Venezia

NOTIZIE

 

 Misure di sicurezza per il disinnesco della bomba di Porto Marghera

Si è tenuto questa mattina in Prefettura a Venezia il Tavolo di coordinamento con all'ordine del giorno il dispositivo di protezione in vista del "Bomba Day" di domenica 2 febbraio 2020, dopo il ritrovamento di un ordigno d'aereo della seconda guerra mondiale di 500 libbre a in via Ferraris a Marghera.
 
Si è deciso:
 
• Sgombero dalle ore 6.00 ed entro le 7.30. Punto di raccolta sarà il Palasport Taliercio.
• Blocco della viabilità ferroviaria, terrestre ed acquea, sia pubblica che privata, dalle ore 7.30 fino al termine delle operazioni.
• Divieto di sorvolo.
 
 
Pubblicato il 24/01/2020
Ultima modifica il 24/01/2020 alle 16:09:30

 Rinvenimento bomba d'aereo a Marghera

A seguito del rinvenimento di una bomba d'aereo di 500 libbre  risalente all'ultimo conflitto mondiale - avvenuto ieri 15 gennaio a Marghera durante alcuni lavori di scavo in area industriale - è stato effettuato, nella mattinata odierna,  un sopralluogo dall'8° Reggimento Artificieri "Folgore" di Legnago, alla presenza di Prefettura, Forze dell'Ordine,  Vigili del Fuoco,  Comune di Venezia e altri Enti ed Aziende con sedi o stabilimenti ubicati nell'area.
Dopo l'identificazione del tipo di ordigno e la messa in sicurezza dello stesso, si è tenuto in Prefettura un tavolo tecnico per il coordinamento delle operazioni di disinnesco, rimozione e brillamento, a cui hanno partecipato Forze di Polizia, Vigili del Fuoco, Capitaneria di Porto, Comune di Venezia, Autorità di Sistema Portuale, SUEM 118, Croce Rossa, RFI, ENAV, SAVE, E-distribuzione, Italgas, Snam, Veritas, Ente Zona Industriale, Eni.
All'esito della  riunione è stato condiviso di effettuare l'intervento di rimozione delle spolette nel più breve tempo possibile compatibilmente con i necessari approfondimenti tecnici ad opera dell'organo militare, che fornirà  tutte le informazioni necessarie per garantire la sicurezza dell'intervento.
Il sito, vigilato h24, è interdetto all'accesso di persone e mezzi.
La definizione degli aspetti operativi verrà stabilita nell'incontro fissato per martedì 21 gennaio p.v.
Pubblicato il
:

 
Torna su