Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Venezia

NOTIZIE

 

 Brillamento ordigni nei Comuni di Jesolo, Fossalta di Piave, Musile di Piave e San Donà di Piave

A seguito del rinvenimento di cinque ordigni bellici a presunto caricamento speciale - risalenti all'ultimo conflitto mondiale - rinvenuti in siti dei Comuni di Jesolo, Fossalta di Piave, Musile di Piave e San Donà di Piave, la Prefettura di Venezia ha coordinato diverse riunioni tecniche con gli Enti preposti ed i soggetti interessati, allo scopo di valutare e definire le misure di prevenzione e sicurezza, nonché le procedure di intervento connesse al trasporto e brillamento degli ordigni.
Le attività di bonifica sono avvenute nelle giornate del 29, 30 e 31 maggio a cura del Centro Tecnico Logistico Interforze NBC di Civitavecchia. Il Viceprefetto Vicario, in sinergia con tutti gli Enti coinvolti, ha emesso un'ordinanza per il coordinamento delle modalità di svolgimento delle attività nelle tre giornate. Alle ore 8.30 di ciascuna giornata è iniziato il trasferimento dal luogo di ritrovamento al sito individuato per il disinnesco - individuato in un'area tra via Peruch, via Armellina e via Caposile del Comune di San Donà di Piave e via Francescata nel Comune di Jesolo. Le operazioni di brillamento si sono svolte dalle ore 10.30 alle 13.30.
Le operazioni sono state dirette - per gli aspetti di carattere tecnico-operativo -  dal 3° Reggimento Guastatori di Udine. Il Comune di San Donà ha interdetto gli accessi all'area di inertizzazione e fatto presidiare l'area limitrofa per evitare l'accesso a persone e autoveicoli. E' stato acquisito il Notam per l'interdizione al volo in tutta l'area interessata dalle operazioni. Il Comune di Jesolo ha garantito la vigilanza  sulla via Francescata e contribuito al presidio dell'area interdetta.
Durante lo svolgimento delle operazioni di caricamento e  trasporto degli ordigni, è stato attivato un Punto di Assistenza Sanitaria della Croce Rossa Militare con un'ambulanza con medico, infermiere e autista in contatto - per tutta la durata dell'intervento - con il Suem 118.
Il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco ha provveduto ad assicurare l'intervento di un Nucleo NBCR, e a mettere a disposizione un contenitore con 300 lt. d'acqua e un'autobotte, per le attività di decontaminazione, trattandosi di ordigni a presunto brillamento speciale (con gas).
L'intera attività è stata coordinata dalla Prefettura di Venezia, con l'attivazione di un posto di comando attivato presso l'ex scuola Chiesanuova a San Donà di Piave.
Pubblicato il :

 Conferenza di servizi dell'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati - 30 maggio 2018

La riunione è stata convocata dal Direttore dell'Agenzia, Ennio Mario Sodano,  d'intesa con il Viceprefetto Vicario di  Venezia, Sebastiano Cento.
I rappresentanti dell'Agenzia del Demanio, delle Province e dei Comuni  hanno esaminato i beni situati nelle aree interessate: 46 unità immobiliari (5 a Camponogara, 3 a Paese e 1 a Vedelago, 2 a Gazzo Veronese, 3 a Peschiera del Garda, 8 a San Giovanni Ilarione, 4 a Progno, 4 a Verona, 6 ad Arzignano, 2 a Bassano del Grappa, 1 a Cassola, 2 a Cornedo Vicentino, 1 a Montebello Vicentino e 4 a Valdagno) per un valore complessivo di oltre 3,5 milioni di euro, confiscati dalle Autorità Giudiziarie di Venezia, Verona, Vicenza, Brindisi, Palermo e Salerno a individui pienamente inseriti nella criminalità organizzata.
Particolarmente prestigioso un immobile di Verona sottratto ad un esponente di associazione per delinquere finalizzata all'usura; sono stati, inoltre, presentati numerosi appartamenti e terreni di Vicenza e Verona, confiscati, invece, a soggetti di nazionalità indiana, coinvolti sia nel traffico di usura, sia nell'esercizio abusivo di attività finanziarie.
La maggior parte degli immobili in destinazione sono liberi e quindi utilizzabili a scopo sociale e istituzionale in tempi brevi.
"Con questa Conferenza - ha dichiarato il Prefetto Sodano - si chiude il giro in alcune importanti città del centro Nord d'Italia. Il numero elevato di manifestazioni di interesse ovunque siamo stati ci dà il senso di essere sulla strada giusta. Destineremo tanti immobili, fra cui anche case di civile abitazione a Comuni che a loro volta li utilizzeranno per scopi sociali, emergenze alloggiative o per attività di servizio. E' un modo giusto, sussidiario credo - ha continuato il Direttore - di combattere la criminalità e contemporaneamente di restituire i beni in un circuito virtuoso che può concorrere all'economia legale sui territori. In questo scenario, la rete delle Prefetture si conferma essere un elemento imprescindibile per la realizzazione della missione istituzionale dell'ANBSC.
Al termine dei lavori, le manifestazioni di interesse hanno riguardato la maggior parte dei beni portati in conferenza.
Hanno partecipato alla Conferenza il Prefetto di Treviso Laura Lega, il Viceprefetto Vicario di Vicenza, Lucio Parente, il Vice Direttore dell' Agenzia del Demanio - Direzione Regionale Veneto, Ferdinanda Caruso, i Sindaci dei Comuni di Camponogara, di Gazzo Veronese, di Peschiera del Garda e di Cassola e i rappresentanti della Prefettura di Verona e degli altri Enti Locali interessati.

 

   
Pubblicato il :

 30 maggio 2018 - Conferenza di servizi per presentare i beni definitivamente confiscati alla criminalità organizzata dall'Autorità Giudiziaria

Domani mercoledì 30 maggio 2018, alle ore 11.00, avrà luogo a Venezia presso la sede della Prefettura a Cà Corner (Sala del Consiglio Metropolitano) una Conferenza di servizi per presentare i beni definitivamente confiscati alla criminalità organizzata dall'Autorità Giudiziaria, presenti nell'area della Città Metropolitana di Venezia e delle Province di Treviso, Verona e Vicenza.
L'incontro, organizzato dal Direttore dell'Agenzia Nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (ANBSC), Ennio Mario Sodano, d'intesa con il Viceprefetto Vicario reggente di Venezia, Sebastiano Cento, sarà l'occasione per consentire agli Enti pubblici partecipanti di prendere visione e manifestare il proprio interesse all'acquisizione di 46 unità immobiliari da assegnare secondo le finalità istituzionali e sociali previste dall'art. 48 del  Codice Antimafia (D. Lgs. 159/2011).
Alla riunione sono stati invitati a partecipare i rappresentanti della Regione del Veneto, delle Prefetture di Venezia, Treviso, Verona e Vicenza, dell'Agenzia del Demanio, della Città Metropolitana di Venezia, delle Province di Treviso, Verona e Vicenza e dei Comuni di Camponogara, Verona, Gazzo Veronese, Peschiera del Garda, San Giovanni Ilarione, Selva di Progno, Cornedo Vicentino, Arzignano, Montebello Vicentino, Valdagno, Bassano del Grappa, Cassola, Vedelago e Paese.
Al termine della Conferenza di servizi, è prevista una conferenza stampa (circa alle ore 12.30).
Pubblicato il :

 5 per mille IRPEF FONDO EDIFICI DI CULTO

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha inserito il Fondo Edifici di Culto fra i soggetti ammessi al beneficio del 5 per mille dell'IRPEF destinato, a scelta del contribuente, al finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e ambientali. Da oggi ogni cittadino potrà, quindi, attraverso la sua scelta contribuire a tutelare il patrimonio affidato alla cura del FEC, a protezione della nostra storia e cultura. 
La destinazione del 5 per mille in favore del FEC può essere effettuata mediante compilazione dell'apposito riquadro della dichiarazione dei redditi denominato "SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL 5 PER MILLE IRPEF" firmando il riquadro relativo al "FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA' DI TUTELA, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI (SOGGETTI DI CUI ALL'ARTICOLO 2, COMMA 2, DEL D.P.C.M. 28 LUGLIO 2016) e apponendo il codice fiscale n. 97051910582.
Pubblicato il :

 CELEBRAZIONI 72^ anniversario proclamazione DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2018

Pubblicato il :

 Sorteggio revisore dei conti comuni di Campagna Lupia e Pramaggiore

Lunedì 21 maggio 2018, alle ore 10:00 presso questa Prefettura, terzo piano, verrà effettuato il sorteggio per la scelta del revisore dei conti per il Comune di Campagna Lupia, nello stesso giorno e nella medesima sede, alle ore 10:15, verrà effettuato il sorteggio per la scelta del revisore dei conti per il Comune di Pramaggiore.
 
Tali sorteggi sono aperti al pubblico.
Pubblicato il :

 Giro ciclistico d'Italia - 18 maggio 2018

Venerdì 18 maggio 2018 il 101° Giro d'Italia attraverserà la provincia di Venezia, lungo le strade interessate dalla 13^ tappa della gara "Ferrara - Nervesa della Battaglia", che toccherà i Comuni di Cona, Campolongo Maggiore, Campagna Lupia, Camponogara, Camponogara, Dolo, Mira, Mirano, Spinea, Martellago e Scorzé.
Per consentire lo svolgimento della competizione, così come previsto dal Codice della Strada,  la Prefettura di Venezia (con decreto in data odierna, che si allega) ha ordinato la sospensione temporanea della circolazione nella giornata del 18 maggio, a partire da due ore prima del passaggio dei ciclisti sulle strade lungo le quali si sviluppa il percorso di gara, tenendo conto del cronoprogramma del passaggio, calcolato dagli organizzatori con riferimento alla velocità massima dei corridori.
In ciascun punto del percorso, la sospensione della circolazione avrà la durata strettamente necessaria al transito della carovana pubblicitaria e dei concorrenti, fino al passaggio del veicolo che indicherà la fine della gara ciclistica.
Per i dettagli del percorso e degli orari, si rimanda alle tabelle allegate al suddetto provvedimento.
Per una valutazione complessiva del sistema di sicurezza dei varchi del passaggio del Giro d'Italia, ieri pomeriggio si è svolto, presso la Prefettura, un Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica.
I Comuni e gli enti proprietari delle strade interessate valuteranno inoltre l'istituzione di eventuali percorsi alternativi, soprattutto per garantire i servizi essenziali per la cittadinanza, nonché di particolari obblighi e divieti di circolazione o sosta a livello locale, di cui verrà data preventiva informazione all'utenza.
Si raccomanda alla cittadinanza dei Comuni coinvolti di prestare la massima attenzione alle prescrizioni temporanee che saranno adottate, anche con riferimento agli accessi diretti dalle abitazioni alle strade interessate dal percorso di gara.

 

Pubblicato il 11/05/2018
Ultima modifica il 11/05/2018 alle 15:57:52

 Sorteggio revisore dei conti comuni di Campolongo Maggiore, Noventa di Piave, Portogruaro

Giovedì 10 maggio, alle ore 10:30 presso questa Prefettura, terzo piano, verrà effettuato il sorteggio per la scelta del revisore dei conti per il Comune di Campolongo Maggiore, nello stesso giorno e nella medesima sede, alle ore 10:45, verrà effettuato il sorteggio per la scelta del revisore dei conti per il Comune di Noventa di Piave e alle ore 11:00 il sorteggio per la scelta del revisore dei conti del comune di Portogruaro.
 
Tali sorteggi  sono aperti al pubblico.
Pubblicato il :

 
Torna su