Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Venezia

NOTIZIE

 

 Accordo raggiunto tra la Sodexo e OOSS per servizi pubblici essenziali Ospedale dell'Angelo

Nella giornata odierna, si è svolto in Prefettura un incontro tra la società Sodexo Italia S.p.A., che gestisce i servizi di pulizia e ristorazione presso l'Ospedale dell'Angelo di Venezia Mestre, e le organizzazioni sindacali FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL,  UILTUCS UIL  e UILTRASPORTI UIL, al fine di trovare un accordo in merito ai servizi essenziali da assicurare, in occasione dello sciopero dell'1 giugno prossimo.
Nel corso della riunione, dopo ampia discussione, le parti, aderendo all'invito rivolto dalla Prefettura di addivenire, con urgenza, ad un'intesa, tenuto conto dell'imminente astensione collettiva, hanno concordato  le prestazioni indispensabili, che saranno assicurate nella giornata di domani, con l'individuazione delle unità di personale preposte.
Le parti si incontreranno, in sede aziendale, già il 14 giugno prossimo per avviare un percorso, volto alla sottoscrizione di un accordo quadro che definisca meglio, in base a specifici criteri condivisi, i livelli minimi essenziali da garantire in caso di sciopero, con l'indicazione del numero delle  relative unità.
Qualora il predetto incontro dovesse avere esito negativo, verrà riconvocato un apposito tavolo presso questa Prefettura.

 

Pubblicato il :

 Terza corsia A4 - tratto Portogruaro-Palmanova - Protocollo operativo per fronteggiare eventuali criticità

I lavori per la costruzione della terza corsia, lungo l'autostrada A4 Venezia-Trieste, nel tratto di circa 26 km, fra Alvisopoli e Gonars, con l'attraversamento di 11 Comuni, due dei quali in Veneto (Fossalta di Portogruaro e San Michele al Tagliamento) comporteranno la non fruibilità della corsia di emergenza ed il restringimento delle corsie di marcia e sorpasso, con la costante presenza di macchine operatrici ai margini della sede stradale.
Tali condizioni rappresentano ulteriori fattori di rischio per la sicurezza della circolazione stradale, rendendo più difficoltose anche le operazioni di soccorso in caso di criticità.
Al fine di fronteggiare le eventuali situazioni emergenziali lungo il predetto asse autostradale, è stato sottoscritto, in data odierna, tra la Prefettura di Venezia, il  Compartimento della Polizia Stradale per il Veneto, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Venezia, la Centrale Operativa Regionale SUEM 118 del Veneto e la Società Concessionaria Autostradale S.p.A. Autovie Venete, uno specifico Protocollo operativo.
L'Accordo costituisce l'atto conclusivo di un articolato lavoro, coordinato dalla Prefettura di Venezia, in collaborazione con gli Enti sottoscrittori ed i Comuni interessati, per una gestione condivisa di eventuali emergenze durante i lavori di realizzazione della terza corsia dell'A4, con l'obiettivo di ridurre al minimo i disagi alla circolazione stradale, soprattutto sulla viabilità ordinaria.
Nel pieno rispetto delle competenze, delle responsabilità e dell'autonomia operativa delle singole componenti istituzionali coinvolte, l'atto mira altresì ad assicurare, in conformità con le disposizioni normative vigenti in materia, la standardizzazione delle procedure, delle metodologie di scambio informativo e la codificazione delle modalità operative degli interventi.
Il modulo, già sperimentato positivamente nel 2012 per i lavori di un altro tratto autostradale, prevede un continuo e costante collegamento tra le Centrali operative degli Enti preposti, allo scopo di garantire, attraverso l'immediato scambio del flusso informativo, la prontezza e la tempestività degli interventi sul luogo dell'evento incidentale.
Oltre ai percorsi viari alternativi, il piano prevede un preciso modus operandi da seguire, in caso di emergenza, dalla segnalazione dell'evento, attraverso l'utilizzo di segnaletica mobile e di pannelli a messaggio variabile, all'immediatezza degli interventi, dall'informazione all'utenza al monitoraggio della situazione, fino al ripristino della circolazione stradale.
Il Protocollo definisce, inoltre, i compiti connessi alla direzione ed al coordinamento delle operazioni di soccorso e di assistenza, promuovendo l'attivazione di mirati percorsi formativi per il personale delle squadre preposte.

 

Pubblicato il 30/05/2017 ultima modifica il 30/05/2017 alle 14:11:10

 Celebrazioni per il 71^ anniversario della proclamazione della Repubblica

 
Pubblicato il 29/05/2017 ultima modifica il 29/05/2017 alle 16:16:51

 57^ Esposizione Internazionale d'Arte di Venezia ... Protocollo d'intesa per l'attuazione del progetto 'Green light"

E' stato sottoscritto tra la Prefettura di Venezia, il Comune di Venezia, gli Enti gestori dell'accoglienza per migranti del territorio veneziano e la Fondazione La Biennale, un Protocollo d'intesa, approvato dal Ministero dell'Interno, per l'attuazione del Progetto "Green Light", nell'ambito della 57^ Esposizione Internazionale d'Arte di Venezia.
L'iniziativa, promossa dall'artista Olafur Eliasson, in collaborazione con la Fondazione Thyssen- Bornemisza, si connota per i forti e molteplici aspetti di integrazione sociale e vede la piena collaborazione con le citate strutture di accoglienza, coordinate e sostenute dalla Prefettura di Venezia.
Al progetto sono stati invitati a partecipare, su base volontaria e senza alcuna retribuzione, giovani rifugiati e migranti, dando vita ad uno spazio dinamico che stimola varie forme di partecipazione e impegno, attraverso la realizzazione di un programma artistico ed educativo, che prevede diverse attività di apprendimento condiviso, come workshop creativi, proiezioni, corsi di formazione professionale e di lingua.
Il percorso avviato, in linea con i valori e i principi della inclusione, della non discriminazione e della solidarietà, è finalizzato a superare la condizione di passività dei migranti e risulta coerente con le politiche attuate dal Dipartimento per le Libertà Civili e l'Immigrazione, volte alla progressiva integrazione dei cittadini stranieri nel tessuto sociale.
In particolare, i soggetti interessati, nel numero massimo di 80 unità, individuati secondo un criterio proporzionale al numero dei presenti nei Centri di Accoglienza del territorio comunale di Venezia e nello SPRAR di Venezia, da impiegare in due turni (maggio-luglio e agosto-novembre), offriranno la propria collaborazione, partecipando alle attività, presso il Padiglione Centrale ai Giardini, sotto la supervisione dell'artista.
Al termine dei due moduli formativi, ogni partecipante riceverà un attestato, che certificherà la sua collaborazione con l'artista ed il completamento di corsi di lingua e formazione.
Le parti firmatarie dell'Accordo si impegneranno, in un'ottica di sinergica cooperazione interistituzionale, a collaborare per la realizzazione del Progetto, attraverso l'individuazione di appositi referenti, con il compito di  supportare ed accompagnare in questo processo di pratica artistica i cittadini stranieri interessati.
La Biennale di Venezia si farà carico di ogni onere assicurativo e delle spese previste per il trasporto ed il vitto dei soggetti coinvolti, nonché degli adempimenti concernenti l'attività di volontariato.

 

Pubblicato il :

 Giornata nazionale contro le truffe agli anziani - San Donà di Piave - 20 maggio 2017

Nell'ambito della campagna nazionale contro le truffe agli anziani, promossa dall'Associazione Nazionale Anziani e Pensionati di Confartigianato e dal Ministero dell'Interno, è stato organizzato da Confartigianato Anap Metropolitana di Venezia e Confartigianato San Donà di Piave, d'intesa con la Prefettura di Venezia e le Forze dell'Ordine, uno spettacolo dal titolo "Truffattori contro tutti" di e con Moreno Morello, presso il teatro metropolitano "Astra" di San Donà di Piave sabato 20 maggio 2017, ore 17.00, con il patrocinio del Comune di San Donà di Piave.

L'iniziativa, in parte finanziata dalla Regione Veneto e in accordo con le associazioni dei consumatori, ha lo scopo di sensibilizzare gli anziani sul tema della sicurezza, fornendo informazioni e consigli per difendersi dai malintenzionati e prevenire i reati.

Il fenomeno delle truffe agli anziani, nonostante la continua e costante attività di prevenzione e di contrasto svolta dalle Forze dell'Ordine, è una tipologia di reato assai diffusa, che mina la sicurezza delle persone più fragili, esposte maggiormente a rischio, soprattutto nella stagione estiva, durante la quale gli anziani spesso rimangono soli.

Lo spettacolo teatrale di Moreno Morello affronta con ironia la problematica, indicando in modo "leggero" le buone pratiche ai cittadini per difendersi dalle trappole sempre più sofisticate dei malfattori.

Nel 2016, rispetto al 2015, si è registrato un aumento del 30% dei reati di truffa a danno degli anziani (da 149 a 215), a fronte della significativa azione delle Forze dell'Ordine, che ha portato alla denuncia di 38 persone (18 in più rispetto all'anno precedente).

Nei primi quattro mesi del 2017, sono stati perpetrati 55 reati di truffa e denunciate 7 persone.

La campagna prevede la distribuzione di vademecum e depliant, che contengono poche semplici regole, suggerite dalle Forze di Polizia, per difendersi dai rischi di truffe, raggiri, furti, rapine in casa, per strada, sui mezzi di trasporto, nei luoghi pubblici, ma anche usando internet, consigliando di rivolgersi sempre alla Polizia di Stato, all'Arma dei Carabinieri e alla Guardia di Finanza, per segnalare tempestivamente atteggiamenti sospetti e per denunciare situazioni di pericolo.

Il materiale informativo è stato pubblicato sui siti istituzionali della Prefettura di Venezia, delle Forze di Polizia e verrà distribuito da Confartigianato Anap metropolitana al pubblico presente allo spettacolo teatrale.

 

Pubblicato il 16/05/2017 ultima modifica il 16/05/2017 alle 12:02:57

 Raggiunto l'accordo per la vertenza ILNOR dello stabilimento di Scorzé

La Prefettura di Venezia sta da tempo seguendo la complessa vertenza della ILNOR S.p.A., attesa la grave e pesante situazione di difficoltà dei lavoratori fortemente preoccupati per il loro futuro occupazionale, a seguito della decisione assunta dalla società di chiudere lo stabilimento situato nel Comune di Scorzè, con la conseguente cassa integrazione dei cento lavoratori interessati.
Per effetto della fusione della ILNOR S.p.A. con la società madre, avente sede legale a Brescia, i lavoratori di Scorzé sarebbero costretti a trasferirsi presso il nuovo stabilimento, distante centinaia di Km, pena il licenziamento.
La definitiva chiusura del sito veneziano inciderebbe negativamente sull'economia di un territorio, già fortemente provato da una lunga crisi economica ed occupazionale, con pesanti ricadute sul piano sociale.
In tale contesto, la Prefettura di Venezia ha segnalato al Ministero dello Sviluppo Economico la necessità urgente che venga convocato un apposito tavolo, allo scopo di individuare delle soluzioni alternative alla chiusura dello stabilimento di Scorzé e al conseguente licenziamento dei lavoratori.
Nella giornata di ieri le maestranze, in assemblea permanente, hanno impedito l'accesso ai camion dell'azienda per il ritiro del materiale finito, da consegnare alle società committenti, in un clima di forte tensione.
La Prefettura di Venezia ha convocato in data odierna un apposito incontro, al fine di stabilire un concreto percorso volto alla salvaguardia del locale stabilimento ed al mantenimento dei livelli occupazionali, da presentare nell'ambito della riunione del tavolo nazionale, convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico per il 18 maggio p.v.
Nello specifico, dopo ampia discussione, è stato raggiunto un accordo, sintetizzato nei seguenti punti:

- la proprietà manifesta ufficialmente la volontà di vendere lo stabilimento sito in Scorzé con i macchinari, i terreni, i capannoni ed i relativi accessori. Tale processo verrà facilitato, attraverso l'intervento di Confindustria e delle Istituzioni locali, allo scopo di individuare i potenziali imprenditori acquirenti, nel rispetto delle procedure e delle disposizioni normative vigenti in materia;
- la proprietà si impegna a fornire, entro oggi, alla Prefettura la richiesta di parere da trasmettere al Direttore Provinciale dell'I.N.P.S., in ordine all'applicabilità, nel caso di specie, dell'istituto della cassa integrazione straordinaria. Si impegna altresì, come da richiesta, ad erogare ad ogni singolo lavoratore, non già percettore del trattamento della CIGS, per il mese di aprile, la somma di 1000 euro, a titolo di anticipazione spettanze future. All'esito del quesito, l'azienda produrrà il cedolino relativo a tale erogazione;
- le Organizzazioni sindacali si impegnano, nell'ambito dell'assemblea permanente, a garantire l'accesso, con effetto immediato, allo stabilimento degli operatori per l'effettuazione delle operazioni necessarie alla messa in sicurezza del sito, nonché al prelevamento graduale del materiale finito, nella quantità stabilita in 700 t. entro il 31 maggio 2017 e fino all'esaurimento successivo dello stesso, per far fronte agli impegni contrattuali della società.

 

Pubblicato il :

 Campagna nazionale contro le truffe agli anziani

Nell'ambito della campagna nazionale contro le truffe agli anziani, promossa dall'Associazione Nazionale Anziani e Pensionati di Confartigianato e dal Ministero dell'Interno, è stato organizzato da Confartigianato Anap Metropolitana di Venezia e Confartigianato San Donà di Piave, d'intesa con la Prefettura di Venezia e le Forze dell'Ordine, uno spettacolo dal titolo "Truffattori contro tutti" di e con Moreno Morello, che si terrà presso il teatro metropolitano "Astra" di San Donà di Piave sabato 20 maggio 2017 ore 17, con il patrocinio del Comune di San Donà di Piave.
Pubblicato il 09/05/2017 ultima modifica il 09/05/2017 alle 15:40:10

 
Torna su