Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Venezia

NOTIZIE

 

 74^ Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica ... misure di vigilanza e sicurezza

Si è svolta, questa mattina, in Prefettura la riunione conclusiva del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, alla quale hanno partecipato, oltre ai vertici delle Forze dell'Ordine, i rappresentanti del Comune di Venezia e della Fondazione La Biennale, per mettere a punto il dispositivo di sicurezza atto a garantire, anche in relazione al pericolo derivante dalla minaccia terroristica, il regolare svolgimento della 74^ Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica, nonché la tutela delle alte cariche dello Stato, tra cui il Presidente della Repubblica Italiana, e di altre personalità politiche, italiane e straniere, del mondo dell'economia, della cultura e dello spettacolo.
In particolare, si è convenuto, in linea con le recenti direttive ministeriali, di rafforzare ulteriormente il sistema di controllo, attraverso l'ampliamento delle zone di filtraggio delle persone e dei veicoli, con l'installazione di barriere fisse e mobili sul lungomare Marconi.
Nello specifico, verrà creata, nell'area destinata ad ospitare gli eventi della Mostra, una prima zona di rispetto sul perimetro esterno.
L'accesso a detta area sarà consentito attraverso dei varchi terrestri ed acquei, che prevedono una vigilanza fissa, nelle fasce orarie di maggiore interesse, con personale delle Forze dell'Ordine e di guardie particolari giurate armate, dotate di metal detector.
Ciò consentirà una preventiva azione di controllo ed eventuale interdizione per i mezzi e per le persone che intendono accedere nell'area di sicurezza interna, prossima alle sale del Palazzo del Cinema, dove sarà consentito l'ingresso solo ai soggetti in possesso di titolo.
E' stato implementato ulteriormente il sistema di videosorveglianza, soprattutto nelle aree circostanti non coperte dalle telecamere attivate dal Comune di Venezia.
Le telecamere saranno gestite da una centrale di controllo e supervisione, creata all'interno del Palazzo del Cinema, presidiata da un operatore h24, che garantirà anche la remotizzazione dei segnali alle sale operative delle Forze dell'Ordine.
Verrà attrezzata un'apposita sala che ospiterà una Centrale Operativa Interforze, attiva h24, con l'impiego di un operatore per ogni Forza di Polizia e di una unità della zona TLC, al fine di garantire, in caso di necessità, il supporto tecnico e gli interventi di ripristino urgente dei sistemi di comunicazione.
Verrà predisposto, a cura della Biennale, un adeguato servizio di informazione al pubblico.
Saranno ulteriormente intensificate le misure di prevenzione generale e di  controllo del territorio, nonché potenziato il dispositivo di sicurezza a tutela degli obiettivi sensibili e dei siti interessati dalla manifestazione, anche attraverso l'impiego delle UOPI della Questura e le SOS dei Carabinieri, unità antiterrorismo appositamente addestrate a rispondere in tempi rapidi ad attacchi di natura violenta.
Per la circostanza, verranno effettuati mirati servizi, terrestri ed acquei, di vigilanza fissa, nonché di pattugliamento, sia lungo il perimetro esterno che negli spazi lagunari e nei canali, che adducono e circondano l'area interessata dalla Rassegna.
Nei giorni della Mostra verrà assicurato un servizio di controllo del traffico veicolare, consentendo l'accesso al Lido solo ai mezzi autorizzati ed in determinate fasce orarie. Sul piano della mobilità, lungo il Ponte della Libertà, che costituisce la principale via di accesso alla Città di Venezia, verranno attivate, in via sperimentale, specifiche forme di controllo, finalizzate a ridurre la velocità, specie nell'ultimo tratto, attraverso l'istallazione, dopo il parcheggio comunale, di 3 new jersey, garantendo così una sorta di filtro, con rallentamento dei mezzi ed eventuale blocco degli stessi. Sul posto verrà dislocata una pattuglia dei militari con mezzo blindato, con il compito di controllare il regolare flusso veicolare ed intervenire tempestivamente in caso di necessità.
Verrà intensificata la vigilanza sugli esercizi alberghieri e sugli affittacamere, specie quelli abusivi, nelle autorimesse, nelle aree di parcheggio di autovetture e negli esercizi di autonoleggio, sensibilizzando i gestori a segnalare con immediatezza ogni situazione sospetta.
Sarà, inoltre, intensificata l'azione di controllo negli scali ferroviari di Venezia e Mestre, negli scali marittimi di Venezia e presso gli aeroporti Marco Polo e Nicelli, dove verrà assicurato un tempestivo flusso informativo in tempo reale in ordine agli arrivi, ai fini dei necessari controlli.
Nell'ambito della medesima riunione di Comitato, allargato ai Sindaci dei Comuni delle località balneari,  è stato inoltre effettuato un monitoraggio degli eventi e delle iniziative programmate sul territorio (Jesolo European Air Show, Festival Show - Mestre, Regata Storica e Premio Campiello), allo scopo di assicurare, tenuto conto dell'attuale clima di tensione internazionale e dei recenti attacchi terroristici, la massima cornice di sicurezza, attraverso la puntuale attuazione delle misure previste dalle direttive del Ministero dell'Interno.
In particolare, è stato pianificato il dispositivo di sicurezza da attivare in occasione dell'esibizione delle Frecce Tricolori, prevista a Jesolo il 26 e 27 agosto, con l'installazione di 63 varchi di accesso all'arenile dove sosterrà il pubblico, l'individuazione delle vie di fuga e di apposite zone esterne, da tenere libere per consentire il regolare deflusso, in caso di emergenza.
Per la circostanza, verrà realizzato un centro operativo, dove saranno presenti i rappresentanti di tutti gli Enti ed organismi preposti per il coordinamento degli interventi in eventuali situazioni di emergenza.
Al fine di regolare e monitorare gli accessi all'area, verrà assicurato un apposito servizio di steward, che fornirà al pubblico assistenza ed informazione, anche attraverso la diffusione sonora degli avvisi.
Verrà interdetto il traffico veicolare nelle zone interessate dalla manifestazione, mentre, per quanto riguarda l'assistenza sanitaria, è stato predisposto un apposito piano dell'ULSS 4, che prevede l'istituzione di un centro di comando unificato, di una postazione medica avanzata, con un potenziamento dei mezzi sanitari, anche NBCR, e l'intervento, in caso di emergenza, dell'elisoccorso. 
Il Sindaco del Comune di Jesolo, su indicazione della Prefettura, ha adottato un'ordinanza ai sensi dell'art. 54, comma 4, del D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, di divieto di detenzione di bevande contenute in bottiglie di vetro o in lattine, nonché la somministrazione in bicchieri di vetro, in tutto il territorio del Lido di Jesolo,  dalle ore 11.00 del 26 agosto alle ore 20.00 del 27 agosto 2017.
Nell'ambito del Comitato è stata altresì affrontata, a seguito dei gravi fatti di Barcellona, la problematica connessa alla sicurezza dei centri abitati delle località turistico-balneari, particolarmente affollati durante il periodo estivo.
Nello specifico, si è convenuto di individuare da subito, con il supporto tecnico della Questura e delle altre Forze dell'Ordine, delle soluzioni (new jersey, barriere mobili o dissuasori mobili a scomparsa), per impedire l'accesso dei veicoli alle aree pedonali.
I Sindaci dei Comuni della costa del Veneto Orientale hanno rappresentato la necessità che, a livello centrale, venga autorizzata la possibilità di utilizzare il 10% dell'avanzo di bilancio per la sicurezza delle città, auspicando altresì il superamento dei rigidi vincoli del Patto di Stabilità per assumere in deroga più agenti della Polizia Municipale, le cui assunzioni sono bloccate dal 2010, al fine di garantire una maggiore sicurezza e contrastare in modo più incisivo il fenomeno dell'abusivismo commerciale.
Pubblicato il :

 Avviso per progetti di accoglienza di minori stranieri non accompagnati

Avviso per progetti di accoglienza di minori stranieri non accompagnati.
Il ministero dell'Interno ha adottato un avviso, con una dotazione complessiva di 52.030.000 euro, per la realizzazione di progetti destinati alla prima accoglienza di minori stranieri non accompagnati. 
Tali interventi andranno a potenziare il sistema nazionale di accoglienza in favore di questo target particolarmente vulnerabile e si aggiungeranno ai 20 progetti già finanziati dal Fami con l'avviso prot. n. 6715 del 22/04/2016.

Le proposte dovranno essere inviate esclusivamente mediante procedura telematica attivata su https://fami.dlci.interno.it . Solo a partire dalle ore 12.00 dell'11 agosto 2017, sarà possibile registrarsi al sito e accedere alla procedura.

Un Help Desk consentirà di ricevere informazioni in sede di proposizione delle proposte progettuali.

Pubblicato il :

 Interventi per il maltempo del 10 agosto 2017

Nel pomeriggio del 10 agosto una tromba d'aria ha colpito parte del territorio della provincia di Venezia e, in particolare, il litorale che si estende da Chioggia a Bibione oltre alle zone del portogruarese e  di San Donà di Piave.
Alberi ed arredi urbani, divelti dal vento, si sono abbattuti ovunque, ostacolando la circolazione stradale e provocando numerosi danni anche ad infrastrutture del gas e dell'energia elettrica: all'origine dei black-out che hanno interessato l'area che va da San Donà a Portogruaro.
I Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Venezia, tuttora impegnati nelle lunghe e complesse operazioni di rimozione degli alberi, si sono prodigati ininterrottamente per tutta la notte con l'impiego di 21 squadre e raddoppio dei turni di lavoro.
Gli interventi finora portati a termine sono oltre 200 anche se ne restano circa 130 da completare a breve.
Per coadiuvare i Vigili del Fuoco nelle operazioni di rimozione degli alberi abbattuti, la Regione Veneto ha messo a disposizione circa 30 operai, dipendenti dalle unità forestali della regione veneto.
A supporto dei Gruppi di volontariato di Protezione Civile dei Comuni interessati dal maltempo, prontamente intervenuti, la Regione Veneto ha attivato a supporto ulteriori squadre di volontari, per un totale di circa 250 unità.
Nel Comune di Cavallino-Treporti, il più colpito della zona, è stata istituita dai Vigili del Fuoco una unità di Comando Locale (U.C.L.) per meglio coordinare i diversi interventi richiesti.
Inoltre, a causa dei gravi danni subiti, sono stati sfollati dai locali campeggi, circa 97 turisti, ospitati dal comune nel locale Palazzetto dello Sport.
Circa un centinaio gli interventi del SUEM, tra cui si segnala una turista trasportata in codice rosso all'ospedale di Treviso con l'elicottero.

 

Pubblicato il :

 Calendario festività religiose ebraiche - anno 2018

Sulla Gazzetta Ufficiale del 27 giugno 2017, con successiva rettifica pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 24 luglio 2017, sono stati pubblicati i comunicati relativi al calendario delle festività religiose ebraiche per l'anno 2018.
Il calendario si applica al personale dipendente da pubbliche amministrazioni,da enti pubblici e privati nonché allo svolgimento di prove di concorso e di esami scolastici.
Pubblicato il 08/08/2017 ultima modifica il 08/08/2017 alle 12:41:44

 
Torna su