Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Venezia

Cittadinanza

UFFICIO CITTADINANZA
AVVISO
Cittadinanza italiana - Decreto Sicurezza
Dal 5 ottobre, di seguito al Decreto Sicurezza D.L. 04/10/2018 il contributo, al cui pagamento sono soggette le istanze per la concessione della cittadinanza italiana è di importo pari a 250 euro.  Sempre a decorrere dal 05/10/2018, ai sensi della medesima normativa, il termine di definizione di tutti i procedimenti in corso di cui agli articoli 5 e 9 è di quarantotto mesi  dalla data di presentazione della domanda.
 
Dal 04/12/2018 tutte le istanze inserite (art. 5 e 9) dovranno contenere l'attestazione o la certificazione del livello B1 relative alla conoscenza della lingua italiana. ( Scarica il documentovedasi circolare 666 del 25/01/2019 )
 
IMPORTANTE: si raccomanda di consultare spesso sia la casella di posta elettronica collegata alla propria domanda di cittadinanza, sia le Comunicazioni inserite nel portale https://nullaostalavoro.dlci.interno.it che si possono visualizzare accedendo con le credenziali utilizzate per l'invio della richiesta di cittadinanza.
 
Cosa deve fare il cittadino
Il richiedente compilerà la domanda, utilizzando le credenziali d'accesso ricevute a seguito di registrazione sul portale dedicato al seguente indirizzo https://nullaostalavoro.dlci.interno.it/  (procurarsi lo SPID ), e la trasmetterà in formato elettronico, insieme ad un documento di riconoscimento, agli atti formati dalle autorità del Paese di origine (atto di nascita e certificato penale) e alla ricevuta del pagamento del contributo di euro 250,00 previsto dalla legge n. 94/2009.
 
Il servizio cittadinanza del Ministero dell'Interno, con nota prot. 1641 del 09/01/2019 ha comunicato che, nelle more dell'emanazione del D.P.C.M. di cui all'art.3 bis del decreto legislativo 7 marzo 2005 n.82 (CAD) sarà ancora possibile accedere al sistema con le suddette credenziali.
 
Si può inoltre accedere mediante il sistema SPID registrandosi presso un ID provider tra quelli rinvenibili sul sito dell'AgID (www.agid.gov.it)
 
Sull'homepage del portale, pertanto, l'utente si autenticherà tramite SPID, selezionando la voce "Entra con SPID" e visualizzerà i servizi cui potrà accedere.
 
Sarà anche prevista, per permettere agli utenti di continuare ad agire sul sistema, una funzionalità attraverso la quale l'interessato con identità SPID potrà associare la nuova utenza a quella precedentemente utilizzata, inserendo i propri dati persona, in modo tale da non perdere lo storico delle domande già effettuate.
 
Si rammenta che a decorrere dal giorno 18 giugno 2015 l'invio delle istanze dovrà avvenire esclusivamente in via telematica.
 
Per qualsiasi informazione o richiesta di appuntamento si invita a contattare la seguente email: cittadinanza(at)prefetturavenezia.it  o P.E.C.: cittadinanza.prefve(at)pec.interno.it
 


La cittadinanza italiana si basa sul principio dello "ius sanguinis" (diritto di sangue), per il quale il figlio nato da padre italiano o da madre italiana è italiano.
I cittadini stranieri, tuttavia, possono acquistarla se in possesso di determinati requisiti.
La materia è attualmente regolata dalla legge n. 91 del 5 febbraio 1992 e successivi regolamenti.
In base a questi è possibile individuare due tipologie di concessione:
  1. CONCESSIONE PER MATRIMONIO (art. 5 L. 91 del 5 febbraio 1992)
  2. CONCESSIONE PER RESIDENZA (art. 9 L. 91 del 5 febbraio 1992 )
 
Dirigente Dell'Area:Dott. Tommaso MONDELLO
Email Dirigente Dell'Area: tommaso.mondello(at)interno.it

Ufficio Cittadinanza

Ufficio concessione cittadinanza italiana
Ricevimento: Per appuntamento
Ubicazione dell'Ufficio: Sede Centrale (Ca' Corner - San Marco, 2661) - Primo piano
Email dell'ufficio:
 

1) CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA ITALIANA A CITTADINI STRANIERI CONIUGATI CON ITALIANI (art. 5 L. 91 del 5 febbraio 1992)
Chi può fare la richiesta :
Lo straniero coniugato con un cittadino/a italiano/a e residente legalmente in Italia da almeno due anni dalla data del matrimonio (1 anno in caso di figli natti o adottati da ENTRAMBI i coniugi), ovvero, se residente all'estero,  dopo tre anni dalla data del matrimonio, purché nei predetti periodi non siano intervenuti scioglimento, annullamento o cessazione degli effetti civili del matrimonio e non sussista separazione legale.
Cosa fare :
Per le modalità pratiche si prega di visionare la guida sottostante

 

 
2) CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA ITALIANA A CITTADINI STRANIERI RESIDENTI IN ITALIA (art. 9 L. 91 del 5 febbraio 1992 )
Chi può fare la richiesta :
  • Lo straniero non comunitario che risiede legalmente da almeno 10 anni nel territorio italiano;
  • Il cittadino di uno Stato membro della Comunità Europea se risiede legalmente da almeno quattro anni nel territorio italiano;
  • L'apolide e il rifugiato politico che risiede legalmente da almeno 5 anni nel territorio italiano;
  • Lo straniero del quale il padre o la madre o uno degli ascendenti in linea retta di secondo grado sono stati cittadini per nascita, o che è nato nel territorio della Repubblica e, in entrambi i casi, vi risiede legalmente da almeno 3 anni;
  • Lo straniero maggiorenne adottato da cittadino italiano che risiede legalmente nel territorio italiano da almeno 5 anni successivamente all'adozione;
  • Lo straniero che ha prestato servizio, anche all'estero, per almeno 5 anni alle dipendenze dello Stato Italiano.
Cosa fare :

Per le modalità pratiche si prega di visionare la guida sottostante:
 
 
 
Termine di conclusione del procedimento di tutte le pratiche in corso: 48 mesi.
 
Moduli:
 
Riferimenti normativi:
  • Legge 5 febbraio 1992, n. 91
  • D.P.R. 12 ottobre 1993, n. 572
  • D.P.R. 18 aprile 1994, n. 362
  • Legge 15 luglio 2009, n. 94
  • Circolare Ministeriale 06 Agosto 2009 n.10652

Data pubblicazione il 26/09/2006
Ultima modifica il 20/01/2020 alle 11:47

 
Torna su