Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Varese

NOTIZIE

 

 9° CENSIMENTO GENERALE DELL’INDUSTRIA E DEI SERVIZI - GIORNATA FORMATIVA A VARESE

29 ottobre 2012 Nella giornata odierna, presso l’Aula Magna dell’Università dell’Insubria di Varese, si è tenuto una giornata di formazione, organizzata dalla Prefettura di Varese in collaborazione con l’Istat regionale , alla quale hanno partecipato gli addetti al coordinamento della rilevazione relativa delle istituzioni pubbliche nell’ambito del 9° Censimento Generale dell’industria e dei servizi.
Dopo un saluto di benvenuto ed un ringraziamento per la numerosa partecipazione resi dal Prefetto Giorgio Zanzi, ai rappresentanti dei 141 Comuni della provincia e degli altri enti coinvolti sono state illustrate le finalità della rilevazione e descritte le modalità di compilazione del modulo di censimento on line messo a disposizione dall’Istat.
296ottobre2012 L’obiettivo è quello di aggiornare il prezioso patrimonio informativo nazionale, indispensabile per rappresentare in modo puntuale e dinamico il mondo delle imprese, del non profit e delle istituzioni pubbliche. Per tutte le rilevazioni il termine delle operazioni censuarie è fissato al 20 dicembre 2012 ; i dati saranno diffusi sul sito web dell'Istat entro la seconda metà del 2013.
 
                                                 IL CAPO DI GABINETTO
                                                       (BOLOGNESI)
Pubblicato il 29/10/2012 ultima modifica il 30/10/2012 alle 09:45:26

 TUTELA DEI LAGHI MAGGIORE E DI LUGANO. RIUNITA A VARESE LA COMMISSIONE ITALO-SVIZZERA CIPAIS

 
Identificare le situazione di criticità delle acque comuni, metterne in luce le cause, la dinamica e gli effetti con ricerche mirate, proporre, attraverso raccomandazioni ai rispettivi Governi, le misure più appropriate per la protezione dall’inquinamento e il recupero degli ambienti compromessi. Questa la mission della commissione internazionale per la protezione delle acque italo-svizzere (CIPAIS), che ha tenuto oggi la XL riunione presso il salone Estense, sede del comune di Varese.
Presenti, oltre al prefetto Giorgio Zanzi , i due capi delegazione: per l’Italia, il direttore centrale per i Diritti civili, la cittadinanza e le minoranze Angelo di Caprio e, per la Conferedeazione elevetica, il vicedirettore dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) Willi Geiger .
 Nel corso della plenaria, sono stati approvati i rapporti annuali sulle ricerche effettuate nel 2011 e gli stati di avanzamento delle indagini 2012 svolte per conto della commissione sullo stato delle acque dei laghi Maggiore, di Lugano e dei loro principali tributari, i cui risultati sono consultabili sul sito www.cipais.org .

Ad oggi sono stati prodotti 78 rapporti, annuali e quinquennali, sulla situazione limnologica dei due laghi, ai quali se ne aggiungono altri 7 riguardanti questioni specifiche come l’aggiornamento dello stato di realizzazione delle opere di depurazione nel territorio e la mappatura della situazione delle rive lacustri in termini di fruibilità e qualità ecologica.

L’elevato valore diagnostico delle serie storiche dei dati acquisiti ha premesso di indirizzare al meglio gli interventi di risanamento e gestione del territorio. Gli studi hanno, inoltre, consentito di evidenziare i nuovi fattori di rischio per le acque comuni e le problematiche aperte dai cambiamenti climatici e di loro riflessi sulla fisica, chimica e biologia dei due ecosistemi nonché sulla qualità delle acque.
Tenuta sotto costante monitoraggio anche la presenza di sostanze inquinanti, come il DDT nel lago Maggiore, la cui evoluzione storica nel lungo periodo fa tuttavia registrare una tendenza alla costante diminuzione nei vari comparti ambientali.

Per rendere più funzionale la propria attività, aggiornandone gli obiettivi secondo le nuove esigenze dettate dal recente quadro normativo comunitario e condivise anche dalle autorità svizzere, la commissione internazionale ha avviato la definizione di un ‘proprio piano d’azione’, contenente obiettivi strategici comuni ed un nuovo sistema di verifica dei risultati mediante un pannello di controllo per i due laghi. Confermato, inoltre, un sistema di divulgazione che privilegia la diffusione dei dati sul web.
Dando, infine, il via libera al nuovo programma di ricerche per il triennio 2013-2015, la CIPAIS si è data appuntamento per il prossimo anno a Bellinzona, il 24 e 25 ottobre.
                                                                                     IL CAPO DI GABINETTO                                                                                                (Bolognesi)

 

 
Pubblicato il :

 
Torna su