Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Varese

NOTIZIE

 

 ACCOGLIENZA MINORI NON ACCOMPAGNATI

Avviso Pubblico del Ministero dell'Interno di Bando per il miglioramento della capacità del territorio italiano di accogliere minori stranieri non accompagnati.
 
Pubblicato il :

 ACCOGLIENZA CITTADINI STRANIERI MIGRANTI

AVVISO PUBBLICO
 
MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER  L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOGLIENZA IN FAVORE DI CITTADINI STRANIERI RICHIEDENTI  PROTEZIONE INTERNAZIONALE (ANNO 2015)
 

 Questa Prefettura, nell’eventualità che si protragga l’afflusso di cittadini stranieri che sta interessando il territorio nazionale, intende espletare un’indagine conoscitiva fra gli Enti pubblici nonché di  mercato nell'ambito del privato ­ sociale per l'individuazione di strutture idonee ad accogliere, a decorrere dal 1° Gennaio 2015 e fino a cessate esigenze, cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale in attesa di inserimento nei centri governativi ovvero nel circuito SPRAR.

  Le predette strutture dovranno avere una capacità ricettiva minima di 5 ospiti.

 Il gestore dovrà assicurare agli ospiti stranieri i seguenti servizi obbligatori:

 - Vitto (rispettoso dei principi e abitudini alimentari) e  alloggio

- Gestione amministrativa degli  ospiti;

- Assistenza generica alla persona compresa la mediazione linguistica, l'informazione, primo orientamento ed assistenza alla formalizzazione della richiesta di protezione internazionale;

- Servizio di pulizia;

- Fornitura di biancheria e abbigliamento adeguato alla stagione;

- Prodotti per l'igiene personale;

- Pocket money pro-capite di €. 2,50 (due/50) al giorno;

- Tessera ricarica telefonica di € 15,00 (quindici/00) all'ingresso.

Il prezzo del servizio, fatti salvi eventuali aggiornamenti da parte del Ministero dell’Interno, non potrà essere superiore a € 35,00 oltre IVA, se dovuta, pro die e pro-capite.


Potranno manifestare il proprio interesse i soggetti indicati all'articolo 34 del D. Lgs. 163/2006  e ss.mm.ii., oltre ad Enti pubblici, Associazioni riconosciute e non  riconosciute, Fondazioni ed  altri organismi che  abbiano nei  propri fini  istituzionali quello di  operare in  un settore di  intervento pertinente con  i  servizi di  assistenza e di accoglienza alla persona, purché:

 -      non versino in situazioni ostative alla stipula di contratti con le pubbliche amministrazioni (D. Lgs. 163/2006);

-      siano iscritti presso la competente C.C.I.A.A. competente ovvero in albi e registri secondo la rispettiva natura giuridica;

-      abbiano la disponibilità di strutture ubicate nell'ambito del territorio della provincia di Varese con  una capacità ricettiva minima di 5persone;

I soggetti interessati sono invitati a presentare la propria manifestazione d’interesse che dovrà pervenire, esclusivamente tramite P.E.C., al seguente indirizzo: contratti.prefva(at)pec.interno.it
                                                                                                                                                     
Il presente avviso ha scopo esclusivamente esplorativo e non comporta l'instaurazione di posizioni giuridiche od  obblighi negoziali nei  confronti della Prefettura di  Varese,

 Eventuali chiarimenti esclusivamente circa la manifestazione d’interesse possono essere richiesti all'indirizzo mail: contratti.prefva(at)pec.interno.it



 Varese, 19.12.2014

                                                                                                             
 

                                                                                  IL PREFETTO

                                                                                          (Giorgio Zanzi)

Pubblicato il :

 SOSPENSIONE SERVIZIO PRENOTAZIONE ON LINE SPORTELLO CITTADINANZA

PRENOTAZIONE ON LINE SPORTELLO CITTADINANZA

 
 
AVVISO AL PUBBLICO


 SI COMUNICA CHE, PER ESIGENZE ORGANIZZATIVE DELL’UFFICIO, NEI MESI DI GENNAIO E FEBBRAIO 2015, IL SERVIZIO DI PRENOTAZIONE APPUNTAMENTI ON LINE PER LA CITTADINANZA RESTERA’ SOSPESO.

SI RICORDA QUANTO SEGUE.
 
L’ISTANZA PER L’OTTENIMENTO DELLA CITTADINANZA PUO’ ESSERE TRASMESSA ALLA PREFETTURA DI VARESE, SENZA NECESSITA’ DI UN PREVIO APPUNTAMENTO, INOLTRANDOLA A MEZZO DEL SERVIZIO POSTALE (RACCOMANDATA A/R INDIRIZZATA ALLA PREFETTURA U.T.G. DI VARESE PIAZZALE LIBERTA 1, 21100 VARESE) OVVERO DEPOSITANDOLA PRESSO L’UFFICIO PROTOCOLLO DI QUESTA PREFETTURA, SEDE PIAZZALE LIBERTA’ 1, PIANO II, STANZA N. 8 (ORARI DI APERTURA: LUNEDI’ 9-12, MERCOLEDI’ 9-12, GIOVEDI’ 15-17, VENERDI’ 9-12).

L’UFFICIO PROTOCOLLO ACCETTA SOLO  ISTANZE CONTENUTE IN PLICO CHIUSO E SIGILLATO E NON FORNISCE ALCUNA INFORMAZIONE SULL’ISTRUTTORIA DELLE PRATICHE.

PER OTTENERE INFORMAZIONI E COLLABORAZIONE PER LA CORRETTA COMPILAZIONE DELL’ ISTANZA DI CITTADINANZA, E’ POSSIBILE RIVOLGERSI AL SERVIZIO DI INFORMAZIONE E ASSISTENZA FORNITO DAGLI SPORTELLI PROVINCIALI IMMIGRAZIONE.

LE INDICAZIONI SULL’UBICAZIONE E SUGLI GLI ORARI DI APERTURA DEGLI SPORTELLI  SONO DISPONIBILI SUL SEGUENTE SITO INTERNET:

http://www.prefettura.it/FILES/AllegatiPag/1222/Sportelli_provinciali_immigrazione.pdf

L’UFFICIO CITTADINANZA PUO’ ESSERE CONTATTATO VIA EMAIL AL SEGUENTE INDIRIZZO:

cittadinanza.pref_varese(at)interno.it

POTRANNO ESSERE RICHIESTE VIA EMAIL SOLO INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERICO RELATIVE ALLA DOCUMENTAZIONE DA PRODURRE PER LE ISTANZE DI CONFERIMENTO DELLA CITTADINANZA.

INFORMAZIONI SULLO STATO DELLA PROPRIA ISTANZA DI CITTADINANZA POSSONO ESSERE COMUNQUE ACQUISITE ON LINE ACCEDENDO AL SITO https://cittadinanza.interno.it CON L'INSERIMENTO DEL CODICE IDENTIFICATIVO DELLA PROPRIA DOMANDA
 
                                                      F.TO IL VICEPREFETTO AGGIUNTO
                                                                  ( DE DONNO )

Pubblicato il :

 RIUNIONE IN PREFETTURA PER LA PROMOZIONE DELLE AZIONI DI CONTRASTO AL LAVORO IRREGOLARE E PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SUL LAVORO

L’analisi dei risultati delle azioni coordinate volte al contrasto delle varie forme di lavoro irregolare e alla prevenzione degli infortuni dei lavoratori, promosse nel corso del corrente anno, è stato l’argomento della riunione della Conferenza provinciale Permanente che si è tenuta oggi presso la Prefettura di Varese.

Durante l’incontro, presieduto dal Prefetto, cui hanno partecipato i responsabili delle Forze di Polizia territoriali, dell’Azienda Sanitaria Locale di Varese, della Direzione Territoriale del Lavoro, dell’I.N.A.I.L. e dell’I.N.P.S., sono state condivise le strategie operative da implementare già a partire dal corrente mese, finalizzate a orientare specifiche azioni di controllo volte a prevenire lo svolgimento di attività lavorativa senza il rispetto della normativa giuslavoristica, integrative rispetto a quelle già attuate durante l’anno.

Quanto sopra tenendo conto anche dell’andamento generale del fenomeno infortunistico, sovente associato al lavoro irregolare, che denota in provincia una ulteriore lieve diminuzione tendenziale  rispetto allo scorso anno.

Dall’analisi dei dati, relativi ad una realtà territoriale a forte vocazione industriale manifatturiera, si rileva che il maggior numero degli infortuni riguarda lavoratori della fascia di età compresa tra i 35 e i 49 anni, impiegati soprattutto in aziende attive nei settori metalmeccanico, metallurgico, della lavorazione del legno, edile e sanitario.

Statisticamente il 70% circa degli incidenti sul lavoro ha riguardato lavoratori di sesso maschile.

A seguito delle analisi svolte nel corso della riunione, al fine di migliorare ulteriormente l’azione preventiva in atto, in considerazione della rilevanza che assumono i casi di incidenti sul lavoro  avvenuti alla guida di autoveicoli sia nello svolgimento di attività lavorativa principale implicante l’uso di automezzi, sia in itinere, è stata condivisa l’opportunità di valutare iniziative formative dirette ai lavoratori sul tema della sicurezza stradale e del rispetto delle regole del codice della strada.

Nel corso delle attività ispettive, che grazie alle collaborazione instauratesi nel tempo avvengono normalmente in sinergia tra la Direzione Territoriale del Lavoro, l’Azienda Sanitaria Locale e l’I.N.A.I.L., sarà posta attenzione non solo alla correttezza delle modalità di costituzione del rapporto lavorativo, ma anche al rispetto degli orari di lavoro stabiliti.

Per promuovere la cultura della sicurezza sul lavoro sarà altresì data ampia divulgazione ai bandi ISI dell’I.N.A.I.L. di finanziamento  in conto capitale -fino al 50% di progetti aziendali finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Pubblicità verrà anche data alle previsioni di cui all’art. 24 del Decreto del Ministero del Lavoro del 12 dicembre 2000 ove vengono stabilite agevolazioni tariffarie sui premi dell’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali per le imprese che abbiano realizzato interventi volti a migliorare la sicurezza sui luoghi di lavoro.
5 dicembre 2014

                                                          IL CAPO DI GABINETTO

                                                                  (Bolognesi)
Pubblicato il 05/12/2014
Ultima modifica il 05/12/2014 alle 15:33:27

 UFFICI DELLA PREFETTURA - AVVISO AL PUBBLICO

SI INFORMA CHE, PER RAGIONI ORGANIZZATIVE, MERCOLEDI' 31 DICEMBRE, VENERDI' 2 GENNAIO E LUNEDI' 5 GENNAIO PP.VV. GLI UFFICI RESTERANNO CHIUSI AL PUBBLICO.
 
Varese 3 dicembre 2014 
                                           f.to IL VICEPREFETTO VICARIO
                                                       Polichetti
 
 
 
 
Pubblicato il :

 RIUNIONE IN PREFETTURA PER ESAMINARE LE POSSIBILI MODALITÀ DI REGIMENTAZIONE DELLE ACQUE DEL LAGO DI GHIRLA

L’analisi delle possibili sinergie operative da implementare nel bacino idrografico del fiume Margorabbia nei casi di intense precipitazioni atmosferiche, con particolare riguardo al bacino imbrifero del Lago di Ghirla e degli invasi di Ganna e Ferrera, è stata l’oggetto della riunione delle Conferenza provinciale Permanente tenutasi in Prefettura a Varese.
All’incontro, presieduto dal Prefetto Giorgio Zanzi, hanno partecipato i Sindaci dei Comuni di Valganna, Cunardo, Ferrera di Varese, Mesenzana, Brissago Valtravaglia, Montegrino Valtravaglia, Germignaga, Luino, Grantola e Cassano Valcuvia.
Erano presenti anche i rappresentanti della Regione Lombardia, della Provincia di Varese, delle Comunità Montane “Valli del Verbano” e del “Piambello”, della società di depurazione “Valmontina”, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, ARPA e dei due gestori di altrettanti impianti di produzione di energia elettrica “ENEL Green Power” e “Idroferrera S.r.l”.
Grazie alla riunione è stato possibile esaminare le peculiarità del contesto idraulico afferente il fiume Margorabbia ed il Lago di Ghirla (soggetto alla vigilanza della Regione Lombardia) sito di valenza turistica limitrofo ad un sito di interesse ambientale comunitario ai sensi della direttiva 92/43, che garantisce anche accumuli idrici utili per la produzione di energia elettrica e assolve altresì, allo stato secondo modalità naturali, a funzioni di laminazione parziale delle piene dei corsi d’acqua a valle.
Molteplici sono stati gli approfondimenti svolti al termine dei quali si è convenuto che, sotto il coordinamento tecnico di Regione Lombardia-STER Varese, in collaborazione con le società “ENEL Green Power” e “Idroferrera S.r.l”, venga svolta una preliminare valutazione degli organismi tecnici finalizzata alla verifica della significatività degli effetti, avendo riguardo ai livelli del fiume Margorabbia, che potrebbero determinarsi a seguito di interventi operativi variabili sugli sbarramenti presenti, in modo da accrescerne l’azione di laminazione delle piene a valle del bacino imbrifero.
Lo studio preliminare permetterà inoltre di valutare i soggetti che potrebbero essere chiamati ad operare per raggiungere gli obiettivi di regolazione/laminazione che saranno individuati.
1 dicembre 2014
                                             IL CAPO DI GABINETTO
                                                      (Bolognesi)
Pubblicato il 01/12/2014
Ultima modifica il 04/12/2014 alle 10:22:05

 
Torna su