Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Udine

Notizie Protezione Civile

 

 APPROVATO IL PIANO DI EMERGENZA ESTERNA DELLO STABILIMENTO TUTTOGAS S.P.A. DI TAVAGNACCO (UD)

È stato approvato questa mattina in Prefettura il Piano di emergenza esterna dello stabilimento Tuttogas  S.p.A. in Comune di Tavagnacco (UD), adibito a deposito commerciale di GPL (gas di petrolio liquefatti).

Il Piano – primo in provincia di Udine ad essere redatto ai sensi dell'art. 21 del nuovo decreto legislativo 26 giugno 2015, n. 105, entrato in vigore lo scorso 29 luglio – vede coinvolti, nella sua attuazione, oltre al gestore dell’impianto, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Udine, l'ARPA del Friuli Venezia Giulia, la Centrale Operativa 118 di Udine, i Comuni di Tavagnacco e Pagnacco, le Forze dell'Ordine, la competente Azienda per l’Assistenza Sanitaria, la Regione Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Udine, le associazioni di volontariato di protezione civile e di soccorso sanitario.

Il Piano prevede e definisce le diverse procedure d'intervento per fronteggiare i rischi connessi a possibili eventi incidentali che, originandosi all'interno dell'impianto, potrebbero dar luogo ad un pericolo grave per le persone, l'ambiente e le cose presenti all'esterno.

Particolare attenzione è stata dedicata alle azioni da svolgere, preventivamente, per l’informazione alla popolazione residente nelle vicinanze dello stabilimento e agli insediamenti produttivi ivi situati, nonché, in caso di emergenza, alle procedure da attivare per minimizzare le conseguenze dannose di un eventuale incidente rilevante, ivi compreso il blocco della circolazione sul casello autostradale di Udine Nord, limitrofo al deposito di GPL.

Il Prefetto della provincia di Udine, dott. Vittorio Zappalorto, nell’approvare il Piano, ha evidenziato l’importanza di effettuare a breve una sperimentazione del medesimo documento di protezione civile, al fine di testare soprattutto la funzionalità e tempestività dei sistemi di comunicazione di allarme, in considerazione della rapida dinamica che potrebbe caratterizzare l’evento incidentale considerato.


Udine, 15 dicembre 2015

Pubblicato il :

 
Torna su