Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Udine

Notizie Protezione Civile

 

 APPROVATO IL PIANO DI EMERGENZA ESTERNA DELLO STABILIMENTO DIGAS S.P.A. DI COLLOREDO DI MONTE ALBANO

Il 17 febbraio 2015 è stato approvato dal Prefetto di Udine il Piano di emergenza esterna dello stabilimento DIGAS S.r.l. in Comune di Colloredo di Monte Albano, adibito al deposito di gas di petrolio liquefatti (GPL).

Il Piano, redatto ai sensi dell'art. 20 del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334, vede coinvolti, nella sua attuazione, oltre al gestore dell’impianto, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Udine, l'ARPA del Friuli Venezia Giulia, il Servizio di emergenza sanitaria 118 di Udine, il Comune di Colloredo di Monte Albano, le Forze dell'Ordine, la competente Azienda per l’Assistenza Sanitaria, la Regione Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Udine, le associazioni di volontariato di protezione civile e di soccorso sanitario.

Il Piano prevede e definisce le diverse procedure d'intervento per fronteggiare i rischi connessi a possibili eventi incidentali che, originandosi all'interno dell'impianto, potrebbero dar luogo ad un pericolo grave per le persone, l'ambiente e le cose presenti all'esterno.
Pubblicato il :

 APPROVATO IL PIANO DI EMERGENZA ESTERNA DELLO STABILIMENTO SIAD S.P.A. DI CARLINO

È stato approvato questo pomeriggio in Prefettura il Piano di emergenza esterna dello stabilimento Società Italiana Acetilene & Derivati (SIAD)  S.p.A. in Comune di Carlino, adibito alla produzione e deposito di gas tecnici.

Il Piano, redatto ai sensi dell'art. 20 del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334, vede coinvolti, nella sua attuazione, oltre al gestore dell’impianto, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Udine, l'ARPA del Friuli Venezia Giulia, il Servizio di emergenza sanitaria 118 di Udine, il Comune di Carlino, le Forze dell'Ordine, la competente Azienda per l’Assistenza Sanitaria, la Regione Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Udine, le associazioni di volontariato di protezione civile e di soccorso sanitario.

Il Piano prevede e definisce le diverse procedure d'intervento per fronteggiare i rischi connessi a possibili eventi incidentali che, originandosi all'interno dell'impianto, potrebbero dar luogo ad un pericolo grave per le persone, l'ambiente e le cose presenti all'esterno.

Udine, 9 febbraio 2015
Pubblicato il :

 
Torna su