Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Udine

Comunicati Stampa

 

 SESSANT'ANNI DELLE FRECCE TRICOLORI: PRESENTATE LE MISURE DI SICUREZZA E VIABILITA'

 
In una conferenza stampa indetta dalla Prefettura di Udine presso la base aerea di Rivolto (UD) sono state presentate le misure di sicurezza legate all'organizzazione dell'evento celebrativo del sessantesimo anniversario dalla fondazione delle Frecce Tricolori.

La manifestazione aerea, inizialmente programmata nel 2020 e rinviata per l'emergenza pandemica, si terrà a Rivolto i giorni 18 e 19 settembre 2021 con partecipazione del pubblico considerevolmente limitata (8.500 spettatori in un'area di 300.000 mq per ciascuna giornata) e garantita unicamente a seguito di registrazione online ( www.freccetricolori60.it ), necessaria per il rilascio di un QR code di ingresso.

A ciascun spettatore registrato sarà inoltre richiesto, prima di accedere in aeroporto, il possesso di certificazione verde COVID-19 ( Green Pass ) in corso di validità.

I detentori di QR code di ingresso, che risulteranno sprovvisti di Green Pass , seppur regolarmente registrati, non potranno in nessun modo accedere alla base per assistere all'evento.

Il Prefetto Massimo Marchesiello, durante la conferenza stampa, ha evidenziato l'impegno massimo profuso dall'Aeronautica militare, nella persona Comandante del 2° Stormo Col. Marco Bertoli, in qualità di organizzatrice dell'evento, e delle altre istituzioni statali, regionali e locali al fine di raggiungere l'obiettivo di contemperare al meglio l'interesse degli appassionati sostenitori della Pattuglia Acrobatica Nazionale e dell'Aeronautica in generale con le misure di contrasto al diffondersi del coronavirus.

Il dispositivo di sicurezza ha dovuto anche tener conto della prevista partecipazione alla manifestazione, nella giornata di sabato 18, del Presidente della Repubblica e del Presidente del Senato, nonché delle più alte Autorità militari.

Durante la conferenza stampa il Comandante del 2° Stormo ha presentato lo sviluppo delle due giornate di esibizione, mentre il Comandante della Polizia stradale di Udine, Alessandro De Ruosi, ha illustrato la cornice delle misure di viabilità adottate in sinergia tra Prefettura, Forze di polizia e Sindaci dei comuni interessati, al fine di limitare l'afflusso e lo stazionamento delle persone non autorizzate nelle aree limitrofe all'aeroporto, misure necessarie anche a garantire idonee vie di fuga in caso di soccorsi.

Al termine della conferenza hanno preso la parola il Sindaco del comune di Codroipo, Fabio Marchetti, ove ha sede la base aerea, per ricordare lo storico legame delle Frecce Tricolori e della base di Rivolto col territorio, ed il Vicepresidente della Regione Friuli Venezia Giulia Riccardo Riccardi per un plauso allo spirito di collaborazione istituzionale tra tutti i soggetti chiamati alla riuscita di questo evento, buon viatico per la ripresa in sicurezza di manifestazioni di grande richiamo in una fase, si auspica, terminale della pandemia.

Udine, 14 settembre 2021
Pubblicato il
:

 Protocollo d'intesa per l'attuazione di un programma di razionalizzazione e valorizzazione di immobili pubblici nel Comune di Cividale del Friuli

 
Oggi presso la Prefettura di Udine è stato stipulato un "Protocollo d'intesa per l'attuazione di un programma di razionalizzazione e valorizzazione di immobili pubblici nel Comune di Cividale del Friuli", sottoscritto dal Prefetto di Udine dott. Massimo Marchesiello, dal Direttore regionale dell'Agenzia del Demanio dott. Fabio Pisa, dal Sindaco del Comune di Cividale del Friuli dott.ssa Daniela Bernardi, e dall'Assessore regionale al patrimonio, demanio, servizi generali e sistemi informativi dott. Sebastiano Callari.

L'iniziativa fa capo, in primis , al ruolo svolto dall'Agenzia del Demanio di facilitatore per lo sviluppo di iniziative di valorizzazione e dismissione rispetto al patrimonio immobiliare pubblico, in particolare promuovendo intese ed accordi con gli Enti locali e con le altre Amministrazioni del territorio al fine della ottimale allocazione degli uffici e della riduzione dei costi per fitti passivi, in coerenza con il quadro normativo vigente in tema di stabilizzazione finanziaria.

I vantaggi dell'operazione sono reciproci per i firmatari; per quel che concerne, in particolare, l'interesse dello Stato, verrebbe dismesso il complesso immobiliare, sito nel Comune di Cividale del Friuli, denominato "Caserma Francescatto", già fuoriuscito dal demanio militare nel 2018, che verrebbe acquisito, con finalità di recupero e rifunzionalizzazione, dal medesimo Comune in cambio della cessione all'Agenzia del Demanio di immobili sedi di presidio delle Forze dell'Ordine, per i quali attualmente viene versato un canone di locazione.

Gli immobili che saranno oggetto, in particolare, di questo iter di razionalizzazione e valorizzazione sono:

  1. A) Cespiti di proprietà dello Stato:
  2. "Caserma Francescatto", sito in via Udine, 4;
  3. "Ex sede del Tribunale di Udine - Sezione distaccata di Cividale del Friuli", sito in Borgo San Pietro, 16.
  4. B) Cespiti di proprietà del Comune di Cividale del Friuli:
  5. "Caserma dei Vigili del Fuoco", sita in via delle Acque, 21;
  6. "Commissariato della Polizia di Stato", sito in Piazza Armando Diaz, 1.
L'impegno che assumerà la Prefettura di Udine è di coordinamento, per quanto di competenza, delle Amministrazioni statali facenti capo al Ministero dell'Interno (Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato, Vigili del Fuoco) nel corrispondere alle richieste di informazioni e documenti provenienti dal tavolo tecnico appositamente istituito.

Udine, 3 settembre 2021
Pubblicato il
:

 
Torna su