Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Udine

Comunicati Stampa

 

 Bonifica bombe d'aereo rinvenute a Chiusaforte. Nuova sospensione circolazione su A23 e SS13.

Terminerà giovedì 13 luglio 2017 l'ultima fase della bonifica delle due bombe d'aereo da 1000 libbre (circa 500 kg), risalenti alla seconda guerra mondiale, rinvenute nelle scorse settimane nel Comune di Chiusaforte, sul greto del fiume Fella, a brevissima distanza sia del Ponte stradale sulla S.S. 13 sia del Ponte Fella II sull'A23 Udine-Tarvisio.

Si inizierà all'alba, a partire dalle ore 5.30 con la sospensione della circolazione su alcune tratte dell'Autostrada A23 (tra i caselli di Carnia e di Pontebba) e della S.S. 13 "Pontebbana" (dal km 180,1oo al km 182,9oo) , per permettere il disinnesco in sicurezza della seconda bomba, dopo quella già despolettata il 5 luglio scorso.

Nelle riunioni di coordinamento tenutesi nella Prefettura-U.T.G. di Udine sono state concordate le modalità di neutralizzazione dell'ordigno e le misure di sicurezza che verranno adottate durante le operazioni.

In particolare, le procedure tecniche di bonifica faranno capo al 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine, che procederà al disinnesco della bomba, sempre sul sito di rinvenimento.

Nel corso delle citate riunioni di coordinamento sono state previste le misure di sicurezza a tutela dell'incolumità della popolazione. Così come per l'operazione del 5 luglio, per la seconda bomba è stato disposto lo sgombero preventivo delle persone da abitazioni ed altro, site nel raggio di 500 metri dal punto di disinnesco, nei Comuni di Chiusaforte e Resiutta, il giorno 13 luglio a partire dalle ore 5.30 e sino al termine delle operazioni, previsto per le 7.30 ; è stata altresì disposta l'interdizione dell'accesso e circolazione di persone e di veicoli di ogni tipo, nella medesima fascia oraria, nei tratti di strada ricadenti nell'area di sgombero.

Considerata la vicinanza ai due ponti citati e l'impossibilità di spostamento degli ordigni, durante le operazioni di disinnesco sarà necessario, quindi, sospendere nuovamente anche la circolazione sulle tratte interessate sia della S.S. 13 "Pontebbana" sia dell'Autostrada A23 .

Il piano di viabilità, concordato nel corso delle riunioni in Prefettura, prevede, in particolare, l'interdizione della circolazione, a partire dalle ore 5.30 del 5 luglio e sino al termine delle operazioni (quindi per meno di due ore) , sulle seguenti tratte:

- AUTOSTRADA A/23

carreggiata sud (verso Udine) uscita obbligatoria al casello di Pontebba (km 92,4oo) con divieto di transito dal km 92,4oo al km 72;

carreggiata nord (verso il confine di Stato) uscita obbligatoria al casello di Carnia (km 59,3oo) ad eccezione dei veicoli superiori a t 7,5 per i quali il divieto vige dal km 66 al km 77;

- S.S. 13 "Pontebbana"

   dal km 180,1oo al km 182,9oo (Comune di Chiusaforte);

- Strada comunale Moggio Udinese - Roveredo

   ad est dell'abitato di Roveredo di Chiusaforte, sino all'innesto con la S.S. 13.

- Ciclovia FVG 1 "Alpe - Adria"

   dall'abitato di Resiutta a Villanova di Chiusaforte.

 

In detta ristretta fascia oraria, le possibilità di viabilità alternativa sono limitate.

In particolare, il traffico proveniente da sud e diretto in Austria potrà:

  1. imboccare la SS. 52 "Carnica" sino a Tolmezzo e da qui la SS. 52 bis sino al passo di Monte Croce carnico per scendere in Austria verso Mauthen e raggiungere Villach attraverso la valle del Gaital, verso Hermagor. Detto percorso non è transitabile per i complessi veicolari ed ai mezzi con altezza superiore a m. 3,70;
  2. proseguire sulla SP. 112 "della Val d'Aupa" dall'abitato di Moggio Udinese passando per sella Cereschiatis, per reimmettersi sulla SS. 13 a Pontebba. Il percorso risulta idoneo solo a moto e autovetture prive di rimorchio;
  3. raggiungere Resiutta sulla SS. 13.
Il traffico proveniente da nord e diretto verso Udine potrà:
  1. by-passare l'interruzione come al precedente punto 2, cioè da Pontebba sulla SP. 112 per rientrare sulla SS. 13 a Moggio Udinese. Deviazione percorribile alle moto ed autovetture prive di rimorchio;
  2. proseguire sulla SS. 13 fino a Chiusaforte.Tramite Autostrade per l'Italia e il Centro di Cooperazione di Polizia di Thörl-Maglern si darà massima informazione della sospensione della circolazione autostradale ai viaggiatori provenienti dall'Austria e alle Autorità estere interessate.
Al termine del disinnesco del secondo ordigno, verrà effettuato il brillamento delle bombe già despolettate, sul greto del Tagliamento nel territorio che delimita i confini dei Comuni di Osoppo e Trasaghis. Per questa fase finale della bonifica non verrà sospesa la circolazione su strade o autostrade, ma verrà disposta solo l'interdizione della zona di alveo del fiume (500 m di raggio) ove si procederà alla distruzione degli ordigni.
I veicoli adibiti al trasporto di merci verranno parcheggiati all'interno del piazzale doganale di San Leopoldo (autoporto al Km. 201,1oo della SS. 13), sino alla riapertura delle strade.
Pubblicato il :

 Disinnesco bombe d'aereo da 1000 libbre rinvenute a Chiusaforte. Sospensione circolazione su A23 e SS13.

A partire dalle ore 10.00 del 5 luglio prossimo e per meno di due ore sarà sospesa la circolazione su alcune tratte dell'Autostrada A23 (tra i caselli di Carnia e di Pontebba) e della S.S. 13 "Pontebbana" (dal km 180,8oo al km 182,4oo), a causa dello svolgimento delle operazioni di neutralizzazione di due grossi ordigni bellici rinvenuti nelle scorse settimane nel Comune di Chiusaforte, sul greto del fiume Fella, a brevissima distanza sia del Ponte stradale sulla S.S. 13 sia del Ponte Fella II sull'A23 Udine-Tarvisio.

Si tratta di due bombe d'aereo da 1000 libbre , di fabbricazione americana, risalenti alla seconda guerra mondiale, già poste in sicurezza dalle Forze dell'ordine.

Nelle riunioni di coordinamento tenutesi nella Prefettura-U.T.G. di Udine sono state concordate le modalità di neutralizzazione dell'ordigno e le misure di sicurezza che verranno adottate durante le operazioni.

In particolare, le procedure tecniche di bonifica faranno capo al 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine, che procederà al disinnesco delle bombe, sempre sul sito di rinvenimento.

Nel corso delle citate riunioni di coordinamento sono state previste le misure di sicurezza a tutela dell'incolumità della popolazione. In particolare, per il primo ordigno è stato disposto lo sgombero preventivo delle persone da abitazioni ed altro, site nel raggio di 500 metri dal punto di disinnesco, nei Comuni di Chiusaforte e Resiutta, il giorno 5 luglio a partire dalle ore 10.00 e sino al termine delle operazioni, previsto per la tarda mattinata ; è stata altresì disposta l'interdizione dell'accesso e circolazione di persone e di veicoli di ogni tipo, nella medesima fascia oraria, nei tratti di strada ricadenti nell'area di sgombero.

Considerata la vicinanza ai due ponti citati e l'impossibilità di spostamento degli ordigni, durante le operazioni di disinnesco sarà necessario, quindi, sospendere anche la circolazione sulle tratte interessate sia della S.S. 13 "Pontebbana" sia dell'Autostrada A23 .

Il piano di viabilità, concordato nel corso delle riunioni in Prefettura, prevede, in particolare, l'interdizione della circolazione, a partire dalle ore 10.00 del 5 luglio e sino al termine delle operazioni, sulle seguenti tratte:

- AUTOSTRADA A23

carreggiata sud (verso Udine) uscita obbligatoria al casello di Pontebba (km 92,4oo) con divieto di transito dal km 92,4oo al km 72;

carreggiata nord (verso il confine di Stato) uscita obbligatoria al casello di Carnia (km 59,3oo) ad eccezione dei veicoli superiori a t 7,5 per i quali il divieto vige dal km 66 al km 77;

- S.S. 13 "Pontebbana"

dal km 180,8oo al km 182,4oo (Comune di Chiusaforte);

- Strada comunale Moggio Udinese - Roveredo

ad est dell'abitato di Roveredo di Chiusaforte, sino all'innesto con la S.S. 13.

- Ciclovia FVG 1 "Alpe - Adria"

dall'abitato di Resiutta a Villanova di Chiusaforte.

In detta ristretta fascia oraria, le possibilità di viabilità alternativa sono limitate.

In particolare, il traffico proveniente da sud e diretto in Austria potrà:

  1. imboccare la S.S. 52 "Carnica" sino a Tolmezzo e da qui la S.S. 52 bis sino al passo di Monte Croce carnico per scendere in Austria verso Mauthen e raggiungere Villach attraverso la valle del Gaital, verso Hermagor. Detto percorso non è transitabile per i complessi veicolari ed ai mezzi con altezza superiore a m 3,70;
  2. proseguire sulla S.P. 112 "della Val d'Aupa" dall'abitato di Moggio Udinese passando per sella Cereschiatis, per reimmettersi sulla S.S. 13 a Pontebba. Percorso idoneo solo a moto e autovetture prive di rimorchio;
  3. raggiungere Resiutta sulla S.S. 13.
Il traffico proveniente da nord e diretto verso Udine potrà:
  1. by-passare come al precedente punto 2 l'interruzione, da Pontebba sulla S.P. 112 per rientrare sulla S.S. 13 a Moggio Udinese. Deviazione praticabile solo per moto o autovetture prive di rimorchio;
  2. proseguire sulla S.S. 13, ma solo fino a Chiusaforte. Il disinnesco del secondo ordigno, nonché il brillamento di entrambe le bombe despolettate, avverrà nella seconda settimana di luglio e in un sito idoneo , secondo le modalità che verranno successivamente comunicate, con analoghe misure interdittive della circolazione stradale ed autostradale.
Tramite Autostrade per l'Italia e il Centro di Cooperazione di Polizia di Thörl-Maglern si darà massima informazione della sospensione della circolazione autostradale ai viaggiatori provenienti dall'Austria e alle Autorità estere interessate.
Pubblicato il :

 
Torna su