Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Udine

NOTIZIE

 

 Doppia cerimonia di commemorazione a Udine per il Giorno del Ricordo

   Due momenti hanno contrassegnato quest'anno la commemorazione del Giorno del Ricordo, istituito nel 2004 al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale.

    Nella sola città di Udine sono transitati a suo tempo 100.000 profughi, dei quali quasi ventimila hanno poi deciso di ritrovare qui le loro radici.

   Venerdì 10 febbraio alle ore 11.30 durante la cerimonia organizzata dal Comitato provinciale dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, dopo la benedizione del cippo commemorativo e della lettura della preghiera dell'infoibato, è stata posata una corona di alloro nel parco dedicato alle "Vittime delle Foibe". Alla cerimonia hanno presenziato, oltre al Prefetto, le principali autorità civili e militari la Medaglia d'Oro al Valor Civile Prof.ssa Paola del Din e alcuni rappresentanti delle locali associazioni combattentistiche.


Un momento della cerimonia al Parco "Vittime delle Foibe" di Udine

Il giorno successivo ore 16.30, all'interno delle celebrazioni organizzate dall'ANVGD di Udine, presso il Teatro "Mons. Comelli" di Udine, alla presenza del Sindaco e dell'Assessore alla Cultura del Comune di Udine, e dell'Assessore provinciale allo Sport, il Viceprefetto Vicario D.ssa Gloria Allegretto ha consegnato il riconoscimento (Diploma e medaglia commemorativa) ai familiari di Stellio Apollonio, Marino Bosdaves e Luigi La Micela.

Un momento della cerimonia di consegna da parte del Viceprefetto Vicario, del Sindaco e della Vicepresidente ANVGD   Un momento della cerimonia di consegna da parte del Viceprefetto Vicario, del Sindaco e della Vicepresidente ANVGD

 
Pubblicato il :

 27 GENNAIO 2017 - GIORNO DELLA MEMORIA

Nell'ambito delle celebrazioni organizzate per commemorare il "Giorno della Memoria" venerdì 27 gennaio, nella sala del Consiglio della Provincia di Udine si è svolta la cerimonia di consegna delle "Medaglie d'Onore" concesse dal Presidente della Repubblica a cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra.

Alla presenza delle più alte cariche civili provinciali e regionali, militari e religiose, il Prefetto Vittorio Zappalorto ha consegnato tre Medaglie alla memoria di Olivo Budai, Giovanni Cristofoli e Augusto d'Agostini, ai familiari degli insigniti accompagnati dai rispettivi Sindaci.

Nel discorso di apertura, il Prefetto si è soffermato sul concetto di memoria importante "non semplicemente per ricordare ma per conoscere e capire quello che è successo nella nostra Europa e qui, fuori dalla porta di casa nostra 75 anni fa" e richiamando il concetto di pace "non bisogna dare per scontato che la pace esiste e resista sempre. Il richiamo alla memoria delle tragedie del passato è un dovere per tutti se si vuole scongiurare la possibilità che si ripetano."

Nella stessa giornata è stato insignito della medaglia d'onore quale "vittima del terrorismo" il Caporal Maggiore dell'Esercito Giancarlo Parillo rimasto ferito nel 2006 in un'operazione in Afghanistan. Assieme all'Arcivescovo di Udine il Prefetto ha anche consegnato in Diploma di autorizzazione a fregiarsi dell'Onorificenza di Commendatore del Santo Sepolcro di Gerusalemme al dott. Pasquale Bonaguro e, successivamente, sono state consegnate le Onorificenze dell'Ordine "Al Merito della Repubblica Italiana", conferite con Decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, in data 10 Ottobre 2016, ai Cavalieri Bandiani Enzo, Calafiore Vincenzo, Commentucci Stefano, Del Dò Elda, Di Blas Marco, Di Flaviano Giulio, Di Giorgio Leonardo, Mentil Flavio, Monzo Antonietta, Patarino Appio, Tonon Matteo, Vazzana Salvatore, Zorzi Giordano, agli Ufficiali Bulfamante Cruciano Pietro, Roselli Giovanni, Sclip Giorgio e al Commendatore Fantin Mariangela.


 Prefetto di Udine con i familiari degli insigniti
Pubblicato il :

 
Torna su