Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Udine

Test lingua italiana

Test lingua italiana (A2)
 
Dirigente: Dott.ssa Maria Egle Bruno        
 
CHI E' TENUTO A SOSTENERE IL TEST
Il cittadino straniero che vive legalmente in Italia da più di 5 anni e intende chiedere il permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo UE (articolo 9 testo unico immigrazione) deve sostenere e superare il test di conoscenza della lingua italiana, d.m. 4 giugno 2010.
MODALITA' DI PRESENTAZIONE
Per sostenere il test il richiedente deve inviare alla Prefettura della provincia in cui risiede una domanda attraverso la procedura informatica attiva sul seguente link:
Il sistema informatico acquisisce la domanda e la inoltra all'ufficio competente, che verificata la regolarità della domanda convoca sempre on line entro 60 giorni l'interessato indicando la data e la sede dell'esame.
L'assenza al test è giustificata solo per motivi di salute, certificati dal medico di base o dall'Azienda Sanitaria. Predetto certificato, entro la data di esame, dovrà essere inviato per posta elettronica al seguente indirizzo: area4.pref_udine(at)interno.it
SVOLGIMENTO DEL TEST
Il giorno della convocazione, il cittadino straniero deve presentarsi presso la sede indicata nella lettera di convocazione portando con sé un documento di riconoscimento in corso di validità ed il permesso di soggiorno. Il test è strutturato sulla comprensione di brevi testi, frasi ed espressioni di uso frequente. Il contenuto delle prove che compongono il test, i criteri di assegnazione del punteggio e la durata della prova sono stabiliti uniformemente su tutto il territorio nazionale.
ESITO DEL TEST
  • In caso di esito positivo del test, la Prefettura ne dà comunicazione esclusivamente in via telematica alla Questura della provincia che, verificata la sussistenza degli altri requisiti di legge, rilascia il permesso di soggiorno.
  • In caso di esito negativo , il cittadino straniero può chiedere, usando la stessa procedura, di ripetere il test, soltanto dopo 90 giorni dalla data del precedente esame.
NB: Non è previsto il rilascio di certificazione attestante il superamento del test ; gli esiti vengono trasmessi direttamente per via telematica alla Questura competente per il successivo rilascio del permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo UE.
Il risultato del test è consultabile sul sito web dedicato:    https://nullaostalavoro.dlci.interno.it
CHI NON E' TENUTO A SOSTENERE IL TEST
Sono esentati dal test:
  • i minori di 14 anni;
  • lo straniero affetto da gravi limitazioni alla capacità di apprendimento linguistico derivanti dall'età, da patologie o handicap, di cui all'art. 1, comma 3, lettera b) d.m. 4 giugno 2010.
Non è tenuto allo svolgimento del test di cui all'art. 3:
  1. il cittadino straniero in possesso di attestati o titoli che certifichino la conoscenza della lingua italiana a un livello non inferiore all'A2 del Quadro comune di riferimento europeo per la conoscenza delle lingue, rilasciato dall'Università per stranieri di Siena, dall'Università per stranieri di Perugia, dall'Università degli studi Roma Tre e dalla società Dante Alighieri (enti certificatori);
  2. il cittadino straniero in possesso di un'attestazione che dimostri che ha frequentato un corso di lingua italiana presso i Centri provinciali per l'istruzione degli adulti ed ha conseguito, al termine del corso, un titolo che attesta il raggiungimento di un livello di conoscenza della lingua italiana non inferiore al livello A2 del Quadro comune di riferimento europeo per la conoscenza delle lingue;
  3. il cittadino straniero che ha ottenuto, nell'ambito dei crediti maturati per l'accordo di integrazione di cui all'art. 4-bis del Testo unico, il riconoscimento di un livello di conoscenza della lingua italiana non inferiore al livello A2 del Quadro comune di riferimento europeo per la conoscenza delle lingue;
  4. il cittadino straniero che ha conseguito il diploma di scuola secondaria di primo o secondo grado presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano di istruzione o ha conseguito, presso i centri provinciali per l'istruzione degli adulti il diploma di scuola secondaria di primo o di secondo grado, ovvero frequenta un corso di studi presso una Università italiana statale o non statale legalmente riconosciuta, o frequenta in Italia il dottorato o un master universitario;
  5. il cittadino straniero che ha fatto ingresso in Italia in qualità di: dirigente o lavoratore altamente qualificato di società che hanno sede o filiali in Italia, professore universitario o ricercatore con incarico in Itali, traduttore/interprete, giornalista corrispondente ufficialmente accreditato in Italia.
NORMATIVA
Ministero dell'Interno - Decreto 4 giugno 2010
Modalità di svolgimento del test di conoscenza della lingua italiana, previsto dall'articolo 9 del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, introdotto dall'articolo 1, comma 22, lettera i) della legge n. 94/2009
 

Data pubblicazione il 06/03/2014
Ultima modifica il 23/09/2020 alle 08:29

 
Torna su