Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Trieste

Comunicati Stampa

 

 Riconoscimenti ai congiunti degli infoibati.

Ieri pomeriggio, in una semplice ma sentita cerimonia, il prefetto di Trieste, Valerio Valenti, e il vicesindaco di Trieste, Paolo Polidori, hanno consegnato i riconoscimenti previsti dalla legge 30 marzo 2004, n.92 e conferiti con decreto del Presidente della Repubblica ai congiunti degli infoibati. 

I riconoscimenti sono stati consegnati al: 

Sig, Dario Sardo, in memoria del nonno Salvatore Sardo. Il sig, Dario ha ritirato anche per il fratello Adriano. Il riconoscimento è stato conferito con la seguente motivazione:

"Salvatore Sardo, nativo di S. Cataldo (Caltanissetta). Maresciallo della Guardia di Finanza. Catturato da partigiani titini il 2 maggio 1945 nella caserma di Campo Marzio a Trieste e deportato in Jugoslavia. Da allora non se ne seppe più nulla, verosimilmente infoibato".  

Sig. Flavio Strolego, in memoria del nonno Francesco Montegno. Il riconoscimento è stato conferito con la seguente motivazione:

"Francesco Montegno, nativo di Vittoria (Ragusa). Appuntato della Guardia di Finanza in forza alla Legione territoriale di Trieste, fu catturato il 2 Maggio 1945da truppe titine presso la caserma di Campo Marzio a Trieste e deportato verso la Jugoslavia insieme ad altri commilitoni. Da allora non se ne ebbero più notizie".  

I familiari delle vittime hanno ricordato commossi il percorso umano dei loro congiunti e le ultime scarne notizie che hanno accompagnato la loro tragica scomparsa.

 


Pubblicato il
:

 112 day - numero unico di soccorso europeo

L' 11 febbraio, si celebra la giornata europea dell' 112, il numero unico che i cittadini possono utilizzare in Europa per chiedere soccorso in caso di emergenza.
In Italia, l'112 è attivo in 8 Regioni con 12 Centrali uniche di risposta che servono oltre 30 milioni di cittadini: Liguria, Piemonte-Valle d'Aosta, Lombardia, Trentino-Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Sicilia e Lazio (per il solo prefisso telefonico 06). Nello scorso anno, il sistema ha registrato 11 milioni di chiamate, rappresentando, quale primo momento di contatto con le persone che vivono situazioni di disagio o di pericolo, uno dei principali termometri della percezione della sicurezza del cittadino.
A breve, sarà attivo in Emilia Romagna, Puglia. Sardegna e Toscana, con le quali, nel 2019, sono stati sottoscritti dal Ministero dell'Interno i protocolli d'intesa. L'attivazione delle nuove Centrali uniche di risposta consentirà di servire circa 44 milioni di utenti.
In occasione dell' 112 Day  le porte delle Centrali uniche di risposta saranno aperte per dare la possibilità ai cittadini di visitare le centrali e avere informazioni sul funzionamento e sul corretto utilizzo del servizio.
 
Pubblicato il
:

 
Torna su