Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Trieste

Comunicati Stampa

 

 Vertice del Processo dei Balcani Occidentali - in missione a Trieste il Sottosegretario agli Affari Esteri, Vincenzo Amendola

Missione a Trieste per il Sottosegretario agli Affari Esteri, Vincenzo Amendola, che ieri ha partecipato al Senior Officials Meeting, riunione dei più stretti collaboratori dei Capi di Stato o di Governo che prenderanno parte al Vertice del Processo dei Balcani Occidentali, che Trieste ospiterà il 12 luglio.

Nel suo messaggio ai rappresentanti dei Paesi parte del Processo, il Sottosegretario ha sottolineato il significato della scelta di Trieste, città simbolo e porta di accesso all'Europa per tutta l'area. Inoltre, ha ricordato che l'Italia sostiene da sempre la prospettiva europea della Regione ed è convinta sostenitrice della necessità di riunificare l'Europa con l'ingresso nell'UE dei Balcani occidentali, una scelta strategica, di coraggio e di lungimiranza politica, indispensabile per garantire pace e sicurezza al continente.
  
Il Vertice di Trieste rappresenterà un'importante occasione per favorire un clima di confidenza e fiducia reciproca e per mettere ancora una volta al centro dell'attenzione dei Balcani Occidentali la finalità comune di aderire all'Unione Europea, obiettivo che li incoraggia a lavorare assieme e perseguire la cooperazione regionale. Con l'appuntamento di Trieste, l'Italia, per parte sua, darà un ulteriore contributo alla cooperazione regionale, che sostiene anche attraverso il suo ruolo di capofila in iniziative regionali, come la Iniziativa Centro Europea e l'Iniziativa Adriatico-Ionica.

Con il Senior Officials Meeting del 26 giugno, quindi, entra nel vivo l'organizzazione del Vertice del Processo dei Balcani Occidentali. Il Capoluogo giuliano diventerà, infatti, quel giorno una capitale internazionale della diplomazia ed darà il benvenuto ai Capi di Stato o di Governo dei Paesi parte del Processo e dei Balcani Occidentali. Vi prenderanno parte inoltre i vertici delle istituzioni europee, guidate dall'Alto Rappresentante e Vice Presidente della Commissione, Federica Mogherini, assieme ai Commissari per l'Allargamento, per i Trasporti e per l'Educazione.

Il Vertice di Trieste permetterà, quindi, di continuare il dialogo politico al massimo livello e registrerà anche concrete azioni per i Balcani Occidentali. A Trieste verrà annunciato un nuovo pacchetto di progetti infrastrutturali nei settori dei trasporti e dell'energia che contribuiranno allo sviluppo della connettività regionale.

L'esponente del Governo ha colto l'occasione della sua visita a Trieste per colloqui con il Presidente della Regione, Debora Serracchiani, con il Sindaco, Roberto Dipiazza, e con il Prefetto, Annapaola Porzio. Ai suoi interlocutori ha espresso gratitudine per il sostegno pieno e fattivo fornito all'organizzazione del Vertice ed il plauso più sincero per l'ottimo funzionamento della macchina organizzativa istituzionale del Capoluogo giuliano.
 
Pubblicato il :

 Workshop Taiex per la prevenzione della corruzione

Il 12 e 13 giugno, in Prefettura a Trieste, si svolgerà il workshop regionale sugli ostacoli alla buona governance nei Balcani occidentali: come prevenire e combattere la corruzione nel settore privato.

L'incontro è organizzato dalla Commissione Europea, unità di Institution Building, TAIEX e Twinning (gemellaggi amministrativi) della direzione generale della Politica di vicinato e dei negoziati di allargamento in collaborazione con l'ANAC Autorità  Nazionale anti Corruzione Italiana.

Il Workshop è una delle iniziative che verranno realizzate in preparazione del Summit del 12 Luglio 2017 che si terrà a Trieste.

Apriranno i lavori il prefetto di Trieste Annapaola Porzio, l'inviato speciale del ministero degli Esteri per il Processo dei Balcani occidentali, Michele Giacomelli e l'esperto della  Commissione europea, Paolo Gozzi.

  TAIEX, acronimo in inglese di "Technical Assistance and Information Exchange", è lo strumento di assistenza tecnica e scambio d'informazioni che  fornisce assistenza a breve termine e "inter pares" ( peer-to-peer ) alle amministrazioni centrali dei paesi coperti dalla politica di allargamento e dalla politica di vicinato dell'UE. L'obiettivo è sostenerli nell'opera di approssimazione, trasposizione, applicazione ed esecuzione del diritto dell'UE, necessaria ai paesi candidati o potenziali candidati per entrare a far parte dell'UE e ai paesi del vicinato in ragione o in vista di eventuali accordi di cooperazione o di associazione con l'UE.

Per fornire alle amministrazioni pubbliche beneficiarie competenze tecniche e legislative, TAIEX mobilita una vasta rete di esperti che lavorano nelle pubbliche amministrazioni degli Stati membri dell'UE. Questi esperti condividono le proprie competenze, maturate nelle proprie amministrazioni di origine, con quelle dei paesi richiedenti, adattandole a misura dei loro bisogni di sviluppo istituzionale su argomenti specifici. L'assistenza è fornita attraverso delle attività di corta durata (da uno a cinque giorni), quali

 Le visite di studio : massimo tre professionisti dell'amministrazione richiedente si recano in visita presso l'amministrazione del paese UE per imparare direttamente sul posto, nel pratico, come il paese ospitante attua aree specifiche delle leggi UE;

 Le missioni di esperti : uno o più esperti di paesi UE si recano presso l'istituzione beneficiaria per offrire consulenza approfondita su argomenti specifici e lavorare in modo intensivo con un ristretto gruppo di partecipanti;

 I workshop : incontri che possono essere a beneficio di uno o più paesi e che riuniscono più esperti di più di uno Stato UE con un folto pubblico di colleghi del paese beneficiario. Si presentano e si discutono le leggi UE nel loro campo di competenza.

 

I principali beneficiari e partner di TAIEX sono:

 L'Albania, la Bosnia-Erzegovina, il Kosovo, l'ex Repubblica jugoslava di Macedonia, il Montenegro, la Serbia, la Turchia

 L'Algeria, l'Armenia, l'Azerbaijan, la Bielorussia, l'Egitto, la Georgia, la Giordania, Israele, il Libano, la Libia, il Marocco, la Moldova, la Palestina, la Siria, la Tunisia e l'Ucraina

 La comunità turco-cipriota di Cipro Nord

È possibile istituire forme più strutturate di assistenza TAIEX attraverso una sequenza di attività nella stessa zona e sulla stessa tematica o su tematiche correlate. Nato come strumento di assistenza su richiesta (" TAIEX classico "), TAIEX può inoltre far parte di una pianificazione più strutturata, strategica e dinamica di supporto e stimolo alle riforme strutturali necessarie in un paese (" TAIEX strategico "). In sostanza, possono fare appello a TAIEX non solo - direttamente - i paesi beneficiari, ma anche altri dipartimenti e direzioni generali della Commissione europea.

Il valore aggiunto di TAIEX è che, una volta ricevuta una richiesta, lo strumento permette un'organizzazione rapida (in media due mesi) delle attività di capacity building. TAIEX è quindi uno strumento estremamente flessibile oltre che collaudato, come dimostra il suo ventennale successo (dal 1996) dapprima nei paesi e nelle regioni coperte dalla politica di allargamento dell'UE, poi nei paesi coperti dalla politica di vicinato e via via in paesi coperti da accordi di cooperazione successivi.

 
Pubblicato il 09/06/2017
Ultima modifica il 27/06/2017 alle 09:14:24

 
Torna su