Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Trieste

Comunicati Stampa

 

 Progetto Abbandono Scolastico e Bullismo

Progetto “Abbandono scolastico e bullismo: quali i rischi tra i giovani?”

 

Il Ministero dell’Interno a seguito della stipulazione del Protocollo d’Intesa con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ha promosso il progetto specificato in oggetto, iniziato il 1° aprile 2011 e conclusosi in data 31 marzo 2013.

 

Il Progetto che è stato realizzato da RTI con ente capofila il CENSIS di Roma è finalizzato ad attuare azioni di prevenzione e contrasto ai fenomeni della dispersione scolastica e del bullismo, attraverso la creazione di due Centri “di Ascolto” e di “Recupero scolastico”, presso i nove Istituti scolastici individuati dal Ministero dell’Istruzione, e dell’Università e della Ricerca.

 

I due Centri, che sono rimasti a disposizione degli Istituti scolastici coinvolti per la durata di cinque anni dal completamento del progetto, hanno comportato la realizzazione di “buone prassi” esportabili anche in altre realtà territoriali ed hanno rappresentato uno strumento di intervento efficace ed innovativo per contrastare i fenomeni di che trattasi.

 

Il sito internet del progetto, http://discobull.dlci.interno.it  è  consultabile attraverso il sito istituzionale del Ministero dell’Interno.
Pubblicato il :

 San Giusto in Prefettura

La figura di San Giusto, santo patrono di Trieste e al contempo potente simbolo laico del suo orgoglio civico e degli aneliti irredentisti della città, è il tema della conferenza a più voci “Al cospetto dell'opera. San Giusto in Prefettura: omaggio a Trieste” che si terrà venerdì 31 ottobre 2014, alle ore 11.00, nel Salone di Rappresentanza del Palazzo del Governo.

La manifestazione si inserisce nel programma di iniziative e cerimonie che celebrano il 60° Anniversario del ritorno di Trieste all'Italia.

La conferenza, organizzata dalla Prefettura di Trieste, in collaborazione con il Comune di Trieste, e curata nei contenuti scientifici dalla Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici del Friuli Venezia Giulia, rende omaggio alla storia e all'arte della città nei difficili anni che seguirono il secondo conflitto mondiale.

Per l'occasione saranno eccezionalmente esposti al pubblico due dipinti raffiguranti San Giusto, realizzati da Cesare Sofianopulo e Carlo Sbisà. Sono testimonianze superstiti del concorso d'arte sacra che fu indetto a Trieste il 25 aprile 1946, primo anniversario della Liberazione d'Italia.

Il bando della gara richiedeva una pala d'altare dedicata a San Giusto, un soggetto sacro che, visto il particolare momento storico, inevitabilmente assumeva anche valenze civili.

San Giusto e la sua Cattedrale erano, infatti, da sempre simbolo dell'identità di Trieste e della sua italianità.

Il concorso testimonia anche la grande vitalità artistica di Trieste negli anni Quaranta e Cinquanta del Novecento, di cui oggi abbiamo testimonianza grazie alla politica culturale dello Stato italiano basata su acquisizioni dirette di opere d'arte contemporanea da destinare alle collezioni pubbliche.

E' questo il caso del San Giusto dipinto da Sofianopulo appartenente alla collezione d'arte moderna della Soprintendenza, attualmente presso la Prefettura di Trieste.

Nel corso della conferenza interverranno Rossella Fabiani, con una riflessione sull'attività della Soprintendenza per l'arte e la tutela nella Trieste degli anni Cinquanta, Giuseppe Cuscito, che ripercorrerà le origini dell'iconografia di San Giusto attraverso una sequenza di opere d'arte medievale particolarmente significative e, a chiusura Lucia Marinig la quale metterà a confronto i quadri di Sofianopulo e Sbisà nel contesto del concorso d'arte per cui furono realizzati.

La conferenza è aperta al pubblico fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Pubblicato il :

 Mostra in prefettura “Marconi, dall’Eettra le onde che unirono il mondo”

In occasione del 140° anniversario della nascita di Guglielmo Marconi, presso questa prefettura (salotto azzurro), sara’ aperta al pubblico una mostra dal titolo “Marconi, dall’Elettra le onde che unirono il mondo”.

L’esposizione di cimeli e documenti, che si svolge sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica, e’ curata dall’associazione culturale onlus “Cinzia Vitale” in collaborazione con  il civico museo del mare di Trieste

La mostra potrà essere visitata gratuitamente nelle giornate di sabato 11 ottobre e domenica 12 ottobre 2014 dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00.
Pubblicato il :

 Evento in Prefettura per festeggiare i 50 anni del Centro internazionale di fisica teorica Abdus Salam

L’International Centre for Theoretical Physics (ICTP) festeggia in questi giorni i suoi primi 50 anni di vita, anni durante i quali generazioni di scienziati e ricercatori, provenienti soprattutto da Paesi in via di sviluppo, hanno potuto condurre le proprie ricerche ed approfondire i propri sudi nel campo della fisica e della matematica.

Le manifestazioni organizzate in occasione di questo importante traguardo hanno previsto, nella serata di martedì 7 ottobre, un incontro conviviale ospitato dal Prefetto, Francesca Garufi, presso i Saloni del Palazzo del Governo di Trieste.

A conclusione della serata il Professor Antonino Zichichi ha avuto il compito di ricordare la figura di Abdus Salam, premio Nobel per la Fisica nonché fondatore del Centro.

Tra gli illustri ospiti grandi nomi della ricerca scientifica internazionale tra i quali i premi Nobel Carlo Rubbia, David Gross e Roy J. Glauber.
 
 
 
Pubblicato il :

 
Torna su