Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Trieste

Comunicati Stampa

 

 Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica per pianificare i servizi di controllo del rispetto dell'obbligo del possesso e dell'esibizione del 'green pass rafforzato"

Nella mattinata odierna il Prefetto di Trieste, Annunziato Vardè, ha presieduto una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica.

La riunione, alla quale hanno partecipato anche l'assessore regionale Pierpaolo Roberti ed il sindaco di Trieste Roberto Di Piazza, è stata convocata per fare un primo punto della situazione sull'applicazione delle disposizioni di cui al D.L. 26 novembre 2021 n. 172.

È stato preliminarmente preso atto dell'esito della pianificazione dei controlli già concordato in occasione di precedenti riunioni e che per il fine settimana appena trascorso hanno interessato 131 persone e 28 esercizi commerciali.

Dal report illustrato è emerso un quadro generale di attenzione da parte di gestori alla verifica del possesso del green pass degli avventori.

I controlli sono avvenuti sulla base di una pianificazione che, ripartendo l'area cittadina in zone di competenza, ha visto la partecipazione di Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia locale.

La pianificazione sarà oggetto di ulteriore rimodulazione ai sensi dell'art. 7 del D.L. 172 citato allo scopo di intensificare ulteriormente i necessari servizi di controllo anche alla luce della necessità di verificare il possesso della certificazione di base per i fruitori del trasporto pubblico locale.

In relazione a quest'ultimo punto si prevede la creazione di team congiunti tra le Forze di polizia e il personale della Trieste trasporti che effettueranno controlli a campione.

Alla luce di quanto emerso nel corso della riunione il Prefetto adotterà la pianificazione prevista dall'art. 7 del D.L.172/2021 più volte richiamato all'esito di un ulteriore riunione del Comitato con il coinvolgimento delle associazioni di categoria e delle specialità delle forze di polizia.

Pubblicato il
:

 Il Prefetto di Trieste, Annunziato Vardè, incontra il Console Generale di Romania ed il Console Generale di Slovenia

Rinsaldare i rapporti di reciproca collaborazione e potenziare le sinergie istituzionali sono gli argomenti al centro degli incontri del Prefetto di Trieste, Annunziato Vardè, con i rappresentanti dei governi di Romania e Slovenia a Trieste.

Nella mattinata odierna, in un clima di grande cordialità, il Prefetto ha avuto modo di intrattenersi con il console di Romania, Cosmin Victor Lotreanu, con il quale sono state approfondite le tematiche connesse con la presenza dei cittadini romeni a Trieste e con le potenzialità di ulteriore sviluppo dei rapporti già in essere con la numerosa comunità che vive e lavora in questo territorio.

Nel prosieguo della mattinata il Prefetto ha incontrato anche il Console di Slovenia, Vojko Volk, al quale è stata ribadita la disponibilità a collaborare per il raggiungimento di comuni obiettivi. Particolare attenzione è stata riservata all'analisi delle misure sanitarie in atto anche in relazione alla osmosi giornaliera di lavoratori transfrontalieri tipica del confine con la vicina Repubblica di Slovenia. Un ulteriore argomento del proficuo colloquio è stata la tematica dell'immigrazione. Sotto quest'ultimo profilo, infatti, è stata evidenziata la necessità dell'adozione di misure sinergiche che consentano di fronteggiare il fenomeno avendo la giusta attenzione sia alle esigenze di sicurezza sia a quelle umanitarie, coniugando solidarietà ed efficacia delle relative azioni che, peraltro, non possono prescindere dalla rigorosa applicazione delle misure anti-covid.


 


 

Pubblicato il
:

 Il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Stefano Patuanelli, incontra il Prefetto di Trieste Annunziato Vardè

Nella mattinata odierna il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Stefano Patuanelli, ha incontrato il Prefetto di Trieste, Annunziato Vardè, presso il Palazzo del Governo.

Nel corso del cordiale e proficuo incontro sono state esaminate molteplici tematiche di comune interesse, quali la situazione dell'ordine pubblico in relazione alle manifestazioni contro il green pass, la diffusione dei contagi da COVID -19 che sta registrando un preoccupante aumento, i controlli relativi al rispetto dell'obbligo del green pass anche da parte delle persone provenienti dai Paesi confinanti e la situazione del Porto di Trieste, punto di forza dell'economia della provincia e oggetto di importanti investimenti che richiedono massima attenzione.

Il Prefetto, inoltre, dopo aver ringraziato il Ministro per la cortese visita, ha ribadito il suo massimo impegno nello svolgimento delle funzioni che gli sono state conferite, al servizio e nell'interesse esclusivo della comunità, certo di poter contare su una fruttuosa sinergia istituzionale sia a livello locale che nazionale.

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Stefano Patuanelli ha rimarcato l'ottimo lavoro svolto dalla Prefettura già dai primi giorni dell'incarico; un lavoro in piena sinergia con le istituzioni centrali in un contesto sociale di non facile lettura.
Pubblicato il
:

 Decreto prefettizio in attuazione della direttiva del Ministro dell' Interno del 10 novembre 2021

In attuazione della Direttiva del Ministro dell'Interno del 10 novembre 2021, il Prefetto di Trieste, Annunziato Vardè, ha individuato per la città di Trieste specifiche aree cittadine sensibili, di particolare interesse per l'ordinato svolgimento della vita della comunità, temporaneamente interdette allo svolgimento di manifestazioni pubbliche.

Detta individuazione è stata effettuata all'esito delle riunioni del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica che si sono tenute in Prefettura il 12 ed il 13 novembre.

Il provvedimento prefettizio individua le seguenti tre aree interdette:

  1. "zona centro storico": area compresa tra le seguenti vie, che devono intendersi incluse nelle aree interdette: via Mazzini, Piazza Goldoni, via Silvio Pellico, Galleria Sandrinelli, Piazza Sansovino, Piazza Vico, Via Bramante, Via S. Giusto, Via S. Michele, via F. Venezian, Via Cavana, piazza Hortis, Via Torino, Piazza Venezia e le rive nel tratto da Piazza Venezia a Corso Cavour fino all'intersezione con via Milano, via Milano e via Carducci, nel tratto compreso tra via Milano e Ponte della Fabra.
  2. "zona obiettivi sensibili" che comprende Piazza Oberdan, via Carducci (tra piazza Oberdan e piazza Dalmazia), il tratto di via Fabio Severo tra Piazza Dalmazia e Foro Ulpiano, lo stesso Foro Ulpiano e via Giustiniano.
  3. "zona portuale" che comprende le aree prospicienti ai varchi n. 1 e n. 4 di accesso al Porto Nuovo di Trieste.
Il provvedimento entrerà in vigore il 15 novembre p.v. e avrà validità sino al 31 dicembre 2021, salvo proroga.
Pubblicato il
:

 Insediamento Prefetto Annunziato Vardè

Il Prefetto Annunziato Vardè ha assunto, oggi 6 novembre 2021, l'incarico di Prefetto di Trieste e Commissario del Governo nella Regione Friuli Venezia Giulia.

Quale primo atto di insediamento il Prefetto ha reso omaggio alla città di Trieste deponendo una corona di allora al Monumento dei Caduti sul Colle di San Giusto.

Il Prefetto Vardè si è dichiarato onorato dell'incarico che gli è stato affidato, assicurando che profonderà ogni concreta e fattiva azione utile alla coesione sociale, al mantenimento della equilibrata convivenza ed allo sviluppo delle potenzialità di questa meravigliosa terra, certo della collaborazione che riceverà da parte di tutte le Istituzioni del territorio.
Pubblicato il
:

 Provvedimento che esclude piazza Unità d'Italia dallo svolgimento di manifestazioni pubbliche

Il Prefetto Valerio Valenti ha adottato, ad integrazione di analogo  provvedimento del 2010 che riguarda le aree antistanti la Cattedrale di San Giusto e la Sinagoga, un provvedimento che esclude piazza Unità d'Italia dallo svolgimento di manifestazioni pubbliche
Pubblicato il 02/11/2021
Ultima modifica il 11/11/2021 alle 08:25:35

 
Torna su