Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Treviso

Comunicato Stampa

 

 Riapertura delle scuole della provincia

In relazione all'andamento della situaziome meteo ed alle previsioni di cui ai comunicati del centro funzionale regionale del Veneto, si è ritenuto, nell'ambito del Centro coordinamento soccorsi attivato presso la sala operativa dei Vigili del fuoco di Treviso, che non sussistono i presuposti per la chiusura delle scuole nella giornata di domani mercoledì 31 ottobre, salvo situazioni di locale criticità che dovranno essere valutate a livello di singolo comune interessato.

 

Treviso, 30 ottobre 2018

Pubblicato il :

 CONDIZIONI METEO AVVERSE - PROSECUZIONE CHIUSURA SCUOLE

Avviso di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado anche per la giornata di domani martedì 30 ottobre 2018
Pubblicato il 29/10/2018
Ultima modifica il 29/10/2018 alle 12:54:58

 ALLERTA METEO PROVINCIA DI TREVISO: STATO DI ALLARME

ATTESO PEGGIORAMENTO DELLE CONDIZIONI METEOROLOGICHE NELLA PROVINCIA DI TREVISO: STATO DI ALLARME

 A seguito dei ripetuti Avvisi di Criticità idrogeologica ed Idraulica emessi dalla regione Veneto, è stato oggi attivato dal Prefetto alle ore 13.00 il Centro Coordinamento Soccorsi (C.C.S.) presso la Sala Operativa di Protezione Civile del Comando dei Vigili del Fuoco di Treviso.

 Tenuto conto del preannunciato peggioramento delle condizioni meteo e della dichiarazione della fase operativa di ALLARME, dalle ore 14.30 di oggi fino alle ore 24.00 del 30/10/2018, per criticità idraulica della rete principale ed idrogeologica, nel territorio dei Comuni ricompresi nelle circoscrizioni Vene-H, Vene-B, e per criticità idraulica della rete principale nelle circoscrizioni Vene-E, Vene-F, Vene-G, il Prefetto ha adottato l'ordinanza di chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado della Provincia, per la giornata di lunedì 29 ottobre 2018 ed ha sollecitato l'apertura dei C.O.C., che dovranno essere mantenuti operativi fino a martedì notte.

 Inoltre, a tutte le componenti del sistema provinciale di protezione civile è stata richiesta massima attenzione ed il costante monitoraggio della situazione, specie nei punti che, sulla base delle pianificazioni comunali di emergenza, sono maggiormente a rischio.

Si segnala che l'ANAS ha già disposto la chiusura del Ponte della Priula, sul fiume Piave, con l'attivazione della viabilità alternativa.

 Per avere tempestivi aggiornamenti sulle condizioni meteorologiche è consultabile il sito: https://www.regione.veneto.it/web/protezione-civile/cfd dove sono presenti i bollettini di nowcasting emanati dal Centro Funzionale Decentrato della Regione Veneto.

Ulteriori informazioni sulle cautele da adottare in situazioni critiche sono disponibili sul sito: http://iononrischio.protezionecivile.it/alluvione/materiali-informativi/

Il presente comunicato sarà aggiornato nella giornata di domani o, comunque, in caso di necessità.

 

Pubblicato il 28/10/2018

 
Pubblicato il 28/10/2018
Ultima modifica il 30/10/2018 alle 14:53:17

 Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica del 1 ottobre 2018

Nel pomeriggio odierno il Prefetto di Treviso Maria Rosaria Laganà ha convocato e presieduto il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica all'indomani del tragico, sanguinoso accadimento, avvenuto nella tarda serata del 29 settembre nel Comune di Villorba che è costato la vita al giovane ventenne moldavo residente a Treviso, Igor Ojovanu ed il ferimento di altri sette ragazzi dell'Est Europa, principalmente rumeni e moldavi, dei quali uno versa in gravi condizioni.

All'incontro, oltre al Questore ed ai Comandanti delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco, sono stati invitati il Sindaco Serena del Comune di Villorba e la Provincia di Treviso, intervenuta con il Vicepresidente Bonotto.

Al fine di individuare le opportune e più efficaci azioni di prevenzione a tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica è stata presa in esame la situazione della presenza di stranieri nell'area interessata dalla rissa ed è stata concordata l'intensificazione dell'azione di vigilanza del territorio da parte delle Forze di polizia con il concorso della Polizia locale nonché un maggiore controllo sulla regolarità delle presenze. I controlli amministrativi sulla regolarità delle posizioni anagrafiche e lavorative costituiranno infatti il deterrente di presenze illegali e potranno costituire la base per l'adozione di provvedimenti di allontanamento dal territorio nazionale di persone in condizioni di irregolarità.

Treviso, 1 ottobre 2018

Pubblicato il :

 
Torna su