Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Treviso

Comunicato Stampa

 

 Comitato Ordine e Sicurezza - Adesione di altri Comuni della provincia al Protocollo d'intesa in materia di 'Controllo di vicinato"

Il Prefetto Laura Lega ha tenuto oggi il settimanale Comitato Ordine e Sicurezza al quale ha voluto intervenisse per la prima volta il neo Sindaco di Treviso Conte.

Molti i temi che il Prefetto Lega ha voluto affrontare con l'Amministrazione Comunale in materia di sicurezza della città. Nel positivo incontro, partendo da un'analisi della situazione in atto, sono state definite delle linee convergenti con il Sindaco Conte su diverse iniziative da assumere congiuntamente, dando così avvio ad una proficua collaborazione tra Prefettura e Comune.

Successivamente i Sindaci dei Comuni di Chiarano, Lorena Rocco e di Montebelluna, Marzio Favero hanno formalizzato, alla presenza del Prefetto Laura Lega, l'adesione al protocollo d'intesa in materia di controllo di vicinato, già sottoscritto nel 2016 dal Comune di Treviso e, successivamente, da 17 ulteriori Amministrazioni civiche della provincia.

L'adesione al Protocollo dei citati Comuni estende ulteriormente l'operatività nella Marca Trevigiana di un sistema condiviso di regole il cui principale obiettivo - lo si rammenta - è quello di incentivare utili forme di collaborazione informativa dei cittadini agli organi di polizia, assicurando, al contempo e nell'interesse generale, che tale apporto civico non sconfini in attività di "surrogazione" dei privati ai Tutori dell'ordine e che il modello organizzativo di sicurezza partecipata "controllo di vicinato" si attui, ovunque sperimentato nel territorio provinciale, secondo modalità uniformi predefinite dall'Autorità di pubblica sicurezza e, soprattutto, sotto la costante sorveglianza della stessa.

Pubblicato il :

 Action day contro i furti di metallo: le Forze di Polizia e le Istituzioni europee unite per contrastare i furti di rame

Il 30 maggio scorso, in Italia, Belgio, Bulgaria, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Polonia, Portogallo, Romania, Spagna e Regno Unito, si è svolta un'operazione di polizia congiunta contro il fenomeno dei furti di metallo, in particolare del rame.

Si tratta di una massiva azione operativa che si pone in linea con le conclusioni maturate nel "Workshop internazionale sul fenomeno dei furti di metallo/rame" , tenutosi a Roma, presso la Direzione Centrale della Polizia Criminale.

Dai risultati complessivi conseguiti a livello europeo, emerge che sono state controllate 54.846 persone, 42.237 veicoli, 7.986 gestori ambientali, 589 aree di confine, 2.572 altri hot spots (tra cui porti e siti di trasporto su rotaia, siti di infrastrutture elettriche e di telecomunicazione nelle numerose aree doganali).

L'attività ha permesso di trarre in arresto, 117 persone e altre 1.331 sono state denunciate in stato di libertà; sono stati, altresì, scoperti 1.659 reati e contestate 2.763 violazioni amministrative.

Sono stati sequestrati 357.874 kg. di metalli dal controvalore totale stimato di € 889.674 circa (di cui 92.982 kg. di rame, per un valore stimato di circa €.539.299), 983 pannelli solari e 140 veicoli.

In particolare, solo in Italia hanno preso parte all' action day 10.427 operatori (suddivisi in circa 5.200 pattuglie) della Polizia di Stato , dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza nonché 100 funzionari dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli . Sono state controllate circa 25.000 persone, 16.730 veicoli, 2.015 gestori ambientali, migliaia di obiettivi ritenuti "sensibili" (461 aree di confine, 542 porti e scali delle Ferrovie dello Stato Italiane S.p.a., 712 altri hot spot riconducibili anche infrastrutture gestite da società elettriche e di telecomunicazioni tra le quali Enel , Telecom Italia, Vodafone Italia e Wind-Tre ) e 30 spedizioni doganali internazionali (che hanno interessato oltre 1.050.000 Kg. tra rottami e cascame di rame, ferro, acciaio, ottone e zinco). Nel complesso, nel nostro Paese, sono state tratte in arresto 24 persone e altre 150 sono state denunciate in stato di libertà; sono stati scoperti 212 reati (33 furti, 54 ricettazioni, 106 crimini ambientali e 19 altri reati) e sono state contestate 232 violazioni amministrative (ambientali, fiscali, violazione al codice della strada etc). Sono, inoltre, stati sequestrati circa 270.461 kg. di metalli dal controvalore totale di € 449.690 circa (di cui 70.673 kg. di rame, per un valore di circa € 409.906), 983 pannelli solari e 103 veicoli.

 

Per maggiori approfondimenti sul fenomeno dei furti di rame in Italia e sull'attività dell'Osservatorio nazionale Furti di Rame, istituito presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, si rinvia al seguente link:


 

Pubblicato il :

 Il Prefetto incontra i Sindaci neo eletti

Il Prefetto di Treviso Laura Lega nel pomeriggio odierno ha incontrato i Sindaci neo eletti o riconfermati in occasione dell'ultima tornata elettorale.

La circostanza è risultata propizia per avviare da subito il migliore clima di relazioni interistituzionali ed un primo scambio di vedute di carattere generale su diversi temi delicati quali la sicurezza con particolare attenzione a quella stradale ed al controllo di vicinato, nonché l'immigrazione.

Gli Amministratori hanno espresso unanime apprezzamento per l'iniziativa pronunciando nel contempo l'auspicio e l'intendimento di una continua vicinanza tra le parti rivolte a garantire il migliore perseguimento del comune interesse pubblico in seno alla Comunità amministrata.

Il Prefetto ha colto l'occasione per rivolgere le più vive congratulazioni ai Sindaci per essere stati scelti dai propri cittadini alla guida delle rispettive Amministrazioni assicurando la massima vicinanza della Prefettura e del Prefetto personalmente per tutte le esigenze di possibili sinergie istituzionali che possano coinvolgere la Rappresentanza di Governo.

 

Treviso, 20 giugno 2018

Pubblicato il :

 Il Prefetto incontra l'ex Segretario Generale delle Nazioni Unite Kofi Annan

Il Prefetto Laura Lega ha incontrato lo scorso 19 giugno l'ex Segretario Generale delle Nazioni Unite KOFI Annan in visita privata nel territorio trevigiano.

L'evento si è svolto con viva cordialità ed ha avuto riguardo a diversi temi d'attualità.

 
Il Prefetto Laura Lega incontra Kofi Annan

 

Treviso 21 giugno 2018
Pubblicato il :

 Action day contro i furti di metallo: un'azione coordinata in 12 Stati membri dell'Unione Europea

Il 30 maggio 2018 si è svolto l'action day contro i furti di metallo, durante il quale le Forze di Polizia e personale dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno operato sinergicamente, grazie anche al coordinamento, a livello locale, delle Autorità Provinciali di Pubblica Sicurezza, per contrastare in maniera strutturata questo fenomeno criminale.

L'iniziativa, organizzata e coordinata, a livello nazionale, dalla Direzione Centrale della Polizia Criminale, è stata svolta, contestualmente, in Italia e in altri 11 Paesi dell'Unione Europea (Belgio, Bulgaria, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Polonia, Portogallo, Romania, Spagna e Regno Unito).

L'attività operativa è un chiaro monito per i criminali dediti al furto di metallo, in particolare del rame, e per alcuni operatori del settore che si imbattono, talvolta incautamente, in acquisti di metalli di dubbia provenienza.

L'operazione è stata proposta dall'Italia nell'ambito della Piattaforma multidisciplinare europea contro le minacce criminali e ha visto il coinvolgimento dell'Agenzia dell'Unione europea per la cooperazione nell'attività di contrasto (Europol) e dell'Agenzia dell'Unione europea per la formazione delle autorità di contrasto (Cepol).

Le Forze dell'ordine hanno effettuato controlli su tutto il nostro territorio presso i commercianti di rottami, nei cantieri, lungo le strade di frontiera e le linee ferroviarie. Sono stati controllati anche numerosi soggetti sospettati di ricettazione.

Durante l'action day sono stati effettuati dalle Forze di Polizia controlli incrociati in tempo reale con le banche dati di Europol. Il riscontro investigativo rileva che il metallo rubato è spesso trasportato attraverso diversi confini e venduto come rottame, lontano dalla scena del crimine.

In Italia hanno preso parte 10.427 operatori (suddivisi in 5.200 pattuglie) della Polizia di Stato, dell'Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza. Dai risultati, ancora parziali, emerge che sono state controllate più di 25.000 persone e circa 2.000 aziende per lo più operanti nel settore del riciclo dei metalli. Sono stati effettuati, inoltre, rilevanti sequestri di rame e di altri metalli (alluminio, ottone, ferro / acciaio, ecc.) di illecita provenienza e di veicoli utilizzati per trasportare il materiale.

 

 

Inoltre, circa 100 funzionari dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli hanno eseguito, presso diversi uffici doganali portuali e terrestri, 30 controlli sulle spedizioni internazionali che hanno interessato oltre 1.050.000 Kg. tra rottami e cascame di rame, ferro, acciaio, ottone e zinco.

I risultati complessivamente conseguiti dall'Italia e dagli altri 11 Stati europei saranno comunicati, non appena terminato il vaglio delle singole posizioni, con una successiva nota stampa.

Per maggiori approfondimenti sul fenomeno dei furti di rame in Italia e sull'attività dell'Osservatorio nazionale Furti di Rame, istituito presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, si rinvia al seguente link:


 

Treviso, 6 giugno 2018

Pubblicato il :

 35° Rally della Marca ... Sicurezza postazioni riservate al pubblico

Nella mattinata odierna, la Commissione Provinciale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo di questa Prefettura, unitamente alle componenti tecniche della stessa, tra cui il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, la Questura, la Polizia Stradale, la ULSS n. 2 della Marca, il CONI, l'Ordine degli Ingegneri, l'Amministrazione Provinciale, l'Anec-AGIS ed i Comandi di Polizia Locale interessati, ha svolto un sopralluogo preordinato a verificare la sicurezza degli spazi riservati al pubblico in occasione della nota competizione automobilistica denominata "35° Rally della Marca", che si svolgerà i prossimi 22 e 23 giugno 2018.

Allo scopo la Commissione, dopo un'analisi tecnica in Prefettura della documentazione prodotta, si è recata in sopralluogo nella zona di Bigolino di Valdobbiadene dove ha visionato i luoghi deputati alla prima prova speciale "Zadraring". Subito ha raggiunto tutti i previsti percorsi delle altre prove speciali dove ha visionato tutti gli spazi deputati alla sosta del pubblico, sul Monte Cesen, sul Monte Tomba e da ultimo a Ca' Mostaccin prescrivendo gli accorgimenti tecnici reputati necessari d'intesa con gli organizzatori della manifestazione.

A conclusione delle operazioni, la Commissione ha espresso il proprio parere favorevole sull'agibilità dei luoghi deputati allo svolgimento della gara automobilistica, riscontrando l'esistenza di adeguati requisiti di sicurezza nei punti nei quali è prevista la presenza di pubblico.

La Commissione ha comunque prescritto agli organizzatori che la manifestazione venga immediatamente sospesa nel caso in cui i Commissari di gara dovessero riscontrare la presenza di pubblico al di fuori degli spazi consentiti, tenuto conto che la sosta in luoghi che non siano espressamente allestiti a tale scopo è da considerarsi pericolosa.

In simili evenienze la gara potrà essere ripresa solo dopo l'allontanamento da tali zone da parte di spettatori non autorizzati.

 

Treviso, 14 giugno 2018

 

Pubblicato il :

 Il Prefetto di Treviso riceve l'Ambasciatore di Romania

Il Prefetto Laura Lega ha ricevuto nella giornata odierna in visita di cortesia l'Ambasciatore di Romania Dr. George Gabriel Bologan, accompagnato dal Console Generale Onorario di Romania Dr. Mario Moretti Polegato.

L'incontro dai toni molto cordiali, è stato occasione per esaminare i temi di attualità di comune interesse per i due Paesi con specifico riferimento ai temi dello sviluppo, dell'integrazione e della sicurezza.

Particolare attenzione è stata dedicata alle tematiche concernenti la comunità romena sul territorio trevigiano.

 

 

Treviso, 8 giugno 2018

Pubblicato il :

 Incontro con responsabile territoriale di E-distribuzione

Il Prefetto Laura Lega ha avuto oggi un incontro con il Responsabile territoriale di E-distribuzione - Infrastrutture e reti di ENEL con il quale ha fatto il punto sullo stato della rete e sulle azioni messe in campo nella gestione delle emergenze e per un rafforzamento dell'assetto capace di assicurare la massima operatività per le famiglie e le imprese anche in condizioni avverse.

 Un incontro proficuo che ha evidenziato la pianificazione di interventi strategici sull'area provinciale che è inserita nel "Progetto resilienza" e che comporterà nei prossimi mesi un sensibile potenziamento delle strutture di rete per metterle in maggiore sicurezza nel caso di eventi meteo. In particolare, alla luce degli eventi avversi occorsi nelle aree pedemontane, si procederà alla progressiva sostituzione delle linee aeree con connessioni protette capaci di fronteggiare perturbazioni ed eventi anche di particolare intensità.

Pubblicato il :

 COMUNICATO STAMPA

 Nella mattinata odierna, il Prefetto di Treviso, Laura Lega, ha convocato e presieduto il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica per la consueta analisi della situazione della sicurezza pubblica del territorio.

Durante la seduta, il Comitato si è in particolare occupato della nota vicenda dell'ordigno che, esploso nella notte fra il 2 e il 3 giugno scorsi in Vittorio Veneto, ha provocato profondo sconcerto, causando danni materiali al plesso scolastico sede del liceo classico "Flaminio" ed al confinante edificio, già sede dell'istituto scolastico "Umberto Cosmo", attualmente in abbandono.

E' stata quindi disposta, in attesa di elementi investigativi utili alla formulazione di attendibili ipotesi riguardo agli autori ed al movente dell'atto dinamitardo, l'intensificazione da parte delle Forze di polizia dei servizi di vigilanza mobile a tutela di tutti gli obiettivi istituzionali presenti nella Città, inclusi gli istituti d'istruzione.

 

 

Treviso, 6 giugno 2018

Pubblicato il :

 Il Prefetto accoglie in Prefettura il Generale di Corpo d'Armata Paolo Serra

Nella mattinata odierna il Prefetto di Treviso, Dr.ssa Laura Lega, ha ricevuto in Prefettura il Generale di Corpo d'Armata Paolo Serra, Comandante del Comando Forze Operative Nord (COMFOPNORD).

Durante l'incontro, che si è svolto in un clima di viva cordialità, il Prefetto ha inteso manifestare il proprio apprezzamento per l'importante lavoro che il COMFOPNORD  svolge in quest'area, sovrintendendo a tutti i concorsi che l'Esercito fornisce, in conformità ai propri compiti istituzionali e nel caso di pubbliche calamità.

Pubblicato il :

 
Torna su