Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Treviso

Comunicato Stampa

 

 30 marzo 2017 - Liceo Da Vinci ... Progetto in materia di migrazione Scuola ed Istituzioni a confronto

Presentati questa mattina presso il Liceo Da Vinci di Treviso, alla presenza del Prefetto Lega, del Sindaco di Treviso Manildo, del Sindaco di Casier Giuriati, della Dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale Sardella e di due rappresentanti della Caritas, i risultati di un innovativo Progetto in tema di migrazione che ha coinvolto diverse decine di studenti che frequentano il triennio.

L'iniziativa si colloca quale momento culminante di uno specifico lavoro di ricerca sviluppato attraverso un laboratorio didattico, promosso nell'anno scolastico 2015-16 dall'Ufficio Scolastico Territoriale e dalla Prefettura di Treviso ed inserito nel Piano di Offerta Formativa d'Istituto.

Il gruppo di studio, coordinato da 6 docenti, ha potuto avvalersi della collaborazione della Caritas Tarvisina e sviluppare un prezioso percorso che ha tracciato a tutto campo il fenomeno, partendo dall'analisi la normativa vigente in materia fino allo studio delle situazioni internazionali in atto, ed ai rapporti tra media ed informazione sul tema, essenzialmente per conoscere e comprendere al meglio il fenomeno della migrazione e del profugato.

La presentazione dei dati finali del percorso didattico ha rappresentato un momento di confronto e riflessione particolarmente interessante per gli elementi emersi e per l'utilità dell'iniziativa che ha visto a confronto le Istituzioni del territorio che si occupano di gestione dell'accoglienza "interrogati" dagli studenti. Un'occasione preziosa che ha permesso ai giovani cittadini di meglio comprendere il complesso e delicato tema dell'accoglienza e delle tante e particolari attività che coinvolgono gli organi preposti, nel quotidiano sforzo di poterla garantire.

Pubblicato il :

 Work shop: nuovo Testo Unico sul pubblico impiego e i nuovi orientamenti in materia di piano della performance nelle Pubbliche Amministrazioni

Si è svolto nel pomeriggio di ieri, presso la "Sala del Consiglio" della Provincia di Treviso, un work shop dal titolo "Il nuovo Testo Unico sul pubblico impiego e i nuovi orientamenti in materia di piano della performance nelle Pubbliche Amministrazioni" All'incontro hanno partecipato in qualità di relatori il Sottosegretario al Ministero della Semplificazione e Pubblica Amministrazione, avv. Angelo Rughetti, la Dott.ssa Annalisa D'Amato, Capo della Segreteria tecnica presso il medesimo Ministero della Semplificazione ed il Dott. Francesco Miggiani, componente della Commissione tecnica per la Performance presso il Dipartimento della Funzione Pubblica.

Il consesso, al quale ha partecipato il Prefetto di Treviso Dott.ssa Laura Lega, ha fornito ai molti Amministratori locali intervenuti, una importante occasione di approfondimento e di confronto sui prossimi cambiamenti che riguarderanno la Pubblica Amministrazione in conseguenza al ripristino delle ordinarie capacità assunzionali da parte degli enti locali.

In particolare, i relatori hanno inteso approfondire le seguenti novità normative relative al testo unico sul pubblico impiego, attraverso la trattazione dei seguenti argomenti:

  • la capacità assunzionale degli enti locali alla luce della legge di bilancio 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio 2017);
  • prospettive di assunzioni per gli enti che hanno il problema della carenza di personale;
  • nuovi orientamenti in materia di piano della performance nelle pubbliche amministrazioni.
Pubblicato il :

 24 marzo 2017 - Camera di Commercio di Treviso

Convegno sul tema "L'Europa 60 anni dopo: quali vantaggi per le nostre imprese? L'esperienza del Veneto e del Lussemburgo .
 
Il Prefetto Laura Lega ha partecipato nei giorni scorsi al convegno svoltosi presso la Camera di commercio di Treviso dal titolo "L'Europa 60 anni dopo: quali vantaggi per le nostre imprese? L'esperienza del Veneto e del Lussemburgo".

 Al convegno, oltre al Prefetto di Treviso, sono altresì intervenuti il Presidente della Camera di Commercio di Treviso - Belluno, il Segretario Generale di Unioncamere del Veneto ed il Ministro delle Finanze del Granducato di Lussemburgo, Pierre Gramegna, che ha risposto alle domande poste dagli studenti trevigiani del Liceo "Duca degli Abruzzi" e dell'Istituto Tecnico "Ricatti-Luzzati"

 Nel corso dell'evento sono stati affrontati diversi aspetti relativamente all'Unione Europea i vantaggi, e le incertezze, le strategie condivise o meno tra gli stati membri, i valori trasmessi e la necessità di rispondere alle aspettative dei cittadini e delle imprese, le opportunità Erasmus, l'interscambio commerciale, gli aspetti della politica estera, le banche e la finanza.

Pubblicato il :

 21 marzo 2017 "Giornata nazionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie"

Oggi 21 marzo, si celebra la "XXII Giornata nazionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie", istituito fin dal 1996 nel primo giorno di primavera di ogni anno, per commemorare le circa 950 persone vittime innocenti della mafia.
Pubblicato il :

 21 marzo 2017 Il Ministro dell'Interno Sen. Marco Minniti all'incontro 'Governo -Enti locali: patto per la Comunità"

Nel pomeriggio odierno, Il Ministro dell'Interno, Sen. Marco Minniti, ha presenziato presso l'Auditorium "Appiani" di Treviso all'incontro "Governo - Enti locali: patto per la Comunità".

L'iniziativa ha avuto riguardo ai temi dell'immigrazione e della sicurezza della città oggetto dei recenti provvedimenti legislativi, rispettivamente il D.L. 17 febbraio 2017 n. 13 e D.L. 17 febbraio 2017 n. 14.

L'incontro è stato aperto del Presidente dell'ANCI Veneto Dr.ssa Maria Rosa Barazza ed ha visto l'intervento dei Sindaci di Vicenza Dr. Achille Variati, di quello di Belluno Dr. Jacopo Massaro e del Sindaco di Treviso Avv. Giovanni Manildo.

L'evento è stato concluso dal Ministro dell'Interno Sen. Marco Minniti che ha tratteggiato le linee di intervento del Governo sui delicati temi della sicurezza e dell'immigrazione, riconoscendo un ruolo centrale e strategico all'"alleanza" tra Stato ed Enti Locali.

Presenti all'incontro oltre al Prefetto di Treviso, Dr.ssa Laura Lega e alle Autorità civili e militari del territorio, molti Sindaci provenienti da tutta la regione.

 

Treviso 21 marzo 2017

Pubblicato il :

 17 marzo 2017 - Festa del tricolore

"Il valore dell'Unità nazionale e della Bandiera, del "Tricolore", come segno identificativo della Comunità intera che, nel rispetto delle tradizioni locali, si fonda su un sistema valoriale unico ed è capace di rispondere unitariamente e solidalmente alle sfide presenti e future". Con queste parole il Prefetto di Treviso Laura Lega ha aperto il suo intervento alla Festa del Tricolore organizzato dagli Alpini il 17 marzo scorso.

L'evento - che ha visto presenti tutti i Sindaci della provincia ai quali è stata consegnato il Tricolore - è stato particolarmente intenso ed ha rappresentato un momento "alto" nel nome della coesione sociale.

Centinaia gli Alpini presenti a dare omaggio al simbolo unificante della bandiera italiana. L'evento ha suggellato l'avvio delle iniziative legate all'Adunata Nazionale di maggio.

 

Treviso 18 marzo 2017

Pubblicato il :

 20 marzo: Firma protocollo d'intesa 'controllo di vicinato"

Nella mattinata odierna, il Prefetto di Treviso Laura Lega, presso il Salone degli Stemmi della Prefettura ha incontrato i Sindaci di Comuni di Treviso, Ponte di Piave, Povegliano, Salgareda e Volpago del Montello, per la firma del Protocollo d'intesa denominato "controllo di vicinato".

Tale progetto mira a incrementare le condizioni di sicurezza urbana valorizzando percorsi di cittadinanza attiva e di partecipazione diretta dei cittadini alla cura del proprio territorio aumentando il controllo non solo su attività criminali ma su tutti i comportamenti ritenuti sospetti, in modo tale da pervenire qualsiasi forma di degrado urbano.

Con il Protocollo d'intesa in questione, si intende valorizzare, in una cornice di regole e procedure condivise, la collaborazione fra organi di Polizia e cittadini, i quali ultimi possono offrire ai primi informazioni utili a prevenire e contrastare eventi e situazioni pregiudizievoli per la sicurezza urbana.

In concreto, l'attività di controllo di vicinato viene svolta da gruppi di cittadini nel cui ambito vengono individuati dei coordinatori che svolgeranno un'attività di mera osservazione riguardo fatti e circostanze che accadono nella propria zona di residenza.

Di tale attività, i coordinatori dei gruppi di controllo del vicinato, a loro volta, informeranno tempestivamente i referenti degli organi di Polizia locale, che valuteranno i fatti in relazione alla idoneità degli stessi a costituire indice di pericolo per la sicurezza, l'incolumità e la tranquillità pubblica.

E' fatto però divieto di qualsivoglia iniziativa personale o forma, individuale o collettiva, di pattugliamento del territorio.

Il Progetto che si va oggi a sottoscrivere è aperto alle future adesioni di tutti gli altri Comuni della provincia che intendessero sperimentare nei rispettivi ambiti territoriali il modulo di sicurezza partecipata "controllo di vicinato".

Le Amministrazioni comunali firmatarie si impegnano ad approvare, con apposita delibera di Giunta, un Progetto "controllo di vicinato" che recepisce pienamente il contenuto del presente protocollo e venga trasmesso al Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica per la relativa approvazione.
 
 
Pubblicato il :

 21 marzo 2017 Il Ministro dell'Interno Sen. Marco Minniti all'incontro 'Governo -Enti locali: patto per la Comunità"

Il Ministro dell'Interno, Sen. Marco Minniti, presenzierà oggi pomeriggio presso l'Auditorium "Appiani" di Treviso all'incontro "Governo - Enti locali: patto per la Comunità".

Al consesso, oltre al Prefetto di Treviso Laura Lega, alla Presidente dell'Anci Veneto, prenderanno parte i Sindaci provenienti da tutta la regione

Treviso 21 marzo 2017

Pubblicato il :

 Linea dura della Prefettura sulla gestione dell'accoglienza

Una vera e propria tabella di marcia forzata che sta mettendo sotto controllo tutti i centri di accoglienza è l'azione che vede impegnata la Prefettura ormai da mesi. In questa direzione la Prefettura ha disposto l'intensificazione dei controlli da parte delle Forze di Polizia, nonché da parte dell'Ispettorato del lavoro e dei Vigili del Fuoco.

Controlli operati da tempo in silenzio ma a tappeto anche dal Nucleo della Prefettura.

Dall'altra parte la Prefettura è riuscita a garantire ai Comuni ben 41 su 95, le risorse previste dal decreto legge 22 ottobre 2016, n. 193, convertito con modificazioni dalla Legge 1 dicembre 2016, n. 225, che ha disposto l'istituzione di un Fondo destinato alla ripartizione ai Comuni interessati di 500 eu. per richiedente asilo ospitato. L'importo per la Marca trevigiana è di 1.350.000 eu. da destinare alle comunità. Un successo della Prefettura di Treviso che ha promosso la misura ed ha sapientemente lavorato con il Ministero negli scorsi mesi per realizzare l'obiettivo.

Occorre ora un cambio di passo con un potenziamento sostanziale della rete SPRAR (Sistema di Protezione dei Richiedenti Asilo e Rifugiati) che veda i Comuni divenire, con oneri peraltro a carico dello Stato, protagonisti del Sistema così da meglio modulare la distribuzione calibrandola sui propri territori. Un'opportunità importante che può segnare una nuova fase nella governance territoriale del fenomeno dell'immigrazione, con un cambio di approccio che garantisca, in un quadro di pragmatismo e responsabilità, un ruolo centrale alle Amministrazioni locali.
Pubblicato il :

 Treviso 9 marzo 2017 ... Auditorium di Unindustria 'Ruolo della donna nello sviluppo della società"

Si è svolto nella mattinata odierna, presso l'Auditorium di Piazza delle Istituzioni a Treviso, il convegno dal titolo "Il ruolo della donna nello sviluppo della società: conquiste e sfide per una convivenza equilibrata".

Il consesso, voluto fortemente dal Prefetto di Treviso Dr.ssa Laura Lega ed organizzato in collaborazione con Unindustria e Fondazione Bellisario, hanno preso parte il Dott. Dalla Costa, Procuratore della Repubblica, il Procuratore Aggiunto presso il Tribunale Ordinario di Venezia Dott. Adelchi D'Ippolito, il Senatore Franco Conte, il Presidente della Provincia Stefano Marcon, i vertici delle Forze dell'Ordine, i rappresentanti militari e degli Uffici pubblici, il presidente della Camera di Commercio di Treviso e Belluno Mario Pozza, i vertici delle Associazioni di categoria e degli Ordini professionali.

Nutrita anche la rappresentanza del mondo imprenditoriale locale.

Da segnalare la cospicua partecipazione di alcune scolaresche degli Istituti del capoluogo, accompagnati dai propri insegnati oltre che dalla Dirigente dell'Ufficio Scolastico provinciale Barbara Sardella.

L'evento, iniziato alle ore 10.00 con l'intervento del Prefetto Lega, ha affrontato il tema del ruolo della donna oggi, a più di settant'anni dal suffragio universale del "46", attraverso numerosi autorevoli esponenti succedutisi secondo tre diverse strutturazioni argomentali.

Per affrontare l'aspetto dell'impegno femminile nel mondo del lavoro dal titolo " femminile pubblica/privato. Donne nelle imprese e nelle istituzioni " si sono confrontate all'interno di una "tavola rotonda" la Dott.ssa Maria Cristina Piovesana - Presidente di Unindustria, l'Avv. Mariarosa Barazza - Presidente dell'Associazione Comuni della Marca trevigiana, la Dott.ssa Stefania Barbieri - Consigliera di Parità della Provincia e l'Arch. Tiziana Prevedello Stefanel di Fondazione Bellisario.

Di seguito, per trattare il tema " l'impegno per il femminile: Prevenzione e Sicurezza" , hanno preso posto alla seconda tavola rotonda il Dott. Michele Dalla Costa - Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Treviso, la Dott.ssa Alessia Forte - Presidente Giovani Imprenditori, la Dott.ssa Manuela Colombari - Direttore Area "Infanzia, Adolescenza e Famiglia" del Distretto Sud dell'Azienda ULSS n. 2 Marca Trevigiana ed infine il Sost. Comm. Isidoro Grammauta e l'Ispettrice Pin della Questura di Treviso.

Dopo alcuni interventi dalla platea, da parte degli studenti che hanno inteso rivolgere delle domande ai relatori, si è svolta sul palco una "conversazione tematica" animata da due notissimi esponenti quali il giornalista e storico Dott. Paolo Mieli e la psicoterapeuta Dott.ssa Vera Slepoj.

La trevigiana Maria Pia Zorzi, giornalista RAI della sede regionale del Veneto, ha moderato l'incontro.

Si allega programma dell'incontro.
 
Pubblicato il :

 COMUNICATO STAMPA

Nella giornata odierna, presieduto dal Prefetto di Treviso Laura Lega, si è riunito il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, per la consueta analisi della situazione della sicurezza pubblica del territorio.

Durante la seduta, il Comitato ha preso favorevole atto dell'avvenuto potenziamento del controllo del centro storico di Treviso, attraverso l'aggregazione all'Arma territoriale di una pattuglia Operativa di Supporto composta da militari del 4° Battaglione Carabinieri Veneto di Venezia, che impiega personale specificatamente addestrato e adeguatamente equipaggiato per meglio controllare il territorio nel corso del mese di marzo.
Pubblicato il :

 3 febbraio 2017 - Innovativa collaborazione sul territorio tra le Istituzioni, produttori e consumatori.

"Stiamo costruendo un percorso condiviso ed innovativo tra Istituzioni, produttori, consumatori ed associazioni per garantire la valorizzazione del prodotto "prosecco" in un quadro di economia sostenibile e durevole a salvaguardia della tutela della salute pubblica e dei fattori ambientali." Così ha aperto il vertice che si è tenuto oggi pomeriggio in Prefettura il Prefetto di Treviso Laura Lega.

Un incontro significativo volutamente fissato subito dopo il via libera alla candidatura ufficiale a patrimonio dell'Unesco intervenuta nelle scorse settimane.

All'incontro hanno partecipato la Regione Veneto, i Sindaci dei Comuni di Conegliano, Colle Umberto, Vittorio Veneto, Valdobbiadene e Pieve di Soligo, il Comandante Provinciale dei NAS, la Sezione Carabinieri - Servizio Forestale -, l'Azienda U.L.S.S. 2 Trevigiana, Rappresentanti di Confagricoltura, Coldiretti e del Settore Vinicolo di Unindustria oltre che il Presidente della Cantina Sociale Produttori di Valdobbiadene, il Presidente della Cantina Sociale dei colli di Soligo, il Presidente della Cantina Sociale di Conegliano - Vittorio Veneto, il Presidente del Consorzio Tutela del Prosecco DOCG Conegliano e Valdobbiadene, Rappresentanti del Consorzio DOCG Vini di Asolo e Montebelluna, il Presidente del Consorzio Colli di Conegliano DOCG, l'AVEPA, il Rappresentanti di OA WWF Terre del Piave, il Rappresentante di PAN Italia, il Rappresentante dell'Associazione Martin Pescatore, il Rappresentante del Coordinamento Fare Rete, il Rappresentante di FIVI.

Il Vertice è stato aperto dall'Arch. Saccon che, quale coordinatore del progetto UNESCO per la candidatura della zona DOCG prosecco, ha illustrato gli elementi istruttori raccolti a supporto del fascicolo progettuale trasmesso all'Organismo internazionale in esame e gli obiettivi del relativo piano di gestione, alcuni già raggiunti, altri ancora in itinere, per ottenere l'ambito riconoscimento.

Si è dato conto che sotto la spinta del Tavolo istituito dalla Prefettura si è finalmente avviato un percorso virtuoso di sempre maggiore attenzione all'uso corretto del glyphosate. In questa direzione alcuni Sindaci hanno adottato proprio negli scorsi giorni ordinanze di limitazione temporanea di erbicidi contenenti glifosati. Gli stessi produttori hanno illustrato le nuove metodiche in atto che prevedono la limitazione di sostanze potenzialmente dannose.

Nel corso dell'incontro è emerso come dai controlli effettuati costantemente non risultino allo stato situazioni di pericolo che richiedano interventi urgenti. E' stato peraltro altresì evidenziato come la crescita esponenziale negli ultimi anni della produzione dev'essere governata garantendo regole chiare sulla qualità dei processi agricoli e sull'uso del suolo con un monitoraggio costante.

Al riguardo, è stata stimolata l'attenzione dei produttori a garantire con responsabilità la massima vigilanza e l'adozione di ogni necessario presidio per la sicurezza sanitaria ed ambientale. E' stato altresì evidenziato il ruolo fondamentale della formazione, come peraltro testimoniato dai rappresentanti dell'Istituto Cerletti, che può garantire sempre più una crescita professionale di alta qualificazione. Parallelamente, il Prefetto ha assicurato che saranno potenziati i controlli da parte degli organi competenti.

Il vertice si è concluso con l'auspicio ad assicurare una sempre maggiore attenzione in fase di produzione, che garantisca, non solo di poter cogliere l'opportunità offerta dalla candidatura a patrimonio UNESCO, prezioso per tutto il territorio della Marca, ma, altresì, garantire nel tempo una piena e sostenibile valorizzazione del prosecco come prodotto di eccellenza italiana.

 

Pubblicato il :

 
Torna su