Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Treviso

Comunicato Stampa

 

 28 luglio 2017, ore 10.00 - Incontro formativo interforze concernente 'La sicurezza nei luoghi di lavoro; accessi e controlli degli operatori di Polizia"

Si è tenuto nell'odierna mattinata con inizio alle ore 10.00, l'iniziativa di formazione ed aggiornamento interforze prevista dal "Patto per Treviso Sicura", sottoscritto nel luglio 2016 da Prefettura e Comune capoluogo, concernente "La sicurezza nei luoghi di lavoro; accessi e controlli degli operatori di Polizia".

In considerazione della particolare rilevanza della materia trattata, oltre che agli operatori del Comune di Treviso, hanno preso parteo anche gli appartenenti della Polizia Locale dei Comuni di Altivole, Borso del Grappa, Breda di Piave, Caerano San Marco, Castelfranco Veneto, Cessalto, Codogné, Conegliano, Fregona, Godega di S. Urbano, Istrana, Mansué, Maserada sul Piave, Mogliano Veneto, Morgano, Moriago della Battaglia, Portobuffolé, Possagno, San Biagio di Callalta, Sernaglia della Battaglia, Spresiano, Vedelago, Vidor, Villorba, Volpago del Montello, intervenuti Anche in rappresentanza di altri Comuni, ove consorziati.

Dopo i saluti di apertura da parte del Prefetto Laura Lega, il consesso si è svolto attraverso gli interventi dei diversi relatori dell'Ispettorato Territoriale del Lavoro, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e dell'U.L.SS. n. 2 - Servizio Sicurezza Prevenzione Ambienti di Lavoro, allo scopo di far acquisire ai partecipanti, ognuno per le proprie competenze istituzionali, tecniche di rilevazione di fattispecie problematiche in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro per le opportune segnalazioni agli organi di diretto interesse.

L'iniziativa ha riscosso particolare apprezzamento tra i presenti.

La formazione proseguirà con altre due successive sessioni, la prima delle quali si svolgerà a settembre, dedicata ad "Immigrazione, con riguardo anche alla particolare disciplina relativa allo status ed al trattamento dei minori stranieri non accompagnati" ed un'altra che avrà luogo ad ottobre 2017, dedicata alla "contraffazione documenti".
Pubblicato il :

 Il Prefetto visita il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Treviso

Nell' odierna mattinata Il Prefetto di Treviso Laura Lega ha fatto visita al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco soffermandosi in particolare nella Sala Operativa. Il Prefetto, accompagnata per l'occasione dal Comandante Provinciale Ing. Nicola Micele, ha inteso ringraziare tutto quel Personale che quotidianamente viene chiamato a svolgere in questo ambito provinciale, un delicato e prezioso servizio a favore della collettività.

Il Prefetto Lega, parlando con tutto il personale riunito, ha voluto fare un bilancio di questi primi sette mesi dell'anno ricordando la capacità e l'impegno dimostrato h24 dai Vigili del Fuoco nei numerosi interventi effettuati in situazioni di pericolo dove l'apporto è stato sempre altamente qualificato e decisivo nel mettere in sicurezza i beni e nel salvare vite umane come da ultimo nell'episodio degli scorsi giorni che ha consentito di mettere in salvo due ragazzi rimasti bloccati su in isolotto in mezzo al Piave.

Parallelamente ha voluto segnalare il rilievo dell'attività di prevenzione ed informazione che viene costantemente assicurata nel territorio, evidenziando al riguardo la valenza innovativa del Protocollo stipulato di recente tra La Prefettura, il Comando Provinciale ed Unindustria per garantire una partnership preziosa nell'azione di prevenzione nelle aziende.

Il Prefetto ha inoltre ricordato il contributo straordinario offerto dai Vigili del Fuoco in tutti i teatri operativi d'Italia che quest'anno si sono moltiplicati, in particolare nelle ultime settimane, con il drammatico accrescersi degli incendi che stanno interessando molte Regioni. Il contributo di Treviso anche qui non è mancato e gli uomini ed i mezzi del Comando Provinciale sono intervenuti a dare supporto ai colleghi in Sicilia.

Non ha mancato inoltre di segnalare il prezioso apporto che sta offrendo la componente proveniente al Corpo della Forestale il cui innesto, valorizzato a dovere, sta offrendo un know how aggiuntivo per l'azione di prevenzione e per quella operativa che sarà certamente strategico per il futuro.

Il Prefetto ha infine voluto dare il benvenuto ai prossimi contingenti di personale in arrivo al Comando che, seppur in parte avvicenderanno altro personale in uscita, contribuiranno a potenziare complessivamente l'attività già intensa dei Vigili del Fuoco nella provincia di Treviso.

Pubblicato il :

 Sicurezza: dal prossimo 28 luglio potenziamento del controllo del territorio con un contingente delle Forze Armate

Il Ministero dell'interno su richiesta del Prefetto Laura Lega, ha disposto l'assegnazione alla provincia di Treviso di 20 militari che concorreranno con le Forze di polizia nella vigilanza a siti ed obiettivi sensibili nel territorio con un modulo d'impiego straordinario.

Come stabilito in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto lo scorso 24 luglio, in base ad un'attenta valutazione delle istanze di sicurezza provenienti dal territorio, i militari - appartenenti al Raggruppamento dei Lagunari "Serenissima" di Venezia-Mestre - opereranno, a partire dal 28 luglio 2017, in stretta sinergia con le Forze di Polizia a partire dai distretti territoriali dei comuni di Treviso, Casier e di Oderzo.

Si tratta di un impiego mirato che punta ad innalzare il livello di sicurezza del territorio e la sua percezione nei cittadini che conferma la linea d'azione severa intrapresa dalla Prefettura al riguardo.

Il Prefetto Lega sottolinea che "La sicurezza è la priorità. Dobbiamo garantire ai nostri cittadini la possibilità di vivere in serenità e di sentirsi sicuri nelle proprie città. Lo Stato c'è ed è forte e' presente sul territorio in tutte le sue articolazioni ed ha il dovere di garantire la sicurezza quale bene primario. Non ci sono allarmi specifici nella provincia di Treviso che viene costantemente monitorata e presidiata con efficacia dalle Forze di polizia, ma il concorso delle Forze Armate va nella direzione di un potenziamento del controllo del territorio e della strategia di prevenzione."

Il contingente militare verrà impiegato nella vigilanza dinamica per aree ed obiettivi in complementarietà al dispositivo del servizio Coordinato del Controllo del Territorio.
Pubblicato il :

 28 luglio 2017, ore 10.00 Incontro formativo interforze concernente 'La sicurezza nei luoghi di lavoro; accessi e controlli degli operatori di Polizia"

Parte domani l'iniziativa di formazione ed aggiornamento interforze prevista dal "Patto per Treviso Sicura", sottoscritto nel luglio 2016 da Prefettura e Comune capoluogo, con il 1° incontro che si terrò in Prefettura domani con inizio alle ore 10.00, concernente "La sicurezza nei luoghi di lavoro; accessi e controlli degli operatori di Polizia".

L'incontro si prefigge lo scopo di far acquisire ai partecipanti, ognuno per le proprie competenze istituzionali, tecniche di rilevazione di fattispecie problematiche in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro per le opportune segnalazioni agli organi di diretto interesse.

In considerazione della particolare rilevanza della materia trattata, si è ritenuto di ampliare la partecipazione all'incontro seminariale, oltre che agli operatori del Comune di Treviso, che è parte del citato Patto, anche al personale di Polizia Locale degli altri Comuni della provincia.

La formazione proseguirà con altre due successive sessioni, la prima delle quali si svolgerà a settembre, dedicata ad "Immigrazione, con riguardo anche alla particolare disciplina relativa allo status ed al trattamento dei minori stranieri non accompagnati" ed un'altra che avrà luogo ad ottobre 2017, dedicata alla "contraffazione documenti".

Pubblicato il :

 Il Prefetto incontra gli Alpini della città

Il Prefetto di Treviso Dr.ssa Laura Lega ha ricevuto oggi una delegazione di Alpini, che hanno voluto consegnare il "Libro Verde della Solidarietà Alpina" che, istituito da oltre un decennio, riassume le innumerevoli ed impegnative attività che l'Associazione Nazionale Alpini svolge a sostegno della collettività, attraverso le proprie sezioni nazionali ed estere e gli oltre 4mila gruppi.

Nel corso dell'incontro, al quale hanno preso parte altresì il Presidente del Consiglio Comunale di Treviso Franco Rosi ed il Vicesindaco Grigoletto, la delegazione ha voluto anche ringraziare nuovamente la Prefettura e tutti gli Enti che sono stati recentemente impegnati nell' organizzazione del grande evento del Raduno nazionale, svoltosi a Treviso lo scorso mese di maggio, nel ricordo del Centenario della Grande Guerra.

 

Gli Alpini incontrano il Prefetto di Treviso
Pubblicato il :

 Costituzione del Tavolo interreligioso della provincia di Treviso

Costituzione del Tavolo interreligioso della provincia di Treviso in adesione al Patto nazionale per un Islam Italiano, espressione di una comunità aperta, integrata, e aderente ai valori e principi dell'ordinamento statale.

Si è costituito il 24 luglio u.s., alla presenza del Sottosegretario dr. Domenico Manzione e del Prefetto Lega, il Tavolo interreligioso della provincia di Treviso, in prima fase, con le associazioni affiliate alle organizzazioni islamiche aderenti al "Patto nazionale per un Islam Italiano, espressione di una comunità aperta integrata e aderente ai valori e principi dell'ordinamento statale" sottoscritto lo scorso 1' febbraio dal Ministro dell'Interno.

La costituzione del Tavolo e' intervenuta in seno al Consiglio Territoriale per l'Immigrazione alla presenza delle Istituzioni locali quali i vertici delle Forze di Polizia, i rappresentati degli Istituti carcerari presenti in provincia, degli Enti locali, della Camera di Commercio, dell'Ispettorato del Lavoro, dell'Ufficio Provinciale Scolastico, dell'I.N.A.I.L., dell'I.N.P.S., della USL, di Unindustria, delle Organizzazioni Sindacali, del cd. Terzo Settore e del mondo del volontariato, della Caritas e dell'Ufficio Pastorale per le migrazioni.

L'iniziativa ha l'obiettivo di declinare sul territorio della provincia di Treviso - 2' provincia del Veneto per numero di persone immigrate residenti e 10' su scala nazionale - quell' input partito dal Ministero dell'Interno lo scorso mese di febbraio che punta a sostenere e rafforzare le iniziative volte al dialogo tra le Istituzioni e le comunità, coniugando il pluralismo religioso con i principi di sicurezza e legalità.

La costituzione del Tavolo provinciale costituisce un momento importante poiché segna l'avvio di un percorso che intende assicurare una comunità di intenti con tutti coloro che intendono contribuire allo sviluppo pacifico ed alla prosperità del nostro Paese, pur provenendo da Paesi, culture religioni e tradizioni diverse, nel pieno rispetto dell'ordinamento.

In tale contesto, come precisato nel corso dell'incontro, la Prefettura intende favorire in maniera stabile la formazione di uno spazio di relazione e confronto, per dare impulso ad ogni utile iniziativa volta alla realizzazione degli impegni contenuti nel Patto e per ricercare le soluzioni più adeguate, a livello territoriale, per l'armonica convivenza delle comunità islamiche e degli immigrati.

Successivamente sarà poi, estesa la partecipazione al Tavolo anche di altri rappresentanti di altre associazioni di fede musulmana operanti sul territorio con riconosciuto grado di rappresentatività.

Tutti i partecipanti al Tavolo hanno espresso vivo apprezzamento per l'iniziativa, segnalandone la valenza storica del momento ed hanno condiviso la necessità di un percorso comune capace di garantire, in un quadro di legalità e nel rispetto dei principi costituzionali, il pluralismo culturale e religioso.

 

Tavolo interreligioso
Pubblicato il :

 Attività di divulgazione dell'offerta formativa degli Istituti scolastici della provincia presso il Centro di accoglienza ex Caserma Serena

In data 13.7.2017 si è svolta la prima giornata di orientamento scolastico presso il C.A.S. "Ex Caserma Serena".

L'attività ha lo scopo di fornire ai richiedenti asilo ospiti del centro di accoglienza informazioni relative all'offerta formativa degli Istituti scolastici del territorio ed alle modalità di iscrizione al fine di stimolare in maniera massiva la partecipazione ai percorsi formativi.

Hanno partecipato all'iniziativa 5 Istituti scolastici trevigiani rappresentati da 10 docenti. I docenti coadiuvati da insegnanti, mediatori ed educatori del C.A.S. hanno presentato l'offerta formativa, anche attraverso la distribuzione di brochure per dare risposte alle numerose domande poste dai richiedenti asilo e raccolto le adesioni per il prossimo anno scolastico. I richiedenti asilo si sono dimostrati curiosi ed entusiasti di poter conoscere le varie opportunità scolastiche ed hanno preso appunti durante le spiegazioni per non perdere le informazioni fornite. Alcuni si sono presentati, raccontando le esperienze scolastiche e lavorative pregresse e progettando con docenti e mediatori il loro futuro.

Già circa 200 studenti del Centro di accoglienza ex Caserma Serena studiano con impegno, ed oltre ad avere concluso con profitto l'anno scolastico 2016/2017, stanno partecipando a corsi estivi di potenziamento.

All'interno del Centro si sostengono l'uno con l'altro, dandosi reciprocamente ripetizioni e partecipando ai vari corsi di dopo- scuola attivi nel C.A.S..

Nella mattinata di oggi altri 260 ragazzi hanno aderito ai percorsi scolastici proposti.

Si registra, infine, una buona partecipazione delle donne interessate ai corsi per operatore dell'abbigliamento, operatore benessere e acconciatura oltreché ai corsi di italiano A2 e scuola media.

Questa iniziativa di orientamento scolastico si inserisce nel quadro delle attività proposte dalla Prefettura di Treviso, con la collaborazione del CPIA di Treviso e degli Enti gestori  per la promozione della formazione scolastica e del successivo inserimento lavorativo.

Su indicazione della Prefettura di Treviso, l'Ente gestore Nova Facility srl ha avviato contatti con gli Istituti scolastici per organizzare un'iniziativa analoga presso il Centro di accoglienza "ex Caserma Zanusso".

Referente : dr.ssa Paola De Palma, Dirigente area IV tel. 0422.592449
Pubblicato il :

 Sottoscrizione del Protocollo tra la Prefettura, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e Unindustria Treviso 'Piano di azione di prevenzione incendi 2017-

Un altro fondamentale tassello del progetto "Imprese e Pubblica Amministrazione" presentato al Ministro della Semplificazione e Pubblica Amministrazione Marianna Madia il 13 aprile 2016, è divenuto definitivo. Infatti, sul fronte della prevenzione incendi si è svolta l'11 luglio presso la sede della Prefettura la sottoscrizione da parte del Prefetto Laura Lega, del Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco Nicola Micele e del Presidente di Unindustria Treviso Maria Cristina Piovesana il Protocollo "Piano di azione di prevenzione incendi 2017-18 e attività di supporto per le imprese".

Un accordo fondamentale ed innovativo che nella provincia trevigiana costituisce "una nuova operazione di sistema che vede innalzarsi il livello della collaborazione interistituzionale.

L'accordo trilaterale, che costituisce un tassello del più ampio e composito progetto mira ad istituzionalizzare, con il coordinamento della Prefettura, forme di collaborazione stabile e crescente fra imprese del territorio e Vigili del Fuoco, con il fondamentale obiettivo di implementare la sicurezza aziendale sul piano della prevenzione degli incendi.

 

 

Treviso, 12 luglio 2017

Pubblicato il :

 Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica

11 luglio 2017 - Prefettura di Treviso Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica.  Si è tenuta, nella mattinata odierna, presso la Prefettura di Treviso, una seduta del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal Prefetto Laura Lega, cui hanno partecipato, oltre ai vertici provinciali delle Forze di Polizia, il Sindaco di Treviso Giovanni Manildo, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco Nicola Micele ed il Comandante della Sezione di Treviso della Polizia Stradale Alessandro De Ruosi. 

Tra gli argomenti all'ordine del giorno, un particolare risalto è stato dato ad alcune problematiche di sicurezza urbana balzate agli onori della cronaca, anche per il presunto coinvolgimento di stranieri richiedenti asilo (bivacchi in luogo pubblico, disturbo alla quiete pubblica, molestie, episodi di consumo di bevande alcoliche e stupefacenti).

Sono state altresì oggetto di particolare attenzione le problematiche segnalate dalla cittadinanza con riferimento ad alcune zone specifiche della Città, su cui le Forze di Polizia già da tempo garantiscono un'adeguata presenza e vigilanza e laddove si è deciso di rafforzare ulteriormente il dispositivo di controllo del territorio assicurando maggiore visibilità ed operatività interforze.

L'occasione è stata altresì propizia per intensificare ulteriormente i controlli coordinati del territorio in sinergia con la Polizia Locale, implementando quelli già da tempo in atto in tutto il territorio urbano da parte delle Forze di polizia.

Con i Vigili del Fuoco sono state meglio analizzate, anche in previsione di alcuni eventi estivi programmati a Treviso, le problematiche di salvaguardia della pubblica incolumità e sicurezza nelle manifestazioni pubbliche, alla luce delle ultime direttive del Ministero dell'Interno che saranno fatte oggetto di una ulteriore circolare del Prefetto ai Sindaci della provincia.  E' stata affrontata anche la tematica del rischio estivo di incendi boschivi relativamente alla quale si sono ricevute ampie rassicurazioni in ordine alla presenza nel territorio di presidi e dotazioni idonei ad intervenire prontamente ed efficacemente se necessario.

Infine, si è proceduto ad esaminare, anche con la locale Sezione della Polizia Stradale, le direttive impartite dal Ministero dell'Interno per i controlli di Polizia stradale durante la corrente stagione estiva, direttive che troveranno sviluppo nel territorio mediante una mirata intensificazione dei controlli stessi ad opera degli Organi ed Enti competenti. Dalla disamina effettuata è emersa una positiva, anche se solo parziale, diminuzione dell'incidentalità nel primo semestre dell'anno 2017 a conferma dell'azione in corso.

 

Treviso, 11 luglio 2017
Pubblicato il :

 Piano di azione di prevenzione incendi 2017-18 e attività di supporto per le imprese

11 luglio 2017 - Prefettura di Treviso

"Sottoscrizione del Protocollo tra la Prefettura, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e Unindustria Treviso "Piano di azione di prevenzione incendi 2017-18 e attività di supporto per le imprese".

 

Il prossimo 11 luglio, alle ore 11.30, presso la sede della Prefettura di Treviso, il Prefetto Laura Lega, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco Nicola Micele e il Presidente di Unindustria Treviso Maria Cristina Piovesana sottoscriveranno il Protocollo "Piano di azione di prevenzione incendi 2017-18 e attività di supporto per le imprese".

 

L'accordo trilaterale, che costituisce un tassello del più ampio e composito progetto "Imprese e Pubblica Amministrazione" ufficializzato da Unindustria e condiviso dal Prefetto in occasione dell'incontro con il Ministro della Semplificazione e Pubblica Amministrazione Marianna Madia svoltosi a Treviso il 13 aprile 2016,   mira ad istituzionalizzare, con il coordinamento della Prefettura,  forme di collaborazione stabile e crescente fra imprese del territorio e Vigili del Fuoco, con il fondamentale obiettivo di implementare la sicurezza aziendale sul piano della prevenzione degli incendi.

 

Treviso, 6 luglio 2017

Pubblicato il :

 
Torna su