Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Treviso

Comunicato Stampa

 

 COMUNICATO STAMPA

Il Prefetto di Treviso Dr. Laura Lega, accompagnata dal Direttore Generale Dr. Francesco Benazzi, ha effettuato nella mattinata odierna una visita al reparto di Pediatria presso l'Ospedale Cà Foncello di Treviso, che svolge attività di diagnosi e cura dedicate a bambini in età evolutiva fino al compimento del 14° anno di età.
Pubblicato il :

 Conferenza stampa Dati sicurezza 2016 - Treviso 31 gennaio 2017

Presentati oggi in Prefettura dal Prefetto Laura Lega, alla presenza dei vertici delle Forze di Polizia, delle Autorità militari e civili, i dati 2016 relativi alla sicurezza nella provincia di Treviso.

Il Prefetto Lega ha illustrato l'andamento della delittuosità che conferma un trend largamente positivo che vede diminuire progressivamente anche per il 2016 la consistenza dei delitti.

Il Prefetto ha sottolineato come la sicurezza sia un focus particolare per garantire alla provincia ed ai Trevigiani un contesto sano e solido, capace di assicurare sviluppo economico, sociale e serenità. In questa direzione l'azione di coordinamento delle Forze di Polizia e di prevenzione svolta dalla Prefettura si sia dispiegata in modo intenso e senza sosta per arginare tutti i fenomeni di crisi in atto.

E' stato evidenziato come la situazione della sicurezza sul territorio provinciale e l'andamento dei fatti criminosi sono stati attentamente analizzati in sede sia di C.P.O.S.P. che nelle settimanali Riunioni Tecniche di coordinamento presiedute dal Prefetto con i vertici delle FFPP - che sono state complessivamente 41 nel 2016 - aperte spesso alla partecipazione di personalità esterne in primis dei vertici della Magistratura locale con i quali si conferma il regime di fattiva collaborazione, dei Sindaci della Provincia e del Presidente della Provincia per trattare argomenti di specifica pertinenza locale, nonché di rappresentanti delle categorie produttive laddove necessario.

Dalle analisi e dai confronti sviluppati nell'ambito del Comitato è stata tarata la risposta ed è stato modulato il controllo capillare del territorio.

Il bilancio dei dati 2016 offre un quadro di sensibile riduzione complessiva dei reati che sono passati dai 25.130 del 2015 ai 22.899 del 2016 con una riduzione percentuale del 8, 88%.

Tra questi reati la maggiore attenzione tra la popolazione è' destata dai reati predatori. Peraltro i furti hanno avuto un forte decremento passando da un totale di 14.379 del 2015 a 12.964 nel 2016 con un meno 9.84%.

Significativo il dato riferito nello specifico ai furti in abitazione scesi del 4. 63%.

Il bilancio 2016 è quindi a saldo positivo ed i dati registrati confermano una significativa contrazione dei reati. I risultati ci sono e sono importanti e confermano il rinnovato e potenziato controllo coordinato del territorio.

Il Prefetto Lega ha evidenziato per il futuro la necessità di far crescere anche il "senso della sicurezza" nei cittadini.

Per questa l'azione sinergica anche con le Amministrazioni locali è fondamentale.

In questa direzione lo scorso luglio è stato firmato con l'Amministrazione comunale di Treviso il PATTO TREVISO SICURA che rappresenta un'ulteriore conferma del solido regime di collaborazione tra il livello statale e quello territoriale nel contrasto all'illegalità, rilanciando lo stretto rapporto tra la Prefettura ed il Comune di Treviso.

Tra le iniziative orientate alla prevenzione è stata ulteriormente potenziata la rete di videosorveglianza nella provincia al fine di garantire un supporto prezioso alle FFPP nell'attività investigativa, ma, soprattutto, nel garantire anche una dissuasione forte per chi intende delinquere.

L'andamento statistico dei dati in ordine alle violenze sessuali segnala una riduzione drastica del 62%, dalle 54 del 2015 alle 20 del 2016. In Prefettura sul tema delle violenze domestiche e di genere si è aperto un Tavolo di lavoro impegnato che sta lavorando serratamente e proficuamente sul tema.

Riduzione anche dei fenomeni denunciati di estorsione passate dalle 49 del 2015 alle 42 del 2016, mentre le denunce sono più che raddoppiate in tema di usura (dalle 3 del 2015 alle 8 del 2016). Un fenomeno su cui occorre prestare grande attenzione e garantire una rete forte di supporto alla comunità e la Prefettura sta avviando un'azione intensa sul tema che prevederà anche il coinvolgimento delle categorie produttive.

Nel 2016 è proseguita l'azione di prevenzione dei tentativi d'infiltrazione della criminalità organizzata ed è stato elaborato a tale scopo un Protocollo d'intesa che sarà stipulato a breve con le stazioni appaltanti per garantire un livello di filtro maggiore e così scongiurare il rischio infiltrazione negli appalti pubblici.

Intensa e delicatissima anche l'attività svolta dalla Prefettura in materia antimafia con l'iscrizione ad oggi di 98 imprese nella white list .

Attenzione particolare è stata dedicata poi al rilascio dei porti d'arma che sono stati 196 nel 2016.

Quanto agli stupefacenti le persone segnalate il Prefettura sono state 581 nel 2016.

Quanto al tema dell'immigrazione è sensibilmente cresciuto nel 2016 il numero dei r.a. che oggi è di circa 2.385 in 41 comuni. Per garantire la sicurezza del territorio si è assicurata l'alloggiamento di tutti i contingenti in arriv o. La presenza dei richiedenti asilo sul territorio non ha evidenziato una crescita significativa dei fenomeni delittuosi, ma resta comunque alta la vigilanza ed il rigore nei controlli.

La Prefettura ha intensificato peraltro l'azione di contrasto all'immigrazione clandestina con un incremento del controllo per intercettare la presenza di soggetti non legittimamente presenti sul territorio. Massimo impulso sarà garantito anche nel 2017.

Le espulsioni del 2015 sono state 147 e nel 2016 178 . Con 35 accompagnamenti alla frontiera. 21 sono stati gli accompagnamenti ai CIE.

Intensa e crescente anche l'attività svolta dalla Prefettura in materia di sanzioni amministrative previste dal Codice della strada. Dai n. 2815 i verbali iscritti a ruolo del 2015, si è passati a n. 3400 con n. 2583 ordinanze emesse nel 2016 contro le n. 1183 del 2015. N. 1452 i ricorsi al Prefetto .

Quanto alle attività ingenti svolte dalla Prefettura in materia di violazioni in materia di assegni bancari e postali sono pervenuti nel 2016 n.1365 rapporti informativi .

Sicurezza in senso compiuto vuol dire in senso lato "sicurezza del territorio" e quindi è necessario un flash sulla protezione civile. Nel territorio della provincia di Treviso insistono n. 14 aziende a rischio di incidente rilevante per i quali sono in atto o in corso di rinnovo i Piani di emergenza. Numerose - 112 - anche le bonifiche effettuate nel 2016 per ordigni bellici che hanno visto interessate le ns. Forze di Polizia.

Questi dati ci devono far ringraziare chi concretamente e quotidianamente opera per la nostra sicurezza e quindi, oltre alle donne ed agli uomini della Polizia di Stato e dell'Arma dei Carabinieri, oggi arricchita dall'inserimento prezioso del patrimonio esperienziale del Corpo Forestale, della Guardia di Finanza che svolge un ruolo prezioso nell'attività di tutela oltre che del consumatore, altresì delle imprese garantendo un sistema di concorrenza leale che favorisca le aziende che operano correttamente evitando la nascita di mercati "drogati". Parallelamente, ha operato significativamente sul piano della lotta agli stupefacenti e dei reati fiscali senza dimenticare il monitoraggio dei flussi transfrontalieri di valuta.

Importanti anche i dati relativi al soccorso tecnico ed un ringraziamento speciale va al Comando provinciale dei VVF di Treviso che, oltre ad operare, in partnership con la Prefettura, anche in un'attenta azione di prevenzione e d'informazione avviata negli scorsi mesi alla popolazione, al mondo della scuola ed agli Enti locali, sta garantendo la propria diretta e preziosa collaborazione nelle aree teatro del terremoto nel Centro Italia .

Grazie alle Forze di Polizia ed al sistema tutto della sicurezza.

Pubblicato il :

 27 gennaio 2017 - Auditorium della Provincia di Treviso 'Giornata della Memoria"

Si è svolta nella mattinata odierna, presso l'Auditorium dell'Amministrazione provinciale di Treviso, la "Giornata della Memoria" istituita dalla legge 20 luglio 2000, n. 211, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati nei campi nazisti.

La Cerimonia organizzata in maniera congiunta con l'Amministrazione Provinciale di Treviso, nel segno dell'unitarietà delle Istituzioni del territorio, è stata presieduta dal Prefetto di Treviso, Laura Lega ed oltre al Presidente della Provincia Dott. Stefano Marcon, ha visto la visto la partecipazione delle massime autorità civili e militari, nonché di 200 studenti provenienti da Istituti Scolastici Superiori della città.

In tale solenne contesto 3 cittadini trevigiani hanno ricevuto la medaglia d'onore, istituita con Legge n. 296 del 2006, come riconoscimento per il sacrificio di civili e militari che, durante la seconda guerra mondiale, vissero la drammatica esperienza della deportazione e del lavoro coatto per l'economia di guerra nell'ultimo conflitto mondiale.

 

27 gennaio 2017 - Giornata della memoria
Pubblicato il :

 ADUNATA NAZIONALE ALPINI - Parte la macchina dell'organizzazione della sicurezza

Conto alla rovescia per l'organizzazione della prossima Adunata Nazionale degli Alpini che si terrà a Treviso dal 12 al 14 maggio prossimo.

Dopo gli incontri già tenutisi nelle settimane precedenti con gli organizzatori, il Prefetto Laura Lega ha voluto far partire il timing dell'organizzazione della sicurezza con l'inserimento tra i punti all'ordine del giorno del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica del 25 gennaio dell'evento a cui si sta preparando la città visto l'afflusso straordinario stimato in circa 500.00 persona. L'Adunata Nazionale richiamerà infatti un gran numero di presenze visto che cade tra l'altro quest'anno anche in una data simbolo che è quella del centenario della Grande Guerra che ha visto la Provincia di Treviso quale teatro di guerra tra i più significativi.

Il rilievo dell'iniziativa è stato al centro delle analisi effettuate nel vertice che ha già deliberato i primi interventi organizzativi. E' stata infatti decisa la costituzione di un apposito Nucleo Operativo Interistituzionale che curerà la pianificazione in dettaglio delle misure necessarie ad assicurare il sereno, ordinato e sicuro svolgimento dell'evento. Il Nucleo sarà costituito da rappresentanti delle Forze di Polizia, della Provincia e del Comune di Treviso, nonché dell'Associazione Nazionale Alpini e delle altre strutture e amministrazioni che dovranno essere coinvolte, in ragione delle loro competenze, nella organizzazione e gestione dell'evento.

L'evento sarà oggetto nelle settimane prossime di focus specifici per l'affinamento di ogni intervento ritenuto necessario.
Pubblicato il :

 procedura negoziata per l'affidamento del servizio di interpretariato in consecutiva e traduzione a supporto della locale Commissione Territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale

Si informa che questa Prefettura ha pubblicato un avviso pubblico esplorativo per la manifestazione di interesse a partecipare a procedura negoziata per l'affidamento del servizio di interpretariato in consecutiva e traduzione a supporto della locale Commissione Territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale. Il servizio è previsto dal 1 marzo fino al 30 settembre 2017 mediante convenzione.

Chiunque in possesso dei requisiti necessari può presentare manifestazione di interesse di partecipazione alla procedura negoziata per l'affidamento del servizio entro il 2 febbraio 2017 a mezzo pec.

Tutte le informazioni, l'avviso, il capitolato, le modalità di presentazione della manifestazione di interesse sono reperibili sul sito della Prefettura di Treviso.
Pubblicato il :

 COMUNICATO STAMPA

Nella mattinata odierna si è tenuta una Riunione Tecnica di Coordinamento con i vertici delle Forze di Polizia presieduta dal Prefetto Laura Lega che in apertura ha manifestato apprezzamento al Comandante Provinciale dei Carabinieri Ten. Col.llo Vitucci per alcune brillanti operazioni compiute di recente in tema da ultimo di contrasto agli assalti al bancomat.

Il vertice è proseguito poi con una disamina dei profili organizzativi connessi al transito del Corpo Forestale dello Stato nell'Arma dei Carabinieri operante dallo scorso 1° gennaio 2017 e con il focus settimanale sulla situazione nei centri di accoglienza presenti in provincia.

Si è passati quindi alle valutazioni congiunte in ordine al Protocollo "Mille occhi sulla città" che coinvolge il settore della vigilanza privata che s'intende varare quanto prima per assicurare un ulteriore strumento di controllo del territorio.

Da ultimo sono state prese in esame le diverse manifestazioni che si svolgeranno in provincia assicurando l'impegno alla massima attenzione per garantire il sereno e sicuro svolgimento delle stesse.
Pubblicato il :

 TRASFERIMENTO UFFICIO LEGALIZZAZIONI

Si comunica all'utenza che dal 16 gennaio 2017, l'Ufficio Legalizzazioni sarà trasferito dalla sede dello Sportello Unico di Via Marchesan n. 11/a a Treviso, in Piazza dei Signori, sede della Prefettura di Treviso e seguirà il seguente orario:

Dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 12.00

mercoledì pomeriggio anche dalle ore 15.00 alle ore 16.00.
Pubblicato il :

 Emergenza freddo

Il Prefetto di Treviso Laura Lega ha presieduto una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, dove è stata svolta un'approfondita analisi della situazione della sicurezza pubblica del territorio.

In particolare, in applicazione alla direttiva del Ministero dell'Interno del 30 dicembre u.s., sono state delineate le linee di interventi, volte ad innalzare il livello di contrasto all'immigrazione illegale ed a prevenire le varie forme di criminalità comune nel circuito della clandestinità.

Il Prefetto Lega, estendendo la partecipazione al Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco ed ai rappresentanti della Provincia, del Comune di Treviso e della ULSS n. 2, ha proceduto poi alla disamina congiunta della situazione in atto e delle iniziative da assumere in ordine all' eccezionale calo delle temperature che sta interessando la provincia, anche in relazione al rischio di assideramento cui sono esposte le persone senza fissa dimora nelle ore notturne.

Al riguardo sono state ricognite le iniziative da assumere e quelle già avviate ed il Comune di Treviso ha reso nota la disponibilità di circa settanta posti letto a disposizione dei senza tetto, presso varie strutture pubbliche e private del capoluogo. Per maggiori informazioni, si invita a contattare il Servizio socio-assistenziale del medesimo Comune.

La USSL non ha segnalato allo stato, situazioni di allarme.

Treviso, 11 gennaio 2017
Pubblicato il :

 
Torna su