Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Treviso

Tavolo interreligioso della provincia di Treviso

Costituzione del Tavolo interreligioso della provincia di Treviso in adesione al Patto nazionale per un Islam Italiano, espressione di una comunità aperta, integrata, e aderente ai valori e principi dell'ordinamento statale.
Si è costituito il 24 luglio u.s., alla presenza del Sottosegretario dr. Domenico Manzione e del Prefetto Lega, il Tavolo interreligioso della provincia di Treviso, in prima fase, con le associazioni affiliate alle organizzazioni islamiche aderenti al "Patto nazionale per un Islam Italiano, espressione di una comunità aperta integrata e aderente ai valori e principi dell'ordinamento statale" sottoscritto lo scorso 1' febbraio dal Ministro dell'Interno.
La costituzione del Tavolo e' intervenuta in seno al Consiglio Territoriale per l'Immigrazione alla presenza delle Istituzioni locali quali i vertici delle Forze di Polizia, i rappresentati degli Istituti carcerari presenti in provincia, degli Enti locali, della Camera di Commercio, dell'Ispettorato del Lavoro, dell'Ufficio Provinciale Scolastico, dell'I.N.A.I.L., dell'I.N.P.S., della USL, di Unindustria, delle Organizzazioni Sindacali, del cd. Terzo Settore e del mondo del volontariato, della Caritas e dell'Ufficio Pastorale per le migrazioni.
L'iniziativa ha l'obiettivo di declinare sul territorio della provincia di Treviso - 2' provincia del Veneto per numero di persone immigrate residenti e 10' su scala nazionale - quell' input partito dal Ministero dell'Interno lo scorso mese di febbraio che punta a sostenere e rafforzare le iniziative volte al dialogo tra le Istituzioni e le comunità, coniugando il pluralismo religioso con i principi di sicurezza e legalità.
La costituzione del Tavolo provinciale costituisce un momento importante poiché segna l'avvio di un percorso che intende assicurare una comunità di intenti con tutti coloro che intendono contribuire allo sviluppo pacifico ed alla prosperità del nostro Paese, pur provenendo da Paesi, culture religioni e tradizioni diverse, nel pieno rispetto dell'ordinamento.
In tale contesto, come precisato nel corso dell'incontro, la Prefettura intende favorire in maniera stabile la formazione di uno spazio di relazione e confronto, per dare impulso ad ogni utile iniziativa volta alla realizzazione degli impegni contenuti nel Patto e per ricercare le soluzioni più adeguate, a livello territoriale, per l'armonica convivenza delle comunità islamiche e degli immigrati.
Successivamente sarà poi, estesa la partecipazione al Tavolo anche di altri rappresentanti di altre associazioni di fede musulmana operanti sul territorio con riconosciuto grado di rappresentatività.
Tutti i partecipanti al Tavolo hanno espresso vivo apprezzamento per l'iniziativa, segnalandone la valenza storica del momento ed hanno condiviso la necessità di un percorso comune capace di garantire, in un quadro di legalità e nel rispetto dei principi costituzionali, il pluralismo culturale e religioso.
 
Tavolo interreligioso

Ultima modifica il 04/08/2017 alle 11:06

 
Torna su