Commissariato del Governo per la provincia di Trento

VIOLAZIONI AMMINISTRATIVE - modalità per presentare scritti difensivi contro il verbale di contestazione

MODALITA' DI PRESENTAZIONE DI SCRITTI DIFENSIVI
PER VIOLAZIONI DI DISPOSIZIONI
NELL'AMBITO DELL' EMERGENZA COVID-19 DA D.P.C.M.
 
I comportamenti che costituiscono violazione delle misure di contenimento dell'epidemia disciplinate con D.P.C.M. - art. 2 Decreto Legge 25 marzo 2020 n. 19 recante "Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID 19" - sono puniti con sanzioni amministrative.
L'attività di accertamento degli illeciti e quella di irrogazione delle relative sanzioni sono disciplinate dalle norme della Legge 24 novembre 1981 n. 689 e dall'art. 202 del Codice della Strada per il pagamento della sanzione.
Nel caso in cui sia stata contestata una violazione delle misure di contenimento dell'epidemia disciplinate con D.P.C.M. - l'interessato può scegliere tra :
  1. effettuare la conciliazione amministrativa mediante il pagamento della somma nella misura indicata sul verbale di accertamento e contestazione della violazione: la misura minima della sanzione prevista è ridotta ulteriormente del 30%, secondo le disposizioni dell'art. 202 del C.d.S., nel caso di pagamento entro cinque giorni. Fino alla data del 31 maggio 2020, il termine di cinque giorni è ampliato a trenta giorni per effetto dell'art. 108 del D.L. 18/2020 .
Nel caso di sanzione ulteriormente ridotta del 30%, il pagamento deve avvenire entro il termine previsto. e, pertanto, NON È POSSIBILE RICHIEDERE LA RATEIZZAZIONE DEL PAGAMENTO DELLA SOMMA.
Se il pagamento non viene effettuato con l'agevolazione della riduzione del 30%, il trasgressore potrà pagare la sanzione entro 60 giorni dalla data della contestazione per un importo pari al minimo edittale (euro 400.00 violazione commessa senza l'utilizzo del veicolo - euro 533.33 violazione commessa con l'utilizzo del veicolo).
Anche in questo caso non è ammessa la rateizzazione.
  1. far pervenire al Prefetto (Commissario del Governo per questa realtà), entro il termine di trenta giorni dalla data di contestazione o notificazione della violazione, secondo quanto previsto dall'art. 18 della Legge 689/1981, scritti difensivi e documenti.
Con lo scritto difensivo l'autore al quale è stata contestata una violazione alle disposizioni dettate nell'ambito dell' emergenza COVID-19 chiarisce i motivi per i quali ritiene ingiusta o errata la contestazione dell'illecito . L o scritto difensivo può essere presentato esclusivamente dal soggetto al quale è stata contestata la violazione ritenuta ingiusta o errata.
NON È AMMESSA LA RATEIZZAZIONE DEL PAGAMENTO DELLA SOMMA PREVISTA.
 
Il Commissario del Governo esamina i documenti inviati e gli argomenti esposti e decide:
 
RIGETTO: il Commissario del Governo, se ritiene fondato l'accertamento, determina, con ordinanza, la somma dovuta per la violazione - compresa tra il minimo ed il massimo edittale - e ne ingiunge il pagamento insieme con le eventuali spese. Secondo le disposizioni dell'art. 28 della Legge 689/1981, il diritto a riscuotere le somme dovute per le violazioni si prescrive nel termine di cinque anni dal giorno in cui è stata commessa la violazione. Non sono previsti altri termini decadenziali. L'ordinanza - ingiunzione costituisce titolo esecutivo e può essere impugnata, al Giudice di Pace territorialmente competente per il luogo in cui è stata commessa la violazione, entro il termine di trenta giorni dalla notifica.
 
ACCOGLIMENTO : il Commissario del Governo emette un'ordinanza con la quale stabilisce l' annullamento del verbale di contestazione dell'illecito. In tal modo si estinguono sia le sanzioni pecuniarie indicate sul verbale sia le eventuali sanzioni amministrative accessorie.
 
 
COME INVIARE
Gli scritti difensivi devono essere inviati ad una delle caselle di posta elettronica sotto indicate o a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno.
Indirizzo di posta elettronica: depenalizzazione.pref_trento(at)interno.it
Indirizzo di posta elettronica certificata: protocollo.comgovtn(at)pec.interno.it
 
MODULISTICA
Memoria difensiva art. 4 D.L. 19/2020
( Modello 1 - Memoria difensiva art. 4 D.L. 19/2020 )
 
 
 
 
RIFERIMENTI LEGISLATIVI
 
Legge 24 novembre 1981 n. 689
Decreto Legge 25 marzo 2020 n. 19

Data pubblicazione il 08/05/2020
Ultima modifica il 08/05/2020 alle 10:21

 
Torna su