Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Trapani

Comunicati Stampa

 

 GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE GLI STUDENTI DIALOGANO IN PREFETTURA CON LE ISTITUZIONI

COMUNICATO

 

GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

GLI STUDENTI DIALOGANO IN PREFETTURA CON LE ISTITUZIONI

 

Nell' ambito delle iniziative avviate al fine di promuovere il dialogo tra le Istituzioni e gli studenti del territorio, in occasione della "Giornata internazionale contro la violenza sulle donne", il 25 novembre p.v. alle ore 11:00 , presso il Salone di rappresentanza di questa Prefettura avrà luogo un incontro per l'approfondimento del fenomeno.

Interverranno sul tema  il Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trapani, dr.ssa Bruna Sardoni ed  il Direttore dell'U.O.C.  Servizio di Psicologia A.S.P. Trapani, dr. Giuseppe Giacalone.

L'iniziativa sarà arricchita dalla presenza attiva degli studenti dell'Istituto Comprensivo Pirandello S.G. Bosco di Campobello di Mazara,  dell'Istituto d'Istruzione Superiore"Abele Damiani"di Marsala e dell' Istituto Tecnico Nautico"L. Da Vinci/Marino Torre"di Trapani, che hanno peraltro contribuito con i loro contributi grafici alla stesura della locandina e che avranno occasione di esprimere nell'occasione le proprie riflessioni su questa problematica così delicata.

L'ingresso in Sala sarà consentito dalle ore 10.30, previa esibizione di green pass .

 

Il Capo di Gabinetto

(Baratta)
Pubblicato il 23/11/2021
Ultima modifica il 24/11/2021 alle 15:14:46

 CONCLUSI I LAVORI DEL CENTRO COORDINAMENTO SOCCORSI (CCS)

Nella scorsa notte si sono conclusi i lavori del Centro Coordinamento Soccorsi (CCS), convocato a seguito dell'avviso per il rischio meteo-idrogeologico e idraulico n. 21314 del Dipartimento regionale di Protezione Civile e coordinato da questa Prefettura.

I Sindaci del territorio hanno partecipato in collegamento da remoto per aggiornare costantemente il tavolo circa la situazione dei rispettivi territori in modo da avviare in tempo reale le azioni di coordinamento necessarie alla rapida risoluzione delle criticità via via riscontrate.

Infatti, in costante collegamento, le diverse componenti del CCS hanno disposto gli interventi di rispettiva competenza in relazione alle emergenze segnalate in diversi punti del territorio provinciale coinvolti dalle avverse condizioni atmosferiche.

Al CCS, oltre ai Sindaci, hanno partecipano i rappresentanti della Questura, del Comando Provinciale dei Carabinieri, del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, dell'Ispettorato Ripartimentale Foreste, del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, della Polizia Stradale, dell'Esercito, dell'Aeronautica Militare, delle Capitanerie di Porto di Trapani e Mazara del Vallo, del Libero Consorzio Comunale, del Servizio Urgenze Emergenze Sanitarie 118, dell'ANAS, dell'ENEL e di Siciliacque.
 
In particolare, tra le diverse operazioni di soccorso effettuate con il coordinamento della Prefettura, di particolare rilevanza è stato il recupero di cinque operai del Parco eolico di Mazara del Vallo, che sono state tratte in salvo grazie all'intervento congiunto dei Vigili del Fuoco in assetto SFA (Soccorso Fluviale Alluvionale) e dei militari dell'82° Centro C/SAR di Birgi giunti sul luogo a bordo dell'elicottero HH-139B dell'Aeronautica Militare che ha consentito il trasferimento delle persone rimaste intrappolate sui mezzi di lavoro sprofondati nel fango, in un'area divenuta impraticabile a seguito della piena del fiume Delia.
 
 
Numerosi i danni riscontrati in tutto il territorio della provincia a causa della massa d'acqua riversatasi in poche ore, che ha provocato diversi smottamenti lungo le strade, sia statali sia provinciali, e ha causato altresì l'esondazione di torrenti e fiumare, con l'allagamento dei terreni e delle strade circostanti, con danni anche ad alcune aziende agricole del territorio di Campobello e Castelvetrano.
In questi ultimi Comuni, nonché a Mazara del Vallo ed Alcamo, sono state invase dall'acqua anche alcune abitazioni, con conseguente necessaria evacuazione delle famiglie che vi abitavano.
 
Durante la riunione è stato tenuto sotto costante osservazione il livello delle dighe Rubino e Trinità che, contenendo l'onda di piena dei rispettivi affluenti, hanno impedito che si riversassero a valle decine di milioni di litri d'acqua, sversandone in alveo soltanto una piccola parte, necessaria a garantire la sicurezza dell'invaso.
Sono ancora in corso gli interventi di prosciugamento necessari al ripristino dell'agibilità di case e stabilimenti produttivi, mentre l'attuale situazione delle strade statali della provincia risulta così descritta:
  1. SS 119: dal km 1+000 al km 16+000 strada chiusa per presenza di fango e detriti.
    Operazioni di pulizia già avviate e quasi concluse, apertura prevista entro oggi;
  2. SS 188: dal km 24+000 al km 25+000 strada chiusa a causa di voragine al km 24.
    Viabilità alternativa locale in corso di sistemazione;
  3. SS 188/a: dal km 1+000 al km 6+000: strada chiusa per rimozione detriti e fango attualmente in corso.
  4. Ultimazione lavori prevista entro oggi pomeriggio.

 

Pubblicato il
:

 Giornata di formazione in materia di anticorruzione - 'L'aggiornamento del Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza e il nuovo Piano integrato di attività e organizzazione"

Nell'ambito delle iniziative rivolte alla formazione del personale contrattualizzato, previsto  dalla Legge n. 190/2021, si è svolta in data odierna presso il Salone di Rappresentanza della Prefettura di Trapani, una giornata di formazione in materia di anticorruzione.
Il seminario è stato tenuto dalla dott.ssa Antonella Marascia, Segretario/ Direttore Generale della Città Metropolitana di Palermo con la collaborazione dell'Avv. Vito Antonio Bonanno - Segretario generale del Comune di Alcamo e Direttore generale del Consorzio Trapanese per la Legalità e lo Sviluppo.
Il corso, rivolto ai Sindaci, Segretari  Comunali ed ai Responsabili dei competenti uffici dei Comuni della provincia, al personale dirigenziale e contrattualizzato della Prefettura, nonché ai rappresentanti delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco e della D.I.A., è stato seguito con una massiccia partecipazione.
L'occasione formativa, come ha precisato il Prefetto Filippina Cocuzza introducendo i lavori,  ha consentito di dare attuazione ad una delle indicazioni della normativa di riferimento che attribuisce alla Prefettura una funzione di raccordo tecnico - informativo nei confronti degli Enti locali al fine di assicurare una corretta formulazione dei Piani triennali per la prevenzione della corruzione.
L'approfondimento odierno è stato molto apprezzato dai partecipanti che hanno avuto modo di ricevere suggerimenti e chiarimenti in ordine al prossimo aggiornamento dei Piani anticorruzione ed alla valorizzazione del profilo etico che deve connotare sempre, senza soluzione di continuità, l'attività della pubblica amministrazione.
Inoltre, l'esame puntuale della  normativa specialmente con riguardo al PIAO - Piano Integrato di Attività e Organizzazione,  ha permesso di sviluppare apposite e specifiche metodologie per la identificazione degli eventi rischiosi, per la valutazione del rischio e per la  individuazione dei possibili correttivi nell'ambito del contesto territoriale di questa Provincia.
A conclusione del seminario si è concordato di proseguire il percorso formativo avviato al fine di  accrescere le competenze professionali del personale e contrastare le molteplici forme di illegalità diffuse nelle realtà locali.
 
Pubblicato il
:

 
Torna su