Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Torino

NOTIZIE

 

 Tornano presso la Sala degli Specchi della Prefettura di Torino i Martedì dell'Armeria Reale con un appuntamento con le armi orientali

immagine
Nuovo appuntamento  martedì 21 maggio alle ore 17  presso la Sala degli Specchi della Prefettura di Torino (ingresso da Piazza Castello 191) con  I martedì dell'Armeria Reale , il ciclo di incontri dedicato agli appassionati di arte militare e storia e coloro che vorrebbero saperne di più sull'evoluzione tecnologica delle armi e sui loro aspetti artistici.

Tema della conferenza sarà  Problematiche di restauro delle armature e delle armi orientali  con il curatore dell'Armeria Reale Giorgio Careddu, Marco Demelbauer (coordinatore laboratorio ceramiche, metalli e vetri C.C.R. La Venaria Reale) e Martina Trento, restauratrice.

L'Armeria Reale di Torino conserva una numerosa collezione di armi e armature orientali che comprende più di 600 oggetti di diverse epoche, provenienti da un'area geografica assai vasta che va dai paesi balcanici alle regioni dell'Estremo Oriente. Si va infatti da un'armatura ottomana della fine del XV secolo recante il marchio dell'arsenale di Santa Irene a Istanbul, ai kris provenienti da Giava, per arrivare alla sciabola siamese incastonata di gemme preziose, offerta dal re del Siam a Umberto I nel 1897, passando per le armature del tipo "quattro specchi" prodotte in Persia. Una parte di questi oggetti appartenevano alla collezione di armi orientali del grande viaggiatore piemontese Carlo Vidua, pervenuta in Armeria nella prima metà dell'Ottocento, altri sono invece frutto di donazioni e acquisti avvenuti nella seconda parte del XIX secolo.

La conferenza verterà in particolare modo sulle metodologie utilizzate per il restauro di un'armatura giapponese che fu donata a Vittorio Emanuele II dall'imperatore del Giappone Meiji nel 1869, a suggellare un trattato di amicizia stipulato alcuni anni prima. L'armatura, realizzata tra il XVII e il XIX secolo, risulta composta da elementi che rispondono alla necessità di garantire allo stesso tempo resistenza ed elasticità: tra di essi spicca, oltre all'elmo ( kabuto), l'interessante corazza decorata con le figure di due leoni e recante un'iscrizione che riporta il nome dell'autore che proveniva dalla città di Osaka.

I martedì dell'Armeria Reale sono realizzati in collaborazione con la Prefettura di Torino e l'Accademia di San Marciano, associazione che raccoglie studiosi e appassionati d'armi italiani e stranieri.

L'ingresso è consentito fino ad esaurimento posti ed è gratuito.

Torino, 17 maggio 2019


immagine

Turchia, Sciabola con lama recante il nome del sultano Solimano il Magnifico (particolare), XVI secolo e XVIII  secolo, acciaio, inv. G.317
 
  immagine
 
 
Giappone,  Kabuto  (elmo) appartenente all'armatura B 54, tardo XVII secolo, metallo e stoffa
 
  immagine
 
  
 Giava settentrionale,  Kris   (pugnale), XVIII secolo (?), damasco saldato e legno scolpito, inv. H.194  
 
 
  immagine
 
 
Persia, "Kanjar" (pugnale), 1815, damasco  wootz , rame smaltato, inv. H.188
 
Pubblicato il :

 
Torna su