Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Torino

Comunicati stampa

 

 Obiettivo sicurezza stradale

  IMMAGINE
 

Troppi incidenti sulle strade, troppi incidenti gravi causa di decessi che, sia a livello nazionale che provinciale, dopo un decennio di trend decrescente hanno ripreso ad aumentare nel biennio 2016- 2017. Sulle strade della provincia di Torino, in particolare si registrano 88 decessi per l'anno 2016 e 111 morti per lo scorso 2017, secondo la sommatoria delle rilevazioni - non esaustive - effettuate da Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia Locale.

Le cause di queste morti sono ascrivibili in gran parte alla distrazione, all'eccesso di velocità ed alla guida sotto l'effetto di alcool e di droghe.

Sono i dati salienti che emergono dagli interventi che si sono svolti oggi 26 marzo 2018 in seno alla Conferenza Permanente, appositamente convocata dal Prefetto di Torino, Renato Saccone, nella sede ACI di Torino, sulla sicurezza stradale, al fine di imprimere maggiore efficacia all'attività di prevenzione dell'incidentalità stradale da parte delle Forze di Polizia e dei rappresentanti del mondo della scuola, considerato che spesso l'inosservanza delle norme che regolano la circolazione stradale non viene percepita come illecito fonte di danni, anche irreversibili, per le persone e per la comunità.

Al riguardo, l'Ufficio Scolastico Regionale da un biennio ha ampliato lo sforzo educativo nei confronti degli studenti con un progetto ancor più mirato - condiviso con gli operatori di Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia Locale- fondato sulla mobilità sostenibile e consapevole, che si aggiunge alle iniziative autonome intraprese da alcuni dirigenti scolastici.

Nella stessa ottica di incrementare la mobilità in sicurezza, per pedoni, conducenti di mezzi e trasportati, alla luce dei lavori dell'odierna riunione, il Prefetto ha ritenuto necessario rafforzare il coordinamento delle azioni fra tutti i soggetti interessati, con particolare riferimento alle attività di monitoraggio e di analisi dei dati acquisiti dai singoli organi accertatori, alle ricognizioni dei rilevatori della velocità e ad una programmazione dei controlli su strada, nonché ad una disponibilità ad intensificare i rapporti delle Forze di Polizia con l'Autorità sanitaria al fine dell'accertamento sullo stato dei conducenti dei veicoli.

E' emersa, anche, l'importanza che la segnaletica stradale sia chiara, semplice ed univoca, in modo da aiutare i conducenti a rispettare le regole.

Il rispetto del Codice della Strada, obiettivo primario per garantire la sicurezza della circolazione a piedi ed in vettura, infine, consente di liberare risorse delle Forze dell'Ordine (soprattutto dell'Arma dei Carabinieri che hanno competenza generale ed una presenza capillare sul territorio) che, impegnate nella rilevazione dell'incidentalità stradale, vengono distratte dal primario compito di assicurare il controllo del territorio a favore di tutti i cittadini.

All'incontro ha preso parte anche il Presidente dell'Associazione torinese Vittime della Strada che ha portato la sua testimonianza con un forte impatto emotivo ma anche con la proposta di sempre maggiore sensibilizzazione dei ragazzi e ancor di più di tutti i genitori perché siano essi stessi di esempio nell'educare alla sicurezza stradale.

Torino, 26 marzo 2018
 

Le foto sono protette da copyright
 
Pubblicato il :

 Cooperazione transfrontaliera: firmato il Protocollo italo francese

immagine

La Prefetta delle Hautes Alpes, con capoluogo a Gap, Cécile BIGOT-DEKEYZER, ed il Prefetto di Torino, Renato Saccone, hanno sottoscritto oggi a Torino, negli uffici di Piazza Castello, il "Protocollo per la definizione delle modalità operative relative all'espletamento di servizi misti di pattugliamento del territorio di confine italo-francese per il Dipartimento delle Alte Alpi e la provincia di Torino".

Grazie al Protocollo si rafforza la cooperazione e viene sviluppata l'attività delle Forze di Polizia di prevenzione e di contrasto ai fenomeni di illegalità transfrontaliera, anche mediante l'impiego, sotto il profilo operativo, di pattuglie miste italo-francesi.

Torino, 14 marzo 2018
 
 
Pubblicato il :

 Protesta taxi, un incontro in Prefettura contro l'abusivismo

Il Prefetto Renato Saccone ha incontrato oggi una delegazione dei rappresentanti sindacali dei tassisti torinesi nel solco di un articolato percorso di confronto con la categoria. 

Nell'incontro, cui ha preso parte il Comandante della Polizia Municipale del Comune di Torino, Emiliano Bezzon, sono state concordate misure di contrasto all'abusivismo nel settore. 

Con l'impegno della Polizia Municipale, si avvia una campagna di controlli capillari mirati alla tutela della sicurezza degli utenti, della circolazione stradale nel suo complesso e dell'economia legale in un contesto in cui proliferano operatori improvvisati non rispettosi delle regole. 

Coloro che saranno sorpresi a svolgere il servizio taxi senza licenza rischiano sanzioni, ai sensi del Codice della Strada, particolarmente severe: pagamento di somme che potranno superare i 7 mila euro, confisca del veicolo, sospensione della patente fino a dodici mesi. 

Torino, 13 marzo 2018 
Pubblicato il :

 Elezioni politiche 2018, sul sito della Prefettura una sezione dedicata all'appuntamento con le urne

 
Domenica 4 marzo dalle ore 7.00 alle ore 23.00 si svolgeranno le operazioni di voto per il rinnovo del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati.

Per facilitare gli elettori si forniscono alcune utili informazioni sulle principali novità introdotte dalla legge elettorale del 3 novembre 2017, n. 165.

In primo luogo, gli elettori della provincia di Torino, possono prendere visione del fac-simile della propria scheda elettorale che è pubblicata sul sito Internet di questa Prefettura, ove possono anche verificare il Collegio di appartenenza del proprio comune e/o sezione.

Sul fac-simile della scheda elettorale sono riportati i candidati uninominali e le liste ad essi collegate, nonché, sull'esterno, le modalità corrette di voto. Si rammenta al riguardo che il voto si esprime tracciando un segno sul simbolo della lista prescelta (in tal caso il voto è assegnato sia alla lista che al candidato uninominale) ovvero sul solo candidato uninominale, in tal caso il voto è ripartito tra tutte le liste della coalizione ovvero assegnato alla lista unica.

Si ricorda che non è ammesso il voto disgiunto: non è possibile infatti votare un candidato uninominale e una lista collegata ad un altro candidato uninominale.

Indicazioni più dettagliate sulle modalità di voto potranno essere visionate sul sito Internet di questa Prefettura, dove è pubblicata tra l'altro una apposita comunicazione video. 
 
Un'altra importante novità è rappresentata dal tagliando "antifrode" rimovibile e munito di codice alfanumerico: l'elettore dopo aver votato consegnerà la scheda al componente del seggio, il quale riscontrata la corrispondenza del codice alfanumerico prima annotato, rimuoverà il tagliando e, quindi, inserirà la scheda nell'urna.

Sarà inoltre possibile per ogni cittadino seguire in tempo reale i risultati ufficiosi delle operazioni di scrutinio a livello locale e a livello nazionale, accedendo ai siti istituzionali della Prefettura di Torino www.prefettura.it/torino e del Ministero dell'Interno www.interno.gov.it e www.elezioni.interno.it dove confluiranno i dati della provincia validati dall'Ufficio elettorale provinciale della Prefettura.

Nei suddetti siti istituzionali peraltro ci saranno diverse aree informative: F.A.Q.- Domande frequenti; ricerca del Collegio di appartenenza; agevolazioni di viaggio; modalità di voto ecc.

Un promemoria per l'elettore: ricordarsi fin d'ora di verificare il possesso della tessera elettorale allo scopo eventualmente di richiederne il duplicato agli uffici comunali, nonché del documento di riconoscimento, che può essere anche scaduto, purché ne garantisca la riconoscibilità. Nel caso di richiesta di carta di identità elettronica, l'elettore potrà esibire la relativa ricevuta. 

Torino, 2 marzo 2018
 
Pubblicato il :

 Revoca ordinanza di divieto di circolazione dei mezzi pesanti nel tratto di competenza dell'Autostrada Torino Savona

Il Prefetto di Torino ha revocato con effetto immediato il divieto di circolazione per i veicoli commerciali con massa superiore a 7,5 tonnellate ivi compreso il transito dei trasporti e veicoli eccezionali, sull'autostrada A/6 per il tratto di competenza - in entrambi i sensi di marcia. 

Torino, 1 marzo 2018
 
Pubblicato il :

 
Torna su