Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Torino

NOTIZIE

 

 Celebrazioni del 4 novembre a Torino nel ricordo della Grande Guerra

 
 
immagine

Nel centenario della fine della Grande Guerra, la Prefettura di Torino si Ŕ fatta promotrice di un programma unico e coordinato delle celebrazioni del 4 novembre, inserendo fra le iniziative per ricordare il "Giorno dell'UnitÓ Nazionale" e della "Giornata delle Forze armate" anche una molteplicitÓ di eventi organizzati dalle massime istituzioni della provincia e da associazioni ed enti culturali locali.

Il 4 novembre 1918 l'entrata delle truppe italiane vittoriose a Trento e Trieste, dopo quasi tre anni e mezzo di combattimenti, concludeva quella che allora venne definita la "Grande Guerra". Nella ricorrenza si celebra il "Giorno dell'UnitÓ Nazionale" e la "Giornata delle Forze Armate" per ricordare la data in cui and˛ a compimento il processo di unificazione nazionale che, iniziato in epoca risorgimentale, aveva portato alla proclamazione del Regno d'Italia il 17 marzo 1861.

Fu proprio durante la Prima Guerra Mondiale che gli Italiani si trovarono per la prima volta fianco a fianco, legati indissolubilmente l'un l'altro sotto la stessa bandiera nella prima drammatica esperienza collettiva che si verificava dopo la proclamazione del Regno, un'esperienza certo tragica ma per sempre produttiva di insegnamento. Sono alti significati civili che appartengono indistintamente a tutti gli Italiani, al di lÓ degli orientamenti politici e che dovrebbero essere condivisi da coloro che Italiani diventano o vogliono diventare. Alcuni di questi significati verranno approfonditi dagli studiosi nel corso delle manifestazioni.

Il conto alla rovescia inizia attraverso una galleria di 100 immagini tratte dal Libro dello Stato Maggiore della Difesa, e giunge alle mostre storiche, passando per i concerti di fanfare e bande delle Forze Armate. Le Caserme saranno aperte al pubblico. Non mancheranno naturalmente le commemorazioni ufficiali e poi presentazioni, convegni, incontri, concerti.

Un percorso storico culturale che non si snoda attraverso luoghi della memoria non avendo Torino vissuto sul proprio territorio le battaglie e gli avvenimenti di guerra, ma che si avvale del patrimonio documentale artistico della rete museale e del sistema espositivo cittadino, finalizzato a coinvolgere la cittadinanza e, soprattutto le giovani generazioni, alla condivisione di radici e di valori su cui si fonda la nostra identitÓ nazionale.

Torino, 22 ottobre 2018
Pubblicato il :

 
Torna su