Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Torino

Sportello Unico per l'Immigrazione

Lo Sportello Unico per l'Immigrazione è istituito presso ogni Prefettura – Ufficio territoriale del Governo; ne fanno parte il Ministero dell'Interno, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e la Questura.

Lo Sportello unico per l'Immigrazione di Torino è competente in relazione alla definizione delle pratiche relative alle procedure di prima assunzione dei lavoratori extra-comunitari. È responsabile dell'intero procedimento di assunzione dei lavoratori subordinati stranieri a tempo determinato ed indeterminato.

Lo Sportello Unico è altresì responsabile delle procedure di ingresso per ricongiungimento familiare.

Lo Sportello Unico territorialmente competente è quello della provincia di residenza del datore di lavoro, o di quella in cui ha sede legale l'impresa, o di quella ove avrà luogo la prestazione lavorativa.

La domanda per l'assunzione dei lavoratori, così come quella per l'ingresso dei familiari, deve essere presentate in via telematica, attraverso il programma scaricabile dal sito del Ministero dell'Interno.

Dirigente Sportello: Dott. Paolo Accardi
Email ufficio: sportellounico.pref_torino(at)interno.it
Pec: sui.prefto(at)pec.interno.it
Ubicazione dell'Ufficio: via del Carmine 12

A V V I S O
A causa dell’emergenza sanitaria in atto non è possibile recarsi personalmente presso gli uffici per la richiesta di informazioni relative alla propria istanza.
Potete inviare una mail ai seguenti indirizzi:
e mail: sportellounico.pref_torino(at)interno.it
Pec: sui.prefto(at)pec.interno.it
O contattarci durante l’orario dello Sportello telefonico di seguito indicati.

Ricongiungimento familiare:

Sportello telefonico:
Tel.: 011 5221431-432
Orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 14.30 alle ore 15.30.
Consegna dei documenti:
La documentazione necessaria deve essere scansionata e allegata all’istanza telematica al momento dell’invio della richiesta dal sito nullaostalavoro.dlci.interno.it.
In seguito sarete contattati dagli operatori per eventuali richieste di integrazioni o per fissare l’appuntamento per il rilascio del Nulla Osta.

Ingresso in Italia dei familiari ricongiunti:
Gli appuntamenti devono essere chiesti ai numeri telefonici sopra riportati e non saranno fissati prima che sia trascorso il periodo di quarantena Covid che decorrerà dalla data di arrivo in Italia dei soggetti da ricongiungere (da comunicare all’atto della richiesta dell’appuntamento).

Ingresso in Italia per lavoro:

Sportello telefonico:
Tel. 011/5221477
Orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 14.00 alle ore 15.30.

Consegna dei documenti:
Quando l’istanza telematica inviata dal sito nullaostalavoro.dlci.interno.it sarà visibile sui nostri applicativi, l’ufficio provvederà a inviarvi richiesta di integrazione documentale con il numero di riconoscimento della vostra pratica e l’elenco dei documenti necessari per la valutazione della pratica.
La documentazione necessaria dovrà essere inviata in un unico file PDF ai seguenti indirizzi:
e mail: sportellounico.pref_torino(at)interno.it
Pec: sui.prefto(at)pec.interno.it

Ingresso in Italia dei lavoratori in Italia, per art.27 decreto flussi stagionali e non stagionali:
Gli appuntamenti devono essere chiesti via mail all’indirizzo sportellounico.pref_torino(at)interno.it e non saranno fissati prima che sia trascorso il periodo di quarantena Covid che decorrerà dalla data di arrivo in Italia dei soggetti (da comunicare all’atto della richiesta dell’appuntamento).

Emersione dal lavoro irregolare
L’istruttoria dei procedimenti delle istanze di Emersione dal lavoro irregolare, Art. 103 D.L. n. 34/20, sono in fase di regolare svolgimento.
L’esame delle domande e la definizione dei relativi procedimenti avviene, di regola, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle stesse.
Il Ministero dell’Interno ha previsto la possibilità per il datore di lavoro, nelle more della definizione del procedimento di emersione e in attesa della convocazione, di procedere con l’assunzione del lavoratore, utilizzando il codice fiscale provvisorio inserito nella domanda o quello eventualmente già in possesso del lavoratore.
Con le credenziali fornite con l’inserimento dell’istanza, utilizzando il programma ALI è possibile verificare lo stato dell’istruttoria all’indirizzo:
nullaostalavoro.dlci.interno.it.
Data pubblicazione il 17/05/2010
Ultima modifica il 04/03/2021 alle 09:09:52


 
Torna su