Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Torino

Comunicati stampa

 
Ordinanza del Prefetto relativa all'incontro di calcio
Juventus - Napoli  in programma il 28 febbraio 2017
 
In occasione dell'incontro di calcio Juventus-Napoli in programma alle ore  20,45 del  28 febbraio 2017  presso lo Juventus  Stadium,  il Prefetto di Torino ha disposto il divieto di vendita dei tagliandi ai  residenti  nella Regione Campania, anche ove in possesso della tessera del tifoso, con conseguente sospensione dei programmi di fidelizzazione della Società Napoli Calcio e l'incedibilità dei tagliandi di ingresso, oltre alla chiusura del settore Tribuna Nord/Ospiti dello stadio.
 
Il provvedimento è stato adottato su indicazione del Comitato di Analisi per la Sicurezza della Manifestazioni Sportive presso il Ministero dell'Interno allo scopo di tutelare la sicurezza pubblica e l'incolumità delle persone dai rischi connessi all'accesa rivalità tra le due tifoserie, sfociata in passato in anche in scontri.

Torino, 20 febbraio 2017                    
   
 
  
 
 
Gestione accoglienza migranti e bando profughi
 
Nel pomeriggio di oggi ha avuto luogo un incontro fra il Prefetto Renato Saccone e il Presidente regionale dell'ANCI Alberto Avetta con la Vice Presidente Elide Tisi.  
 
E' stata ribadita nell'occasione la collaborazione fra ANCI e Prefettura di Torino nella gestione dell'accoglienza migranti, con il comune obiettivo di una sostenibile distribuzione dell'accoglienza.   A tal proposito, e con riferimento al recente bando di gara per il 2017, il Prefetto ha evidenziato che, come gli scorsi anni, si tratta della prosecuzione dell'accoglienza già oggi fornita dai centri che ospitano circa 4200 richiedenti asilo con un'ipotesi cautelare in caso di eventuali nuovi flussi aggiuntivi nel corso del 2017, di circa 800 posti.  
 
Il Prefetto ha inoltre confermato che l'eventuale apertura di nuove strutture avverrà dopo aver informato, sentito e concertato con il Sindaco del Comune interessato.
 
Torino, 1 febbraio 2017 
  
 
 
 
Sulla destinazione migranti ex Moi ancora nessuna decisione
 
A proposito dell'identificazione delle possibili soluzioni abitative per i migranti che occupano le palazzine dell'ex MOI, la Città di Torino, il Prefetto e la Compagnia di San Paolo (che supporterà i progetti di integrazione legati al trasferimento dei profughi dall'ex Villaggio Olimpico) precisano che nulla è stato ancora deciso e che l'opzione prioritaria è quella di progetti che coinvolgano piccoli nuclei di persone dislocate in più luoghi della città, escludendo al momento l'ipotesi della ex caserma di via Asti.
 
La decisione su quali saranno le strutture destinate ad ospitare temporaneamente i migranti che lasceranno gradualmente le palazzine dell'ex MOI, sarà assunta e poi comunicata nelle prossime settimane.
 
Torino, 26 gennaio 2017                                  

Ultima modifica il 21/03/2017 alle 16:05

 
Torna su