Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Terni

Comunicati Stampa

 

 Previsti fenomeni nevosi diffusi anche a quote basse. Disposta la sospensione della circolazione dei mezzi pesanti

A seguito dell'" avviso di condizione metereologiche avverse " diramato dal Dipartimento della Protezione Civile, secondo il quale nelle prossime ore è previsto un nuovo peggioramento delle condizioni metereologiche con precipitazioni nevose intense e di breve durata che potrebbero determinare criticità sulla viabilità ordinaria ed autostradale, il Prefetto, Paolo De Biagi , ha convocato il Comitato Operativo per la Viabilità .

Al termine della riunione il Prefetto ha disposto, in via cautelativa, la sospensione provvisoria della circolazione dei mezzi pesanti con oltre 7,5 tonnellate di peso, sulla rete viaria della provincia, con esclusione dei centri urbani e della tratta autostradale di competenza. Il provvedimento avrà efficacia dalle ore 22.00 odierne fino a quando le condizioni meteo non consentiranno la sua revoca e prevede alcune eccezioni per ragioni di urgente necessità.

Nel richiamare le raccomandazioni emanate da Viabilità Italia, si invitano i conducenti a limitare gli spostamenti ai casi di necessità, mettendosi in viaggio solo dopo essersi informati sulle condizioni della viabilità e del meteo ed aver verificato l'efficienza dei mezzi e la dotazione di pneumatici da neve o catene a bordo.

Il COV seguirà costantemente l'evolversi delle condizioni meteo attraverso il Centro Funzionale decentrato della Regione Umbria, monitorando la situazione della viabilità, anche al fine di valutare l'adozione di provvedimenti ulteriori.

Si allega il provvedimento del Prefetto.

Terni, 28 febbraio 2018
                                                               L'ADDETTO STAMPA
                                                                    (D'Amico)
Pubblicato il 28/02/2018
Ultima modifica il 28/02/2018 alle 20:32:33

 Il Prefetto ha revocato la sospensione della circolazione dei mezzi pesanti

A seguito dell'aggiornamento delle condizioni metereologiche pubblicato sul sito del Centro Funzionale della Regione Umbria dal quale si evince una previsione di significativa attenuazione dei fenomeni nevosi, il Prefetto Paolo De Biagi, sentito il Comitato Operativo per la Viabilità, ha revocato la sospensione della circolazione dei mezzi pesanti con oltre 7,5 tonnellate di peso, sulla rete viaria della provincia.

Poiché le previsioni prevedono, comunque, basse temperature che potrebbero determinare formazione di ghiaccio sulle strade, è opportuno che gli spostamenti siano limitati ai casi di necessità.

Ovviamente i veicoli potranno circolare solo se provvisti delle prescritte dotazioni invernali; sono stati intensificati i controlli di polizia sulle strade per contrastare e sanzionare le relative violazioni.

Gli enti proprietari delle strade continueranno ad assicurare gli interventi di pulizia e salatura delle arterie viarie.

Il Comitato Operativo per la Viabilità continuerà a monitorare le condizioni della viabilità nella provincia per individuare gli eventuali interventi necessari a garantirne la fluidità e la sicurezza.
 
Si allega l'ordinanza del Prefetto.

Terni, 26 febbraio 2018
                                                          L'ADDETTO STAMPA
                                                               (D'Amico)
Pubblicato il 26/02/2018
Ultima modifica il 27/02/2018 alle 11:00:58

 Il Prefetto ha disposto la sospensione provvisoria della circolazione dei mezzi pesanti

In vista del preannunciato peggioramento delle condizioni meteorologiche con drastico calo delle temperature e con precipitazioni nevose previste fino in pianura dal pomeriggio odierno, il Prefetto Paolo De Biagi, sentito il Comitato Operativo per la Viabilità, ha disposto, in via cautelativa, la sospensione provvisoria della circolazione dei mezzi pesanti con oltre 7,5 tonnellate di peso, sulla rete viaria della Provincia, con esclusione dei centri urbani .

Il provvedimento avrà efficacia dalle ore 22,00 odierne fino a quando le condizioni meteo non consentiranno la sua revoca.

Si allega l'ordinanza del Prefetto.
Pubblicato il 25/02/2018
Ultima modifica il 25/02/2018 alle 14:57:08

 Previsti fenomeni nevosi diffusi anche a quote basse. Il Prefetto riunisce il COV

A seguito dell'" avviso di condizione metereologiche avverse " diramato ieri dal Dipartimento della Protezione Civile il 22 febbraio scorso, secondo il quale nei prossimi giorni è previsto un generale, drastico abbassamento delle temperature con precipitazioni a carattere nevoso che, a partire dal pomeriggio di domenica, interesseranno anche il territorio provinciale, il Prefetto, Paolo De Biagi , ha riunito nel pomeriggio odierno il Comitato Operativo per la Viabilità (COV).

Nel corso della riunione - alla quale hanno partecipato i rappresentanti della Regione, della Provincia, del Comando Provinciale dei Carabinieri, della Polizia Stradale, dei Vigili del Fuoco e dell'ANAS - sono state verificate le misure predisposte e da porre in essere da parte delle strutture operative e gestori delle strade per far fronte alle eventuali emergenze sulla viabilità in caso di condizioni meteo avverse.

Non è da escludersi, che ove le gravi previste condizioni meteo avverse, dovessero concretizzarsi, possano essere adottati provvedimenti di divieto del traffico pesante (mezzi superiori a 7,5 tonnellate) sull'intera rete stradale.

La riunione è servita anche a verificare l'operatività dei mezzi in dotazione all'Anas e alla Provincia, nonchè la situazione attuale della viabilità principale che, al momento, non presenta criticità.

Nel richiamare le raccomandazioni emanate da Viabilità Italia, si invitano i conducenti a mettersi in viaggio solo dopo essersi informati sulle condizioni della viabilità e del meteo, verificando l'efficienza dei mezzi e la dotazione di pneumatici da neve o catene a bordo.

Il COV seguirà costantemente l'evolversi delle condizioni meteo attraverso il Centro Funzionale decentrato della Regione Umbria, monitorando la situazione della viabilità, anche al fine di valutare l'adozione di provvedimenti restrittivi della circolazione per i mezzi pesanti.

Terni, 23 febbraio 2018
                                                            L'ADDETTO STAMPA
Pubblicato il :

 Comune di Terni. Il Prefetto nomina due sub-commissari

Il Prefetto, Paolo De Biagi, considerata la particolare rilevanza del Comune di Terni e la complessità delle funzioni attribuite al Commissario straordinario, ha nominato due sub-commissari per coadiuvare il Prefetto dott. Antonino Cufalo nell'espletamento del delicato incarico.

Si tratta del Viceprefetto dott. Andrea Gambassi , con funzioni vicarie del Commissario, e del Viceprefetto aggiunto dott. Emanuele D'Amico.

Il dott. Andrea Gambassi , Viceprefetto Vicario, ha già ricoperto incarichi commissariali nei Comuni di Castellina in Chianti (Siena), Castel Giorgio e nel nuovo Comune di Valsamoggia, in provincia di Bologna.

Il dott. Emanuele D'Amico , Capo di Gabinetto, ha ricoperto l'incarico di sub-commissario prefettizio nei Comuni di Scoppito (AQ), San Pio delle Camere (AQ) e Castel Nuovo di Farfa (RI) e quello di commissario straordinario nel Comune di Poggio Bustone (RI).

Terni, 23 febbraio 2018  

                                                                  L'ADDETTO STAMPA
Pubblicato il :

 Terni, sospeso il Consiglio comunale e nominato il Commissario Prefettizio. Affidata al Prefetto Antonino Cufalo la provvisoria gestione dell'Ente

Il Prefetto, Paolo De Biagi, preso atto che sono divenute efficaci e irrevocabili le dimissioni rassegnate dal dott. Leopoldo Di Girolamo, dalla carica di Sindaco del Comune di Terni, ha dato avvio al procedimento di scioglimento del Consiglio Comunale della stessa città.

Nelle more del perfezionamento di tale procedura, il Prefetto ha disposto la sospensione, con effetto immediato, dello stesso Consiglio comunale e la nomina di un Commissario prefettizio nella persona del Prefetto dott. Antonino Cufalo .

Al Commissario sono conferiti i poteri del Sindaco, del Consiglio Comunale e della Giunta.

Terni, 20 febbraio 2018
 
                                                                L'ADDETTO STAMPA
Pubblicato il :

 Indicatori dell'economia ternana; on line il rapporto semestrale dell'Osservatorio provinciale istituito in Prefettura

Pubblicato oggi il Rapporto Statistico " Indicatori dell'economia ternana " realizzato dall'Osservatorio provinciale istituito in Prefettura ed al quale hanno partecipato Istat, Regione Umbria, Camera di Commercio, I.N.P.S. e Direzione Territoriale del Lavoro, con il contributo informativo della Banca d'Italia.

La pubblicazione - aggiornata al 30 giugno 2017 - mette in relazione i dati statistici ufficiali forniti da diversi enti ed amministrazioni operanti sul territorio e si propone di fornire agli enti pubblici ed agli operatori economici una documentata chiave di lettura dell'andamento dell'economia ternana.

I principali indicatori presi in esame nella pubblicazione riguardano la vitalità delle imprese, il commercio con l'estero, le dinamiche occupazionali e creditizie, gli ammortizzatori sociali e il turismo.

Il documento, che si propone anche come esempio di una significativa collaborazione interistituzionale che aggiunge valore alle singole statistiche di ciascun ente, inserendole in una cornice più organica e completa, sarà disponibile on line sui siti di tutti gli enti e le amministrazioni che partecipano all'Osservatorio.

Terni, 16 febbraio 2018    
                                                             L'A DDETTO STAMPA
                                                                    (D'Amico)
Pubblicato il 19/02/2018
Ultima modifica il 19/02/2018 alle 11:00:19

 Riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica

La situazione della sicurezza delle stazioni e delle aree di pertinenza, nonché quella dei viaggiatori e del personale di controllo a bordo treno, è stato il tema affrontato in data odierna nel corso del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto Paolo De Biagi, con la partecipazione del Questore, dei Comandanti Provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, del Dirigente Compartimentale della Polizia Ferroviaria, nonché del Vice Sindaco del Comune di Terni, del Sindaco del Comune di Orvieto, del Sindaco del Comune di Narni e dei Dirigenti di Rete Ferroviaria Italiana.

Nel corso della riunione si è evidenziato che, benché non emergano situazioni particolarmente allarmanti, occorre mantenere alto il livello di attenzione intensificando le attività di vigilanza e di controllo al fine di prevenire e reprimere episodi di illegalità e fenomeni di degrado.

D'intesa con Rete Ferroviaria Italiana, si valuteranno possibili interventi di riqualificazione nelle stazioni e nelle relative aree di pertinenza; in particolare, l'Amministrazione Comunale di Terni, nell'ambito del " Piano periferie" , procederà ad un intervento di riqualificazione di spazi all'interno del "fabbricato viaggiatori" , in prossimità della stazione ferroviaria, e dell'area ex Bosco, comprensiva del parcheggio spesso utilizzato dai pendolari.

Il Dirigente del Compartimento Polizia Ferroviaria ha preannunciato il potenziamento della presenza di personale di polizia sulla tratta Terni - Roma.

Terni, 13 febbraio 2018

                                                                          L'ADDETTO STAMPA
                                                                                   (D'Amico)
Pubblicato il :

 10 febbraio 'Giorno del Ricordo" delle vittime delle foibe e degli esuli giuliano-dalmati

Autorità e studenti in Prefettura per la commemorazione

Si è svolta questa mattina, in Prefettura, una iniziativa per celebrare il " Giorno del Ricordo ", istituito con legge 30 marzo 2004, n. 92, per "conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale".

Il Prefetto, Paolo De Biagi , nel suo intervento introduttivo ha sottolineato l'importanza della conoscenza di una pagina triste e drammatica della nostra storia contemporanea, sinora purtroppo trascurata dalla memoria collettiva. "La memoria delle vittime delle foibe e degli esuli giuliano-dalmati costretti ad abbandonare le loro terre e le loro case dopo la seconda guerra mondiale, è una pagina dolorosa della storia del nostro Paese che non va dimenticata. Coltivare la memoria è importante come omaggio alle vittime e come esercizio di verità e giustizia in uno spirito di riconciliazione contro ogni odio e discriminazione. Da una pagina di storia così triste occorre ricavare l'insegnamento, s oprattutto per le giovani generazioni, della tolleranza, della solidarietà e comprensione verso gli altri qualunque sia la loro estrazione geografica, storica, politica, religiosa e sociale. Rivolgiamo un pensiero commosso alle vittime delle foibe e un apprezzamento ai rappresentanti delle associazioni che mantengono vivo il ricordo di quegli eventi tragici che hanno coinvolto intere popolazioni, portatrici di identità culturali e tradizioni che non devono essere dimenticate".

Alla cerimonia è intervenuta la professoressa Marella Pappalardo , docente di letteratura, storia e geografia presso il Liceo Artistico di Orvieto. Da anni impegnata nella divulgazione nelle scuole superiori della Questione del Confine orientale e nell'organizzazione del Giorno del Ricordo, ricopre l'incarico di Consigliera Nazionale dall'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. Nel suo intervento ha tracciato una panoramica dell'associazionismo, che ha consentito agli esuli istriani, giuliani e dalmati di conservare la loro memoria.

La giornata è proseguita con l'intervento del presidente dell'Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, dott. Antonio Ballarin. Figlio di esuli da Lussingrande nel Quarnaro, in Croazia, è nato e cresciuto nel Quartiere Giuliano-Dalmata di Roma; è impegnato in molteplici attività sociali di rilievo ed è coinvolto nella tutela dei diritti umani sia in favore dei soggetti che hanno subito l'esodo giuliano-dalmata che della minoranza di lingua italiana in Slovenia e Croazia. Nel suo intervento ha ricostruito la complessa vicenda del Confine orientale che, partendo dall'annessione, in età napoleonica, della Repubblica di Venezia all'Impero Austro-Ungarico, esplose in maniera dirompente agli inizi del Novecento con l'affermarsi delle ideologie nazionaliste e la cui tragedia si consumò alla fine del secondo conflitto mondiale.

Hanno partecipato alla cerimonia, insieme alle autorità civili e militari, alcuni studenti del Liceo Classico "Gaio Cornelio Tacito" di Terni.

Terni, 10 febbraio 2018  
                                                                               L'ADDETTO STAMPA
                                                                                       (D'Amico)
Pubblicato il :

 10 febbraio "Giorno del Ricordo". Autorità e studenti in Prefettura per la commemorazione

Sabato 10 febbraio, alle ore 10.00 , in occasione del " Giorno del ricordo ", si svolgerà, in Prefettura, una cerimonia per ricordare le vittime delle foibe, l'esodo giuliano-dalmata e le vicende del Confine orientale.

Alla cerimonia interverranno la professoressa Marella Pappalardo, docente di letteratura, storia e geografia presso il Liceo Artistico di Orvieto, e il dott. Antonio Ballarin, presidente dell'Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia.

Parteciperanno alla cerimonia, insieme alle autorità civili e militari, alcuni studenti del Liceo Classico "Gaio Cornelio Tacito" di Terni.

Terni, 8 febbraio 2018
                                                                                L'ADDETTO STAMPA
                                                                                         (D'Amico)
Pubblicato il :

 Festa di San Valentino. Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica per un sereno svolgimento delle manifestazioni

È stata dedicata alla festa di San Valentino, Patrono della città di Terni e della Diocesi, l'odierna riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal Prefetto Paolo De Biagi.

Nel corso dell'incontro sono state prese in esame le diverse questioni connesse alla gestione dell'ordine pubblico durante gli eventi, civili e religiosi, che avranno luogo nel mese di febbraio per celebrare il Santo degli innamorati.

Un'attenzione particolare ha riguardato le iniziative previste per il 10 febbraio, quando è previsto il trasferimento dell'Urna di San Valentino dall'omonima Basilica alla Cattedrale e per l'11 febbraio, quando avrà luogo la celebrazione della Messa Pontificale presso la Cattedrale e la processione con l'urna del Santo per le vie della città verso la Basilica di San Valentino, oltre che per il 14 febbraio, giorno della ricorrenza.

L'occasione dell'incontro è servita anche a fare il punto sulle diverse esigenze di prevenzione e sicurezza volte a garantire il sereno svolgimento delle manifestazioni.

I criteri e le linee d'indirizzo concordati in Comitato troveranno attuazione in apposite ordinanze di servizio del Questore che terranno conto delle specifiche necessità di salvaguardia della sicurezza della collettività correlate agli eventi.

Hanno partecipato all'incontro - insieme al Questore, Antonino Messineo, ed ai vertici delle locali forze di polizia, il Vescovo della Diocesi di Terni-Narni-Amelia, Mons. Giuseppe Piemontese, il Sindaco di Terni, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco ed i rappresentanti del 118.

Terni, 6 febbraio 2018                                      
                                                                L'ADDETTO STAMPA
                                                                        (D'Amico)
Pubblicato il :

 
Torna su