Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Terni

Comunicati Stampa

 

 Ringraziamenti del Prefetto a conclusione della bonifica dell'area di Cesi dall'ordigno bellico rinvenuto lo scorso 24 luglio

A conclusione della bonifica dell'area di Cesi dall'ordigno bellico rinvenuto lo scorso 24 luglio desidero esprimere a tutti coloro che hanno collaborato alla piena riuscita delle operazioni e vivissimi complimenti e ringraziamenti.

Anzitutto agli Ufficiali e agli artificieri del 6° Reggimento Genio Pionieri di Roma che con grande maestria hanno condotto i delicati interventi di messa in sicurezza e successivamente di brillamento del pericoloso ordigno; e poi a tutti coloro che hanno assicurato il proprio impegno, senza risparmio e con grande professionalità, fondamentale per la perfetta riuscita delle complesse operazioni di evacuazione, di controllo e messa in sicurezza dell'area e di costante assistenza alla popolazione coinvolta.

Un grazie sincero al Sindaco e a tutte le articolazioni del Comune di Terni, alla Regione e al suo sistema di protezione civile, alla Provincia, a tutte le Forze di Polizia, ai Vigili del Fuoco, all'Autorità Sanitaria nelle varie articolazioni intervenute, alla Croce Rossa Italiana, ai gestori dei servizi pubblici coinvolti, al Comune di Narni e al proprietario della cava in cui è stata fatta brillare la bomba, all'ENAC e a tutti i volontari che ancora una volta hanno fornito un esempio di grande disponibilità, passione e competenza.

Grazie ai cittadini che hanno collaborato con senso civico sopportando, con sensibile consapevolezza, gli inevitabili disagi connessi agli interventi e grazie agli organi di informazione che hanno accompagnato con equilibrio le operazioni fornendo preziose notizie di servizio alla popolazione coinvolta.

Consentitemi, infine, di esprimere una nota di merito anche ai dirigenti e al personale della Prefettura che mi hanno supportato nell'impegno senza risparmio alcuno e con grande professionalità.

Sono convinto che la comunità ternana abbia dato nella circostanza un esempio di compattezza, di senso istituzionale e di spirito di sacrificio che costituisce ottimo auspicio anche per ogni altro futuro impegno a cui dovesse essere chiamata.

Terni, 29 luglio 2018

                                                                                      IL PREFETTO
                                                                                                       Paolo De Biagi

                                                                                
Pubblicato il 29/07/2018
Ultima modifica il 29/07/2018 alle 17:44:36

 Operazioni preparatorie per la bonifica dell'ordigno bellico ritrovato a Cesi

Proseguono le operazioni preparatorie per la bonifica dell'ordigno bellico ritrovato a Cesi che si effettuerà nella giornata di domenica 29 luglio.

Il Prefetto, consapevole dei disagi che l'attività provocherà ai cittadini coinvolti, fa appello alla sensibilità degli stessi che sono invitati ad assicurare la massima collaborazione per favorire il miglior esito dell'intervento.

Il Prefetto chiede ai cittadini comprensione per le possibili difficoltà che si potrebbero registrare nell'occasione e li invita a seguire nel dettaglio le indicazioni che sono state e saranno fornite, in particolar modo per l'evacuazione dell'area a rischio.

E' evidente che prima si concluderanno le operazioni di evacuazione, prima saranno effettuate quelle di messa in sicurezza e brillamento dell'ordigno da parte degli artificieri e prima sarà possibile il rientro dei cittadini nelle rispettive abitazioni.

L'osservanza delle indicazioni che vengono fornite è indispensabile per condurre tutte le operazioni in piena sicurezza.

Terni, 27 luglio 2018.

                                                          L' ADDETTO STAMPA
Pubblicato il :

 Domenica 29 luglio 2018. Programmate le operazioni di bonifica della bomba di aereo a Terni

Nel pomeriggio odierno si è tenuta in Prefettura, presieduta dal Prefetto Paolo De Biagi, la seconda riunione tecnica per l'esame degli interventi necessari alla bonifica dell'ordigno bellico trovato nella frazione Cesi del capoluogo.

All'incontro hanno partecipato il Sindaco del Comune di Terni, i vertici provinciali delle forze dell'Ordine, gli artificieri del 6° reggimento Pionieri di Roma, i rappresentanti della Regione, della Provincia, dei Vigili del Fuoco, del 118, dell'A.S.L. n. 2, dell'Azienda Ospedaliera e dei gestori dei pubblici servizi (acqua, gas, elettricità e telefonia) presenti nell'area interessata.

Nel corso della riunione sono state esaminate e concordate le procedure di bonifica con l'obiettivo di conciliare la maggior rapidità di intervento (tenendo conto che restano ancora fuori dalle proprie abitazioni oltre 400 persone) con il minor impatto sulle normali condizioni di vita della zona la quale, secondo le indicazioni tecniche fornite dagli artificieri, in occasione delle operazioni di bonifica dovrà essere oggetto di evacuazione in un raggio di 1.800 metri dal punto di stazionamento dell'ordigno; il tutto ovviamente per garantire le massime condizioni di sicurezza per persone, animali e cose.

Sarà necessaria, quindi, l' evacuazione di alcune migliaia di cittadini dalle proprie abitazioni e, per le ragioni suindicate, si è ritenuto opportuno programmare le relative operazioni nella mattinata di domenica 29 luglio.

L'evacuazione avrà inizio alle ore 6,00 e, solo al termine, si effettuerà despolettamento e la messa in sicurezza dell'ordigno.

Il rientro nelle abitazioni è previsto, presumibilmente, nello stesso pomeriggio attorno alle ore 16,00.

Effettuata l'evacuazione dell'area a cura del Comune con l'assistenza dei volontari di protezione civile e sotto la vigilanza delle Forze di Polizia che cureranno l'interdizione dell'accesso alla zona e dopo il despolettamento dell'ordigno, gli artificieri procederanno al suo trasporto presso una cava limitrofa ove, sempre in condizione di massima sicurezza, sarà fatto brillare.

Le operazioni saranno coordinate dal Centro Coordinamento Soccorsi, costituito dai rappresentanti di tutti i Comandi, Enti e Uffici interessati e presieduto dal Prefetto, che si riunirà nella Sala Operativa di Protezione Civile della Prefettura di Terni.

Durante il periodo delle operazioni sarà interdetto il traffico e l'accesso alla zona interessata a tutte le persone non espressamente autorizzate. Sarà altresì sospeso nella zona il servizio di trasporto pubblico che sarà sostituito con un servizio di navetta per favorire l'evacuazione verso le strutture collettive individuate

Nella medesima zona sarà interdetto il traffico aereo, a cura dell'ENAC, nello spazio sovrastante fino ad una altitudine di 1.400 metri.

Dalla giornata di domani il Comune di Terni renderà disponibile sul proprio sito un recapito telefonico da contattare per informazioni, la cartografia dell'area interessata dall'evacuazione con l'elenco delle abitazioni ivi comprese.

Terni, 25 luglio 2018
Pubblicato il :

 Manifestazioni pubbliche ed eventi di pubblico spettacolo: riunione in Prefettura per l'esame della nuova direttiva del Ministero dell'Interno

Nella mattinata odierna si è svolta in Prefettura una riunione presieduta dal Prefetto Paolo De Biagi a cui hanno preso parte gli Amministratori di tutti i Comuni della Provincia, i vertici provinciali delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco, del 118 e i rappresentanti dell'ANCI e della Associazioni Pro Loco della Provincia.

Nel corso dell'incontro è stata esaminata la nuova Direttiva del Ministero dell'Interno in materia di sicurezza nell'organizzazione di manifestazioni pubbliche e di eventi di pubblico spettacolo che ha sostituito le precedenti Direttive emanate dopo i noti incidenti di Piazza San Carlo a Torino nell'estate dello scorso anno.

La nuova Direttiva ministeriale risponde alle esigenze di flessibilità segnalate dagli enti locali e dagli organizzatori di eventi pubblici che lamentavano una eccessiva rigidità nella individuazione e applicazione delle misure di safety e security.

Con le recenti disposizioni, si attribuisce ai Sindaci il compito di valutare l'esposizione a rischio delle singole manifestazioni e decidere se autorizzarle direttamente o rimetterle, nel limitato numero di casi in cui si individuassero particolari criticità e complessità, all'esame del Comitato per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica presso la Prefettura.

Ciò dovrebbe comportare uno snellimento nell'attività di esame delle misure di sicurezza da attivare nel rilascio delle autorizzazioni delle manifestazioni pubbliche.

Resta fermo che lo straordinario lavoro svolto da tutte le componenti del sistema nell'anno trascorso dalle prime Direttive ministeriali consentirà di sfruttare i dispositivi già attuati per gran parte delle manifestazioni ripetitive e garantirà il mantenimento di adeguati standard di sicurezza negli eventi pubblici sul territorio.

Il Prefetto ha espresso apprezzamento per l'impegno comune di tutti gli enti e organismi coinvolti nell'attività di controllo che fino ad oggi, con serietà e competenza tecnica unite a buon senso, hanno garantito lo svolgimento in sicurezza degli eventi programmati sul territorio e che continueranno ad operare in tal senso anche nell'applicazione delle nuove disposizioni assicurando il rispetto delle norme, il supporto all'organizzazione di importanti eventi e, insieme, il perseguimento del primario obiettivo della sicurezza dei cittadini.

Terni, 26 luglio 2018

                                                                                                                               

                                                                                             

Pubblicato il :

 Rinvenimento bomba d'aereo a Terni- Avvio procedure di bonifica

Nella serata odierna si è tenuta in Prefettura una riunione con tutti gli organismi interessati, per esaminare la situazione venutasi a determinare dopo il ritrovamento di un ordigno bellico, bomba di aereo inesplosa di 250 chili (500 libbre), risalente alla seconda guerra mondiale, rinvenuta nei pressi della stazione ferroviaria di Cesi.

Gli Artificieri dell'Esercito appartenenti al VI Reggimento Genio Pionieri di Roma intervenuti nel pomeriggio hanno richiesto l'evacuazione, a scopo precauzionale atteso il rilevante potenziale esplosivo dell'ordigno, dell'area circostante per un raggio di 380 metri, al fine di garantire la piena sicurezza della zona e dei cittadini residenti.

Il Sindaco di Terni ha adottato la conseguente ordinanza di evacuazione nell'area interessata; i circa 400 abitanti coinvolti sono stati sistemati presso parenti e/o amici e presso la struttura del Pala Tennistavolo.

E' stato programmato un nuovo incontro nella giornata di domani nel quale saranno definiti e temporizzati gli interventi necessari per la bonifica dell'ordigno e per il ripristino della normalità ed il rientro delle persone evacuate nelle proprie abitazioni in condizioni di sicurezza.

Terni, 24 luglio 2018

                                                                             L'ADDETTO STAMPA
 
 
Pubblicato il 25/07/2018
Ultima modifica il 25/07/2018 alle 08:48:31

 Riunione del Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica

Nella mattinata di ieri si è svolta in Prefettura una riunione del Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto Paolo De Biagi, con la partecipazione dei vertici provinciali delle Forze dell'Ordine, degli Amministratori dei principali Comuni, del Presidente della Camera di Commercio e dei Responsabili provinciali della Associazioni di categoria del commercio e dell'artigianato, volta a verificare l'incidenza del fenomeno dell'abusivismo commerciale e della produzione e commercializzazione di prodotti contraffatti nel territorio provinciale e ad esaminare le eventuali ulteriori misure di prevenzione e contrasto da attivare al riguardo.

La riunione rientra nel piano di azione avviato dal Ministero dell'Interno volto a infrenare la diffusione del fenomeno, in primo luogo nelle località marittime ma anche nei centri storici mete, in particolare, di flussi turistici significativi.

Nel corso dell'incontro si è evidenziato che il fenomeno in esame non è allarmante sul territorio ternano limitandosi a pochi casi di venditori abusivi, in buona parte itineranti e provenienti da territori contigui; non sono stati individuati in provincia centri di produzione di materiali falsificati né depositi o centri di smistamento di tali prodotti.

La presenza di venditori abusivi si concentra in poche località, in occasione di manifestazioni pubbliche o eventi che comportano concentrazione di turisti e visitatori; solitamente non sono commercializzati prodotti falsi e contraffatti ma articoli di modesta qualità e valore.

E' stata ribadita, comunque, la necessità di vigilare per contrastare tale attività che danneggia il commercio legale, sottrae risorse all'erario, alimenta il circuito dell'illegalità e dello sfruttamento della manodopera, in particolare straniera, e rischia di mettere a repentaglio la salute degli incauti acquirenti che vengono in possesso di prodotti non conformi alle normative preposte alla tutela dell'incolumità e della salute degli stessi consumatori.

L'attività di controllo e contrasto del fenomeno vede in prima linea le Polizie Municipali che devono fare della lotta all'abusivismo una delle priorità della loro azione: nel contesto è stata ribadita la necessità di campagne informative ed educative dirette ai consumatori, fin dalle scuole.

Terni, 25 luglio 2018                                         

                                                                            L'ADDETTO STAMPA
 
 
Pubblicato il 25/07/2018
Ultima modifica il 25/07/2018 alle 09:49:31

 Le congratulazioni del Prefetto ad Alessio Foconi

Il Prefetto Paolo De Biagi esprime le più vive congratulazioni all'atleta ternano Alessio Foconi, che grazie al suo innato talento, con straordinaria determinazione ha conseguito un risultato che onora il suo impegno e entusiasma tutta la comunità ternana, sede di una scuola di scherma di grande tradizione e qualità.

Complimenti anche alla Federazione Italiana Scherma e all'Aeronautica Militare per lo storico risultato di cui gioisce l'intera nazione.

Terni, 25 luglio 2018
                                                                                 L'ADDETTO STAMPA
Pubblicato il 25/07/2018
Ultima modifica il 25/07/2018 alle 10:18:47

 Acciai Speciali Terni. In Prefettura il rinnovo del protocollo per la pianificazione di interventi in materia di salute, ambiente e sicurezza

Sarà sottoscritto venerdì 27 luglio, alle ore 11.00, nella sede della Prefettura di Palazzo Bazzani il rinnovo del protocollo fra la Acciai Speciali Terni, le istituzioni e le organizzazioni sindacali volto a promuovere ed attuare un sistema pianificato e coordinato che garantisca sempre più elevati livelli di sicurezza e di salute dei lavoratori, nonché di tutela dell'ambiente.

L'accordo parte dalle intese sottoscritte nel 2008, nel 2010 e nel 2014 e si fonda su una verifica congiunta dei risultati raggiunti e delle prospettive per lo sviluppo di ulteriori collaborazioni ed iniziative.

Un lavoro importante, la cui premessa sta nel riconoscimento di AST come polo produttivo primario per l'economia ternana, e che mira a costruire una logica di rete per il rafforzamento della cultura della prevenzione e della vigilanza antinfortunistica, nel rigoroso rispetto delle competenze e attribuzioni di ciascun soggetto ma anche nella costante ricerca dei possibili spazi di collaborazione fra pubblico e privato a beneficio del superiore interesse della sicurezza sul lavoro e della tutela dell'ambiente.

A sottoscrivere il protocollo saranno Regione, Provincia e Comune capoluogo, Vigili del Fuoco, Azienda USL Umbria 2, I.N.A.I.L., Ispettorato Territoriale del Lavoro, Arpa, Acciai Speciali Terni, Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil, Fismic.

Terni, 25 luglio 2018
Pubblicato il :

 Esodo estivo e lavori di manutenzione su E45 e SS 675. Il Prefetto riunisce il COV

Si è svolta oggi in Prefettura una riunione del Comitato Operativo per la Viabilità per l'esame congiunto della pianificazione predisposta da A.N.A.S. per affrontare eventuali situazioni di emergenza lungo la SS 675 ed il tratto in provincia di Terni della E 45 che potrebbero verificarsi durante il periodo estivo, in particolare nei giorni di aumento del flusso veicolare dovuto agli spostamenti per le vacanze.

La riunione, a cui hanno partecipato, oltre ai rappresentanti designati nel C.O.V., anche quelli dei Comuni interessati per territorio, si è resa necessaria anche per approfondire le problematiche ulteriori derivanti dalle aree di cantiere presenti e/o programmate per i necessari lavori di manutenzione lungo i tracciati delle infrastrutture.

In particolare, sono stati approfonditi e condivisi i seguenti aspetti:

  • percorsi alternativi e cartellonistica da attivare in caso di emergenza con blocco del traffico;
  • procedure da seguire per favorire il soccorso tecnico e quello sanitario;
  • predisposizioni per l'assistenza agli automobilisti in caso di code prolungate.
 
Il Prefetto ha invitato i soggetti competenti alla massima attenzione e collaborazione al fine di garantire interventi tempestivi ed efficaci in caso di emergenza e minimizzare al massimo i disagi all'utenza.

Terni, 18 luglio 2018
Pubblicato il :

 Il Prefetto De Biagi, assieme al Questore, incontra gli operatori della Squadra Mobile

Nella mattinata odierna, il Prefetto Paolo De Biagi ha incontrato, assieme al Questore, Antonino Messineo , il Dirigente e gli operatori della Squadra Mobile che, durante servizi finalizzati al contrasto delle attività di spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato un cittadino nordafricano, già segnalato per reati in materia di stupefacenti ed altro, il quale, nei giorni scorsi, si era opposto all'identificazione ferendo uno degli operatori di polizia.

Nelle scorse settimane, gli stessi operatori si erano resi protagonisti di analoghe, movimentate operazioni di arresto di autori di reati sempre afferenti lo spaccio di stupefacenti.

Il Prefetto ha espresso gratitudine e ammirazione per il coraggio, la professionalità e lo spirito di sacrificio dimostrati nelle circostanze, evidenziando anche l'apprezzamento da parte della comunità locale per lo sforzo e l'impegno che la Polizia di Stato e le altre Forze dell'Ordine stanno mettendo in campo a tutela della sicurezza dei cittadini nella Provincia e per il contrasto dell'illegalità.

Terni, 16 luglio 2018
 
Pubblicato il :

 
Torna su