Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Terni

Comunicati Stampa

 

 Celebrazioni del 2 giugno 2018 - 72° Anniversario della Fondazione della Repubblica

Sabato 2 giugno , in occasione della ricorrenza del 72° Anniversario della Fondazione della Repubblica , si svolgerà la consueta cerimonia commemorativa con inizio alle ore 9.30 a Piazza Briccialdi con l'alzabandiera e la deposizione delle corone presso il Monumento ai caduti.

Le celebrazioni proseguiranno all'interno dei giardini pubblici "La Passeggiata" ove, a partire dalle ore 10.00, nel piazzale antistante la ex Chiesa del Carmine, il Prefetto Paolo De Biagi passerà in rassegna il Picchetto, le Rappresentanze, i Labari e i Gonfaloni.

La cerimonia proseguirà con la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica; seguirà un breve saluto del Prefetto e la consegna di due " Medaglie d'onore ai cittadini italiani deportati ed internati nei lager nazisti" (all. 1) e delle onorificenze "Al Merito della Repubblica Italiana" (all. 2) alla presenza dei Sindaci dei Comuni di residenza degli insigniti.

Ad accompagnare l'evento, la Banda musicale "G. e F. Lausi" di Arrone che suonerà l'inno nazionale e successivamente eseguirà alcuni brani musicali.

Dalle ore 9.30 alle 13.00, inoltre, sempre all'interno del parco "La Passeggiata", saranno allestiti stand espositivi di Forze Armate, Forze di Polizia, Vigili del Fuoco e Croce Rossa Italiana.

Alle ore 21,00, presso il Teatro Secci di Terni, si terrà il "Concerto del 2 giugno" a cura dell'Istituto Superiore di Studi Musicali "G. Briccialdi".

Si allega il manifesto delle celebrazioni.

Terni, 29 maggio 2018
                                                                 L'ADDETTO STAMPA
                                                                        (D'Amico)
            
Pubblicato il 30/05/2018
Ultima modifica il 30/05/2018 alle 11:30:36

 Il Prefetto partecipa alla firma della convenzione tra l'Università di Perugia e la Fondazione Cittalia

Nella mattinata odierna, il Prefetto Paolo De Biagi ha partecipato alla presentazione e alla firma della Convenzione tra l' Università degli Studi di Perugia - Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, e Cittalia , Fondazione dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) che si prefigge di promuovere e diffondere la cultura dell'accoglienza e dell'integrazione attraverso iniziative di inclusione sociale.

L'Università di Perugia e la Fondazione Cittalia intendono mettere a fattor comune le rispettive competenze e obiettivi in materia di politiche di accoglienza e di integrazione, rivolte soprattutto ai cittadini stranieri richiedenti asilo.

Saranno attivate, pertanto, nell'ambito del corso di studio magistrale in Scienze Socioantropologiche per l'integrazione e la sicurezza sociale con sede a Narni, iniziative per la formazione di specifiche figure professionali che potranno da un lato offrire importanti sbocchi professionali ai giovani studenti e dall'altro rispondere alle esigenze di supporto della gestione dell'accoglienza e dell'inclusione, propria degli Enti Locali.
 
Terni, 28 maggio 2018  
L'ADDETTO STAMPA
(D'Amico)
                                                                                                                                                                                                                     
Pubblicato il :

 Il Fondo Edifici di Culto tra i beneficiari del 5 per mille Irpef

Lo scorso 1° maggio, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha inserito il Fondo Edifici di Culto (F.E.C.) fra i soggetti ammessi al beneficio del 5 per mille dell'IRPEF, destinato, a scelta del contribuente, al finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali ed ambientali.

Al patrimonio del FEC appartengono oltre 820 edifici sacri, oltre ad importanti aree museali, un'area naturale incontaminata come la Foresta di Tarvisio e un fondo librario antico con oltre 400 volumi.

Negli ultimi 5 anni sono stati finanziati interventi di manutenzione e restauro per oltre 30 milioni di euro, grazie ai proventi derivanti dalla gestione del patrimonio fruttifero e con il contributo annuale dello Stato.

Da oggi, grazie alla possibilità di donare a favore del FEC il 5 per mille IRPEF, potranno essere implementate ulteriori attività di restauro: ogni cittadino potrà, quindi, attraverso la sua scelta, contribuire a tutela il patrimonio affidato alla cura del FEC, a protezione della nostra storia e cultura.

La destinazione del 5 per mille in favore del FEC può essere effettuata mediante compilazione dell'apposito riquadro della dichiarazione dei redditi denominato "SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL 5 PER MILLE IRPEF" firmando il riquadro relativo al "FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITà DI TUTELA, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI (SOGGETTI DI CUI ALL'ARTICOLO 2, COMMA 2, DEL D.P.C.M. 28 LUGLIO 2016) e apponendo il codice fiscale 97051910582.

Terni, 23 maggio 2018
                                                 L'ADDETTO STAMPA
                                                       (D'Amico)
Pubblicato il :

 La Prefettura ospita i Saggi di fine anno dell'Istituto Briccialdi

Si è svolto ieri, presso i locali di rappresentanza della Prefettura, il primo dei tre Concerti di fine Anno Accademico dell'Istituto Superiore di Studi Musicali "G. Briccialdi" di Terni.

Si sono esibiti nell'occasione alcuni giovanissimi e talentuosi allievi che hanno coinvolto il pubblico con brillanti ed emozionanti esecuzioni.

Alla manifestazione, che è stata l'occasione per aprire gli spazi di rappresentanza della Prefettura ai cittadini, hanno presenziato numerose autorità che, insieme agli altri invitati, hanno espresso apprezzamento e ammirazione per la qualità e il valore dei giovani esecutori.

L'iniziativa proseguirà con altri due pomeriggi musicali.

Terni, 22 maggio 2018

                                                          L'ADDETTO STAMPA
                                                                  (D'Amico)
Pubblicato il :

 I lavori di manutenzione della E45 all'attenzione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica

Il Prefetto Paolo De Biagi ha presieduto la riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica nel corso del quale sono state esaminate, con la partecipazione dei vertici regionali dell'ANAS, di quelli provinciali delle Forze dell'Ordine e dei sindaci dei Comuni interessati, le problematiche relative all'imminente avvio dei lavori di straordinaria manutenzione e ammodernamento del tratto della E45 e della SS 675 Terni-Orte ricadenti in questa provincia.

I lavori rientrano in un piano di manutenzione che interessa l'intera arteria stradale E45 da Mestre a Orte.

Nella provincia di Terni i primi cantieri si apriranno sul tratto della E45 in prossimità dello svincolo di San Gemini e proseguiranno con altri interventi su tratti successivi in direzione nord all'altezza di Montecastrilli e, a seguire, Acquasparta.

Nel prossimo mese si avvieranno anche i cantieri sulla SS675 in direzione sud, partendo da Terni.

I lavori riguarderanno la pavimentazione, l'ammodernamento delle barriere di sicurezza e l'adeguamento degli impianti tecnologici e della segnaletica verticale.

La presenza dei cantieri comporterà la chiusura della carreggiata interessata dall'intervento e la circolazione su una sola carreggiata a doppio senso di marcia e avrà, inevitabilmente, ripercussioni sulla fluidità del traffico veicolare, in particolare sulla SS675 per il traffico in uscita e in rientro verso la capitale, soprattutto nei fine settimana e in occasione dell'esodo e controesodo estivo.

Per tale ragione, nel corso della riunione del Comitato, l'Anas ha assicurato un adeguato, costante e tempestivo flusso informativo sui lavori programmati e avviati.

Si è, inoltre, stabilito che la stessa ANAS terrà incontri tecnici preventivi con le amministrazioni comunali di volta in volta interessate per individuare, ove possibile, percorsi alternativi, adeguandone la segnaletica, da utilizzare in caso di gravi ingorghi o blocchi della circolazione per incidenti.

Nello stesso incontro sono state individuate modalità alternative di transito attraverso le aree di cantiere per i mezzi di soccorso ed emergenza che dovessero intervenire nei tratti in cui la circolazione fosse bloccata.

Considerato che i lavori proseguiranno nel corso del prossimo anno ed oltre, la Prefettura, anche attraverso il Comitato Operativo per la Viabilità, continuerà a seguire l'evoluzione degli interventi e dei loro riflessi sull'andamento della viabilità per ogni iniziativa che si rendesse necessaria.

Terni, 10 maggio 2018

                                                              L'ADDETTO STAMPA

Pubblicato il :

 
Torna su