Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Terni

Comunicati Stampa

 

 Il Prefetto di Terni riceve il neo Sindaco

Nel pomeriggio di ieri il Prefetto Paolo De Biagi ha ricevuto, in visita di cortesia e presentazione, il neo Sindaco di Terni, Leonardo Latini.

L'incontro, oltre ad essere occasione di reciproca conoscenza, è stato utile per approfondire i numerosi temi di comune interesse che vedranno impegnati Prefettura e Comune.

Su questi temi Prefetto e Sindaco hanno manifestato l'intento di avviare la più proficua collaborazione nell'interesse della comunità cittadina.

Terni, 29 giugno 2018
                                                                       L'ADDETTO STAMPA
 
 
Pubblicato il :

 Sottoscritti in Prefettura i Patti per la sicurezza

Nella mattinata odierna si è proceduto, in Prefettura, alla sottoscrizione di "Patti per la sicurezza" tra il Prefetto, Paolo De Biagi, e i Sindaci dei Comuni di Acquasparta, Allerona, Alviano, Amelia, Arrone, Attigliano, Avigliano Umbro, Baschi, Calvi dell'Umbria, Ferentillo, Giove, Guardea, Montecchio, Montefranco, Monteleone d'Orvieto, Narni, Orvieto, Otricoli, Porano, San Gemini, Stroncone, Terni.

I Patti sottoscritti sono finalizzati, in particolare, a consentire ai Comuni interessati di accedere a finanziamenti statali (37 milioni di euro a livello nazionale, per il triennio 2017-2019) messi a disposizione - in base al Decreto del Ministero dell'Interno del 31 gennaio scorso - per attivare nuovi impianti di videosorveglianza al fine di prevenire e contrastare episodi di criminalità diffusa nelle aree più esposte.

Entro il prossimo 30 giugno i Comuni sottoscrittori, nonché quelli che vorranno ulteriormente aderire, presenteranno i progetti dei sistemi di videosorveglianza che saranno preventivamente valutati in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza pubblica e successivamente inoltrati dalla Prefettura, unitamente all'istanza di finanziamento e all'altra documentazione prescritta, al Ministero dell'Interno per essere inseriti nella graduatoria che darà titolo all'accesso ai contributi.

Erano presenti alla sottoscrizione i vertici provinciali delle Forze dell'Ordine, il Commissario Straordinario del Comune di Terni, il Presidente della Provincia di Terni e il Presidente dell'ANCI Regionale.

Terni, 20 giugno 2018
                                                                        L'ADDETTO STAMPA
 
 
 
 
  foto 3
Pubblicato il :

 Action Day contro i furti in abitazione

Per contrastare il fenomeno dei furti in abitazione che desta particolare preoccupazione nella popolazione, incidendo sulla percezione del livello di sicurezza, si è recentemente riunito il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto dal Prefetto Paolo De Biagi, nel corso del quale sono state disposte più incisive azioni di prevenzione e contrasto del fenomeno.

In tale ottica, in attuazione delle disposizioni ministeriali emanate al riguardo, è stata organizzata una giornata dedicata alla lotta contro i furti in abitazione, denominata " Action Day ".

Le Forze dell'Ordine, con l'ausilio della Polizia Municipale, hanno attuato l'iniziativa nei giorni 21, 25 e 28 maggio scorso nell'intera Provincia.

L' Action Day si è svolto attraverso l'intensificazione dei controlli già posti in essere che, nell'occasione, sono stati concentrati principalmente nelle aree ove il fenomeno è maggiormente diffuso, lungo le principali vie di comunicazione, presso i cosiddetti "compro oro" nonché nei luoghi ove abitualmente viene ricettato il provento del furto (mercati rionali, ambulanti, ecc.).

L'attività proseguirà anche attraverso incontri sul territorio delle Forze di Polizia con la cittadinanza, come di recente avvenuto in alcuni Comuni della Valnerina.

In tali circostanze saranno anche forniti utili indicazioni sulle cautele ordinarie da adottare per prevenire furti in abitazione, anche mediante la distribuzione di opuscoli come quello che si allega a titolo esemplificativo.

Terni, 11 giugno 2018

                                                                              L'ADDETTO STAMPA
Pubblicato il 11/06/2018
Ultima modifica il 11/06/2018 alle 12:30:52

 Misure di sicurezza per le manifestazioni pubbliche sul territorio

Si è svolta ieri una riunione del Comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduta dal Prefetto Paolo De Biagi, con la presenza dei vertici provinciali delle Forze dell'Ordine, dei Vigili del Fuoco e del Dipartimento del Soccorso Sanitario e con la presenza dei Sindaci di tutti i Comuni della Provincia.

L'incontro è stato convocato per un confronto sulle problematiche di sicurezza nello svolgimento delle manifestazioni pubbliche per le quali, negli ultimi tempi, si sono registrate preoccupazioni da parte degli organizzatori per le aumentate difficoltà logistiche e finanziarie conseguenti alle direttive diramate dal Ministero dell'Interno per garantire adeguate condizioni di safety e di security.

La riunione è stata occasione di un aperto confronto che ha consentito di ribadire come le direttive ministeriali non hanno imposto nuovi obblighi ma hanno richiamato quanto previsto da norme già vigenti e reso coerenti limitazioni e obblighi imposti a tutela della sicurezza dei partecipanti alle manifestazioni.

È risultato evidente che l'applicazione di misure di sicurezza, rese necessarie anche dal contesto internazionale in cui viviamo, può da un lato appesantire l'attività organizzativa ma dall'altro offre ai partecipanti una condizione di più sicurezza e di miglior fruizione degli spettacoli oltre a garantire maggiormente gli organizzatori da possibili responsabilità. Né il fatto che in passato nulla di grave sia accaduto sul territorio provinciale può essere garanzia di sicurezza anche tenendo conto dei mutamenti dei contesti e della maggior complessità organizzativa delle manifestazioni.

Le direttive ministeriali riguardano tutte le manifestazioni, ovviamente con quella flessibilità e quegli adattamenti che gli organi statali competenti hanno sempre assicurato nella loro applicazione. Un atteggiamento caratterizzato dalla collaborazione tra le Autorità competenti che ha finora portato a parametrare le misure di sicurezza alla natura, dimensione, livello della partecipazione e grado di esposizione a rischio delle singole manifestazioni. La collaborazione tra organi statali e enti locali ha consentito lo svolgimento di iniziative pubbliche - anche le più impegnative, come la Corsa all'Anello di Narni, le Celebrazioni Valentiniane a Terni, il Corpus Domini di Orvieto, ecc. - senza sacrificare le caratteristiche di tradizione e contenuto degli eventi, garantendo nel contempo adeguati standard di sicurezza.

Le varie osservazioni sollevate nell'incontro dalle Amministrazioni Comunali, sono state ricondotte nell'ambito dell'impegno collaborativo e della flessibilità che le autorità competenti hanno ulteriormente garantito per gli eventi futuri ringraziando gli enti locali per la condivisione del comune obiettivo e per il concreto impegno a potenziare la sicurezza delle iniziative che non è mai venuto meno.

In questo senso ai Sindaci è stato chiesto di farsi collettori delle manifestazioni organizzate sui rispettivi territori curando la trasmissione - con congruo anticipo - delle relative pianificazioni di sicurezza agli organi statali preposti alle necessarie verifiche.

Un dispositivo che ribadisce il comune e primario interesse di perseguire le condizioni di sicurezza delle manifestazioni pubbliche senza penalizzarne lo svolgimento e l'identità.

Terni, 7 giugno 2018

Pubblicato il :

 Celebrata a Terni la Festa della Repubblica

Si sono svolte, oggi, a Terni una serie di iniziative per celebrare il 72° Anniversario della Fondazione della Repubblica.

Il programma ha avuto inizio alle 9.30 a Piazza Briccialdi con l'alzabandiera e la deposizione delle corone presso il Monumento ai caduti.

Le celebrazioni sono proseguite all'interno dei giardini pubblici "La Passeggiata" ove, nel piazzale antistante la ex Chiesa del Carmine, il Prefetto Paolo De Biagi ha passato in rassegna il Picchetto, le Rappresentanze, i Labari e i Gonfaloni.

La cerimonia è proseguita con la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica da parte di uno studente del Liceo Classico "C. Tacito" di Terni e da un breve saluto del Prefetto il quale, nel suo intervento, ha ricordato la necessità di garantire la massima condivisione di intenti tra le istituzioni e i cittadini assicurando quella coesione che è fondamentale per perseguire il bene comune.

Il Prefetto ha sottolineato l'esigenza della partecipazione dei cittadini e, soprattutto, dei giovani, alla vita pubblica e alla dialettica politica che attraverso il meccanismo della rappresentanza deve veicolare i bisogni delle comunità e dei territori alle autorità che sono titolari del potere di programmare le politiche di intervento.

È seguita la consegna delle onorificenze " Al Merito della Repubblica Italiana " (all. 1) e di due " Medaglie d'onore ai cittadini italiani deportati ed internati nei lager nazisti " (all.2) alla presenza dei Sindaci dei Comuni di residenza degli insigniti.

L'evento, accompagnato dalla Banda musicale "G. e F. Lausi" di Arrone che ha suonato l'inno nazionale ed eseguito alcuni brani musicali, si è svolto in modo semplice ma molto sentito e partecipato alla presenza delle principali autorità cittadine e con una cornice di pubblico numeroso e particolarmente coinvolto.

Dalle ore 9.30 alle 13.00, inoltre, sempre all'interno del parco "La Passeggiata", sono stati allestiti stand espositivi di Forze Armate, Forze di Polizia, Vigili del Fuoco e Croce Rossa Italiana.

Terni, 2 giugno 2018           
                                                                             L'ADDETTO STAMPA
                                                                                    (D'Amico)
 
 
 
  
Pubblicato il 02/06/2018
Ultima modifica il 04/06/2018 alle 13:42:03

 
Torna su