Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Terni

Comunicati Stampa

 

 Prevenzione e contrasto ai furti nelle abitazioni del Comune di Stroncone.

Intensificazione dei controlli, anche attraverso l'implementazione delle misure di prevenzione, per contrastare la recrudescenza dei furti nelle abitazioni di Stroncone.

Dopo San Gemini e la Valnerina, anche il territorio del Comune di Stroncone è stato oggetto di attenzione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduto, presso la sede di Palazzo del Governo, dal Prefetto.

Nell'occasione, alla presenza del Sindaco di Stroncone, del Questore di Terni e dei vertici provinciali delle Forze dell'Ordine, sono stati analizzati i dati dell'ultimo quinquennio relativi al numero dei reati predatori ed in particolare dei furti ai danni delle abitazioni private.

Sebbene nell'anno appena decorso si sia verificato un incremento di tali episodi delittuosi che ha fatto registrare n. 28 furti in abitazione - la cui maggiore incidenza è stata rilevata durante il periodo invernale-, il trend di siffatta delittuosità predatoria ha mantenuto, dal 2013 in poi, un andamento tendenzialmente contenuto.

Sulla scia delle misure intraprese a San Gemini e nei Comuni della Valnerina, si è convenuto sulla opportunità di intensificare le misure di controllo nell'ottica di corroborare il senso di sicurezza percepito dai cittadini, nonostante il territorio di Stroncone sia caratterizzato da una non agevole conformazione connotata da una articolata viabilità minore e da una diffusione di insediamenti abitativi isolati.

Il Questore ha assicurato l'implementazione dei servizi di controllo straordinario già in atto, con il supporto saltuario del Reparto Prevenzione Crimine, mentre l'Arma dei Carabinieri provvederà a incrementare mirati, locali, servizi di controllo esterno.

Il Sindaco ha reso noto di aver avviato l'iter per implementare il sistema di videosorveglianza del Comune, estendendolo alle frazioni maggiormente esposte.

Unanime la considerazione sull'importanza del ruolo proattivo dei cittadini nelle attività di prevenzione e contrasto alla criminalità, attraverso segnalazioni alle Forze dell'Ordine di comportamenti sospetti o anomali di persone eventualmente presenti in loco.

A tale riguardo, il Sindaco ha raccolto la disponibilità delle Forze di Polizia a partecipare a dedicati incontri con la popolazione locale, anche nell'ottica di fare accrescere la percezione di una costante tutela e vicinanza da parte delle Istituzioni preposte.  

Terni, 23 gennaio 2019
                                                                                  L'addetto stampa
                                                                                       (Pennestrì)
Pubblicato il :

 Prevenzione e contrasto ai reati predatori nei Comuni di Arrone, Ferentillo, Montefranco e Polino

Intensificazione dei controlli e delle misure di prevenzione e contrasto al fenomeno dei reati predatori nei Comuni di Arrone, Ferentillo, Montefranco e Polino, per incrementare il livello della sicurezza percepita da parte dei cittadini.

Questo, tra gli altri, il tema all'ordine del giorno della riunione del Comitato provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica presieduta dal Prefetto di Terni presso la sede di palazzo del Governo.

Con la presenza dei Sindaci interessati, del Questore di Terni e dei vertici provinciali delle Forze dell'Ordine, sono stati analizzati i dati relativi al numero dei reati predatori registrati nei quattro comuni della Valnerina nel 2018 e negli anni precedenti.

Sebbene il trend dei furti in abitazione abbia registrato un tendenziale, sia pur limitato, aumento nel corso dell'ultimo quinquennio, i dati non risultano particolarmente preoccupanti. Nel 2018, sono stati 10 i furti perpetrati ai danni delle abitazioni private nel Comune di Ferentillo, 20 quelli registrati nell'arronese; a Montefranco sono stati 15, mentre nessun episodio si è verificato nel Comune di Polino.

In particolare, la recrudescenza dei furti si registra annualmente nel periodo invernale, come risulta dall'analisi storica dell'andamento della delittuosità.

Per contrastarne l'incidenza, si è convenuto sulla opportunità di intensificare le misure del controllo del territorio anche allo scopo di attenuare il senso di insicurezza percepito dai cittadini.

Il Questore ha assicurato l'implementazione dei servizi di controllo straordinario con il supporto saltuario del Reparto Prevenzione Crimine, mentre l'Arma dei Carabinieri provvederà ad intensificare, in loco, mirati servizi di controllo esterno.

Per parte propria, i Sindaci hanno assunto l'impegno ad avviare ogni utile iniziativa finalizzata all'implementazione dei sistemi di videosorveglianza dei Comuni, anche attraverso forme di condivisione dei patrimoni tecnico-informatici di cui si doteranno le Amministrazioni comunali.

Nella convinzione che il sistema di controllo di vicinato rappresenti un'efficace forma di prevenzione della delittuosità, si è convenuto sull'importanza della collaborazione della popolazione chiamata a segnalare alle Forze dell'Ordine comportamenti anomali o sospetti eventualmente individuati in prossimità delle proprie abitazioni e nelle altre vie cittadine.

Su richiesta dei Sindaci, le Forze di Polizia hanno assicurato la disponibilità a partecipare, a breve, a incontri locali con la popolazione, finalizzati a fornire indicazioni comportamentali e a stimolarne ed indirizzarne la collaborazione.

Terni, 16 gennaio 2019
                                                                                    L'addetto stampa
                                                                                          (Pennestrì)
Pubblicato il :

 La sicurezza nel Comune di San Gemini all'attenzione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica

Nella mattinata odierna il Prefetto, Paolo De Biagi, ha presieduto una riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica con i vertici provinciali delle Forze di Polizia e con la partecipazione del Sindaco di San Gemini, Sen. Leonardo Grimani, per esaminare il tema della sicurezza di quella città, anche alla luce dello stato di preoccupazione ripetutamente manifestato dai cittadini del Comune negli ultimi giorni.

Nel corso della riunione, si è proceduto ad una approfondita analisi della situazione della sicurezza, con particolare riferimento ai furti e specificamente a quelli in abitazione.

Nel corso del 2018, nel Comune di San Gemini, risultano perpretati 49 furti, di cui 21 in abitazioni; un dato in linea con il trend in costante diminuzione che si è registrato a partire dal 2013, anno in cui il numero dei furti era di 98 di cui 58 quelli in abitazioni.

Questo trend in diminuzione fa segnare, in effetti, una inversione di tendenza, nell'ultimo anno, passando dai 35 furti del 2017 ai 49 del 2018, pur restando il dato complessivo ad un livello assolutamente fisiologico e coerente rispetto al resto del territorio provinciale.

La concentrazione, poi, dei furti nel decorso periodo delle festività natalizie, giustifica la preoccupazione e il senso di insicurezza espresso dai cittadini di cui il Comitato ha preso atto e si è fatto carico.

Per affrontare la situazione si è concordato di agire sul terreno della prevenzione rafforzando i dispositivi di controllo sul territorio a mezzo dell'Arma dei Carabinieri, specificamente sulle aree maggiormente colpite dai furti nell'ultimo periodo. Saranno, inoltre, disposti dal Questore controlli straordinari in loco, anche avvalendosi del supporto del Reparto Prevenzione Crimine.

L'Amministrazione comunale, dal canto suo, valuterà la rimodulazione del progetto per il potenziamento del sistema di videosorveglianza coinvolgendo le aree più esposte, nonché l'implementazione del sistema di illuminazione pubblica nelle stesse aree.

Le Forze di Polizia hanno sottolineato, infine, l'importanza della collaborazione dei cittadini che sono invitati a segnalare ogni presenza e comportamento anomalo che si dovesse riscontrare nel territorio.

Terni, 8 gennaio 2019

                                                                                         L'ADDETTO STAMPA
                                                                                                 (Pennestrì)
Pubblicato il :

 
Torna su