Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Terni

Comunicati Stampa

 

 Celebrazioni del 2 giugno 2014, 68° Anniversario della Fondazione della Repubblica

Lunedì 2 giugno, in occasione della ricorrenza del 68° Anniversario della Fondazione della Repubblica, si svolgerà una cerimonia commemorativa che avrà inizio alle ore 10,30 presso la Sala consiliare del Comune di Terni, con la partecipazione, insieme al Sindaco del capoluogo, Leopoldo Di Girolamo, del Prefetto di Terni, Gianfelice Bellesini, del Vicepresidente della Camera dei Deputati, Marina Sereni, del Sottosegretario all’Interno, Gianpiero Bocci, del Presidente del Consiglio Regionale, Eros Brega, e del Presidente della Provincia, Feliciano Polli.
Alle ore 11,00, il corteo delle Autorità civili e militari e delle associazioni e rappresentanze presenti si sposterà da Palazzo Spada a Piazza Briccialdi, dove avrà luogo l’alza bandiera e la deposizione delle corone ai caduti; a seguire,il Prefetto Bellesini procederà alla lettura del messaggio del Presidente della Repubblica.
Ad accompagnare l’evento, l’Orchestra d’Armonia Città di Terni che intratterrà i partecipanti alla manifestazione con l’esecuzione di alcuni brani musicali.
Alle ore 12,30, in Prefettura, saranno, quindi, consegnati i diplomi di conferimento delle Onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” agli insigniti della provincia (all. 1), nonché le medaglie d’onore ai deportati nei campi nazisti durante l’ultimo conflitto mondiale ed ai familiari dei deceduti (all. 2).
Dalle ore 9,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 17,30, presso il Polo di Mantenimento delle Armi Leggere sarà aperta al pubblico la mostra dei mezzi e materiali dell’Esercito e la mostra “1914-2014: Centenario della Prima Guerra Mondiale”, organizzata dall’Associazione Onlus “MIALT”, un’esposizione di cartelloni, cimeli, documenti, foto e uniformi storiche.
Infine, alle ore 18,00, presso il Teatro Secci di Terni, è in programma un concerto a cura dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Briccialdi”.
Terni, 30 maggio 2014                                            
                                                                               L’ADDETTO STAMPA
                                                                                          (Rosiello)
Pubblicato il 30/05/2014
Ultima modifica il 30/05/2014 alle 12:54:43

 CONCLUSA L’OPERAZIONE “ACTION DAY” SUI FURTI DI RAME CON CONTROLLI DELLE FORZE DELL’ORDINE IN TUTTA LA PROVINCIA

 
Da tempo le Istituzioni dedicano la massima attenzione al fenomeno dei furti di rame, fenomeno che negli ultimi anni ha registrato una notevole espansione soprattutto sulle linee ferroviarie e che spesso ha provocato l’interruzione del servizio pubblico essenziale quale è quello dei trasporti, con inevitabili ripercussioni di natura economico-sociale di particolare rilievo e possibili implicazioni di ordine e sicurezza pubblica. L’aumento significativo delle quotazioni di questo metallo, inoltre, ha fatto crescere in maniera esponenziale l’interesse della criminalità, destando una sempre maggiore preoccupazione nei confronti del problema.Il Ministero dell’Interno, tramite la Direzione Centrale della Polizia criminale, ha organizzato, per il secondo anno consecutivo, nelle giornate del 21 e 22 maggio, una consistente azione di polizia denominata “Action Day” al fine di prevenire e contrastare più efficacemente tali reati. L’operazione è promossa da Europol (Agenzia dell’Unione Europea per la lotta al crimine) in 20 Stati Membri e rappresenta una concreta risposta al fenomeno dei furti di rame.Nella provincia di Terni il fenomeno, conformemente a quanto deciso in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal Prefetto Bellesini, è stato costantemente monitorato da parte di tutte le Forze dell’Ordine. Pertanto la “Action Day” si è svolta come naturale prosecuzione dei controlli già avviati, concentrandosi principalmente sui cosiddetti “punti caldi” per il traffico di metalli, con particolare attenzione alle vie di trasporto, ai commercianti, ai riciclatori di metalli ed ai luoghi ove potrebbe essere occultato, trasportato o depositato il rame provento di furto. In particolare sono stati controllati n. 63 “punti caldi”, 81 mezzi di trasporto, 89 persone e 29 commercianti di rottami.Grazie anche ad azioni come questa, i cui riscontri, nell’occasione, non hanno fatto emergere, in questa provincia, eventi delittuosi di particolare rilievo, le Istituzioni hanno compiuto sul territorio, una decisa e concreta opera di prevenzione e di contrasto al fenomeno criminale.
Il Viceprefetto
Dott.ssa Lucia Raffaela Palma
Pubblicato il :

 Elezioni del 25 maggio 2014. Insediamento dei seggi

Alle ore 18.00 di oggi tutte le Sezioni elettorali dei Comuni della provincia risultano regolarmente costituite.

Non si segnalano situazioni di particolare rilievo.
Terni, 24 maggio 2014

                                                        L’ADDETTO STAMPA

                                                                  (Rosiello)

Pubblicato il :

 Lezioni di lavoro sicuro, a Palazzo Primavera il bilancio di un anno di formazione nelle scuole

Impegno comune di istituzioni e mondo dell’istruzione per promuovere “dal basso” una nuova cultura della sicurezza sul lavoro. Premiati i migliori lavori presentati da istituti e centri di formazione professionale coinvolti nel progetto. Bellesini: “Educare al valore della sicurezza partendo dai più giovani”
 
 
Un forte impulso per una sempre più capillare e incisiva educazione alla sicurezza sul lavoro che partendo dalle scuole sappia cambiare l’approccio culturale al tema antinfortunistico: è il messaggio che scaturisce dalla giornata-evento svoltasi stamane a Terni sul tema “Istituzioni e scuola insieme per lavorare in sicurezza”.

L’iniziativa giunge a conclusione delle attività di formazione sui temi della sicurezza sul lavoro condotte durante l’anno scolastico in alcuni istituti superiori e nei centri di formazione professionale della provincia; iniziativa che si inquadra nell’ambito di quanto previsto dal protocollo d’intesa sottoscritto lo scorso mese di novembre dalla Prefettura di Terni insieme a Provincia, I.N.A.I.L., I.N.P.S., Direzione territoriale del lavoro,Azienda USL Umbria 2 e Ufficio Scolastico Regionale.

Gli interventi dei relatori hanno inteso tutti sottolineare il valore della formazione scolastica sui temi del lavoro sicuro e l’importanza di favorire il radicamento culturale di una nuova e più attenta sensibilità nelle nuove generazioni.

Nel suo saluto iniziale, il Prefetto Gianfelice Bellesini ha evidenziato l’ampia platea di soggetti e istituzioni che aderiscono all’iniziativa, segno di “un impegno comune e trasversale per costruire una nuova visione del lavoro già nei più giovani. Educare i nostri studenti al valore della sicurezza antinfortunistica significa innanzitutto dare senso e contenuto ai principi fondamentali della dignità del lavoro, del diritto alla salute, della parità di diritti e di opportunità per tutti i lavoratori indipendentemente dal sesso, dalla nazionalità o dalla loro condizione economica o contrattuale”.

Secondo Alessandra Ligi, dirigente delle sedi I.N.A.I.L. di Terni e Perugia, “collaborare con le scuole, lavorare e confrontarsi con i giovani è la strada vincente per la diffusione di un approccio attento alla sicurezza rispetto alle ordinarie situazioni di vita e ancor più nel lavoro. Unire conoscenza, esperienza tecnica e sensibilità adeguata in materia di tutela della salute e sicurezza del cittadino e del lavoratore è la sfida di un percorso che ha portato a risultati significativi in termini di coinvolgimento dei giovani, che si riflettono nei lavori da loro realizzati” .

Il punto di vista del sistema formativo è stato affidato all’intervento di Mauro Esposito dell’Ufficio Scolastico Regionale, che ha ricordato come l'educazione alla legalità del lavoro, intesa come sicurezza e regolarità del lavoro, debba fare parte della preparazione dei giovani alla futura occupazione. Secondo Esposito, “non è sufficiente affrontare il problema sul posto di lavoro, ma è necessario partire dall’ambito scolastico al fine di promuovere la consapevolezza del rischio e integrare la cultura della regolarità nel sistema dell'istruzione, per preparare i giovani al loro primo giorno di lavoro e alle responsabilità cui vanno incontro in materia nelle loro future carriere” .

Il Presidente Feliciano Polli, da parte sua, ha salutato con soddisfazione il pieno coinvolgimento e il ruolo primario nell’iniziativa dei centri di formazione della Provincia di Terni: “Quello della sicurezza nel lavoro – ha ricordato Polli – è un tema molto delicato che va affrontato con efficacia per evitare il ripetersi di incidenti il cui numero nel nostro territorio risulta ancora piuttosto elevato. E’ importantissimo che i giovani entrino nel mondo del lavoro con la necessaria, indispensabile, sensibilità verso i rischi che possono presentarsi. Ciò vale soprattutto per coloro che provengono dall’estero, da Paesi in cui le condizioni di vita appaiono maggiormente segnate dalla precarietà” .

A conclusione della giornata, sono stati consegnati i riconoscimenti per i migliori elaborati (vedi elenco allegato) presentatidai partecipanti alle iniziative didattiche realizzate, con il finanziamento dell’I.N.A.I.L. e il contributo di Ance e Confartigianato.

 
Terni, 23 maggio 2014                                                    L'addetto stampa
                                                                                             (Rosiello)
                
       
 
 
Pubblicato il 23/05/2014
Ultima modifica il 24/05/2014 alle 18:05:21

 Elezioni del 25 maggio 2014. Sala stampa

Sala stampa in Prefettura aperta dalle ore 15 di lunedì 26 maggio
Sul sito www.prefettura.terni.it l’affluenza alle urne ed i risultati dello scrutinio
 
In occasione delle prossime elezioni europee ed amministrative di domenica 25 maggio, verrà allestita in Prefettura una sala stampa dove sarà possibile seguire in tempo reale i risultati degli scrutini.
La sala stampa sarà aperta dalle ore 15.00 di lunedì 26 maggio e potrà essere contattata anche telefonicamente ai seguenti numeri: 0744480461; 462; 463; 239.
I dati sull’affluenza alle urne, relativi alle ore 12.00, 19.00 e 23.00, ed i risultati degli scrutini saranno consultabili anche attraverso il sito www.prefettura.terni.it .
Nel medesimo sito, alla Sezione “ Speciale Elezioni 2014 ” sono inoltre disponibili tutte le informazioni utili sul procedimento elettorale.

Terni, 23 maggio 2014
                                                                           L'ADDETTO STAMPA 
                                                                                  (Rosiello)
Pubblicato il :

 La sicurezza sul lavoro s’impara a scuola. Riflessioni e premiazioni venerdì a Terni

Giornata-evento promossa dalla Prefettura al termine delle iniziative formative sui temi del lavoro sicuro con il finanziamento dell’I.N.A.I.L. e il contributo di Ance e Confartigianato. Riconoscimenti per i migliori lavori presentati dalle scuole e dai centri di formazione professionale della provincia.
 
Istituzioni e scuola insieme per lavorare in sicurezza : è il tema prescelto per la giornata-evento che avrà luogo il prossimo venerdì 23 maggio , a Palazzo Primavera a conclusione delle attività di formazione in materia di sicurezza sul lavoro svolte nelle scuole superiori e nei centri di formazione professionale della provincia; iniziativa che si inquadra nell’ambito del protocollo d'intesa per la promozione scolastica della cultura della sicurezza sul lavoro sottoscritto lo scorso 25 novembre da questa Prefettura insieme a Provincia, I.N.A.I.L., I.N.P.S., Direzione territoriale del lavoro, Azienda USL Umbria 2 e Ufficio Scolastico Regionale.
Oltre a prevedere la premiazione dei migliori lavori presentati dagli studenti al termine del ciclo didattico cui hanno partecipato, la manifestazione vuol essere l’occasione per una riflessione sull’importanza di una formazione precoce sui temi del lavoro sicuro, in grado di indurre un cambiamento culturale profondo che parta dalle giovani generazioni. Sarà, inoltre, anche il momento per un bilancio delle attività e delle iniziative condotte, lungo tutto l’anno scolastico, in attuazione del protocollo d’intesa del novembre scorso.

La giornata si aprirà alle 10.30 con un indirizzo di saluto del Prefetto di Terni, Gianfelice Bellesini. Seguiranno gli interventi di Alessandra Ligi, dirigente delle sedi I.N.A.I.L. di Terni e Perugia, che svilupperà il tema “La sicurezza negli ambienti di lavoro si apprende a scuola” ; Feliciano Polli, Presidente della Provincia di Terni, con un approfondimento su “Sicurezza sul lavoro: il ruolo della Provincia nella formazione professionale giovanile” ; e Mauro Esposito, dell’Ufficio Scolastico Regionale, il quale relazionerà su “Lavoro sicuro: garanzia per il futuro” .

Verranno,infine, illustrati e premiati i migliori lavori presentati, con il finanziamento dell’I.N.A.I.L. e il contributo economico di Ance e Confartigianato: riconoscimenti e gadget per sottolineare, in modo festoso, l’entusiasmo e l’interesse con cui gli studenti ternani hanno risposto all’iniziativa.

  Terni, 21 maggio 2014                                                L’ADDETTO STAMPA

                                                                                            (Rosiello)
 
                                                    
Pubblicato il 21/05/2014
Ultima modifica il 24/05/2014 alle 18:14:24

 Terni: riunione sulla Casa Circondariale di Sabbione

Il trasferimento nel carcere di Sabbione di centosettanta nuovi detenuti è stato il tema principale all'ordine del giorno dell'odierna riunione convocata dal Prefetto Gianfelice Bellesini su sollecitazione del Sottosegretario del Ministero dell’Interno, On. Gianpiero Bocci, e del Sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo, alla quale hanno partecipato il Vicequestore Vicario, Andrea Pietroiusti, il Presidente della Provincia, Feliciano Polli, il Sindaco di Terni, la Direttrice della Casa Circondariale di Terni, Chiara Pellegrini, il Comandante della Polizia penitenziaria, Fabio Gallo ed i rappresentanti delle Organizzazioni sindacali della Polizia penitenziaria.
Numerose le problematiche poste all’attenzione dei convenuti, tra le quali, di grande rilevanza, la sicurezza nel carcere, la carenza di personale, gli eventuali riflessi criminali nel territorio ternano.
Al riguardo, il Prefetto Bellesini, ha rappresentato che tali argomenti sono stati esaminati ed approfonditi nel Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutosi il 24 aprile scorso, dal quale è emerso che, in relazione alla maggiore pericolosità dei detenuti che verranno ospitati nel carcere di Sabbione, sarà intensificata l’attività info-investigativa svolta dalle Forze di polizia, con la collaborazione della Polizia penitenziaria. Pertanto, costante sarà il controllo del territorio ed alto il livello di attenzione degli Organi di Polizia, ai fini di una pronta individuazione e di un efficace contrasto di eventuali impatti criminali coinvolgenti il territorio ternano.
Dalle Organizzazioni sindacali sono stati segnalati i problemi legati alla sicurezza all’interno del carcere, alla carenza degli agenti di polizia penitenziaria (circa 40 in meno rispetto all’organico previsto), alla insufficiente dotazione di mezzi blindati e di alloggi per il personale.
La direttrice del carcere ha evidenziato, tra l’altro, la necessità di procedere all’ampliamento del reparto detentivo sito nell’ospedale di Terni, atteso l’aumento e la eterogeneità della popolazione carceraria. Ha poi auspicato un maggiore utilizzo del sistema delle videoconferenze per i detenuti, al fine di limitare le costose ed impegnative traduzioni esterne.
A conclusione della riunione, il Prefetto Bellesini ha assicurato che rappresenterà al Ministero della Giustizia le problematiche emerse, facendosi interprete delle preoccupazioni e delle proposte scaturite in occasione dell’incontro. Ha, altresì, manifestato la propria disponibilità ad ulteriori momenti di confronto sulle questioni sollevate, esprimendo la propria soddisfazione per l’impegno dimostrato da tutti i presenti a garantire i più adeguati livelli di sicurezza, nella convinzione che le difficoltà e i problemi discussi potranno essere superati attraverso l’apporto di tutte le professionalità coinvolte in questa delicata attività istituzionale.
Terni, 7 maggio 2014                          
                                                                               L’addetto stampa
 
Pubblicato il :

 
Torna su