Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Terni

Comunicati Stampa

 

 Elezioni del 25 maggio 2014. Disciplina della propaganda elettorale

Riunione in Prefettura con i rappresentanti dei partiti e gruppi politici per disciplinare lo svolgimento della campagna elettorale
 
All’incontro hanno partecipato, insieme ai rappresentanti dei partiti e dei gruppi politici partecipanti alla competizione, le forze dell’ordine, ed i delegati dei Comuni di Terni e Orvieto.
Il verbale della seduta, che si allega, è pubblicato nella sezione di questo sito “Speciale elezioni 2014”, uno spazio in continuo aggiornamento con tutte le informazioni utili sul procedimento elettorale.

Terni, 30 aprile 2014                                     L’ADDETTO STAMPA

                                                                           (Rosiello)
 
Pubblicato il 30/04/2014
Ultima modifica il 30/04/2014 alle 18:25:09

 Riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica

Il possibile e sensibile incremento della circolazione in occasione delle prossime festività e della canonizzazione dei Papi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II è stato il tema principale all'ordine del giorno dell'odierna riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto Gianfelice Bellesini ed alla quale hanno partecipato i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, della Provincia e del Comune capoluogo. Al riguardo, le Forze di Polizia hanno assicurato un rafforzamento della vigilanza sulle strade e sul tratto autostradale della A1 ricompreso nel territorio provinciale per una efficace attività di prevenzione e repressione delle violazioni delle norme di comportamento alla guida, nonché un maggiore controllo presso le strutture ricettive della provincia. Sono state, altresì, valutati specifici interventi operativi per garantire assistenza e soccorso alle persone in viaggio, anche in caso di situazioni emergenziali che possano verificarsi per intensità del traffico o condizioni meteo avverse.
L'incontro di questa mattina è servito anche a fare il punto sul pacchetto di misure poste in essere da una apposita task force istituita presso il Ministero dell’Interno per rafforzare strategie di prevenzione e contrasto dell’illegalità negli stadi.
È stato, altresì, illustrato un progetto per l’implementazione del sistema di videosorveglianza del territorio comunale già realizzato a seguito della stipula del protocollo d’intesa “Terni, città accogliente e sicura” sottoscritto dal Comune capoluogo, congiuntamente a Prefettura e Provincia di Terni. Il progetto prevede, in particolare, la realizzazione di postazioni di visualizzazione delle immagini presso le Centrali operative della Questura di Terni e del Comando provinciale dei Carabinieri per favorire la tutela del patrimonio pubblico, la prevenzione e la repressione di attività illecite, il controllo ed il miglioramento della viabilità urbana. Tali immagini, attualmente affluiscono esclusivamente alla Centrale operativa della Polizia Municipale.
Infine, è stata esaminata la bozza dell’“Accordo in materia di politiche integrate e di sicurezza urbana” che sarà sottoscritto dal Ministero dell’Interno e dalla Regione Umbria. Tale accordo rappresenta una intesa in materia di sicurezza integrata con l’obiettivo di promuovere una più intensa collaborazione tra i sistemi informativi dell’Autorità di Pubblica sicurezza, della Regione e degli Enti locali, nell’ambito delle rispettive attribuzioni e nel rispetto delle normative vigenti.
T erni, 24 aprile 2014                                                                  
                                                                                              Il Viceprefetto
                                                                                         (Lucia Raffaela Palma)
 
Pubblicato il :

 Emergenza profughi, in Prefettura una riunione per pianificare e coordinare gli interventi in emergenza

Sindaci, forze dell’ordine, istituzioni sanitarie e del privato sociale al tavolo del Prefetto.  Bellesini: “Lavorare insieme per garantire un’accoglienza responsabile e solidale”

Riunione operativa questa mattina in Prefettura per garantire una risposta efficace alla gestione dell’emergenza profughi che, nelle scorse settimane, ha visto arrivare in provincia ben 80 migranti, molti dei quali, peraltro, si sono già allontanati per altre destinazioni europee.

Una gestione pianificata in via d’urgenza dalla Prefettura per gli stranieri destinati a questo territorio in base al piano straordinario messo a punto dal Ministero dell’Interno, e che fino ad oggi si è svolta, grazie all’impegno di tutti gli operatori coinvolti, senza particolari criticità – come l’incontro di questa mattina ha confermato – ed attraverso una procedura positivamente collaudata a partire dai primi, necessari accertamenti (screening sanitario e fotosegnalazione).

Obiettivo del tavolo di questa mattina - al quale hanno partecipato Sindaci, forze dell’ordine, istituzioni sanitarie e del privato sociale - mettere a punto un sistema di ospitalità diffusa e quanto più possibile specializzata nei tre ambiti del ternano, amerino-narnese ed orvietano, che, al momento del bisogno, possa essere immediatamente attivato. Un censimento, quindi, tanto delle strutture che potrebbero servire per la primissima accoglienza, quanto di quelle adatte ad un soggiorno di medio-lungo periodo degli stranieri accolti.

Sulla base delle disponibilità offerte, all’esito della riunione sono stati programmati per i prossimi giorni ulteriori accertamenti e verifiche di idoneità per alcuni degli stabili potenzialmente utilizzabili.

Un’attività di programmazione come quella che stiamo facendo questa mattina non può che partire dal territorio ”- ha sottolineato il Prefetto Bellesini – “ Ringrazio tutti dunque per la partecipazione ed il contributo offerto, che ci consentirà di far fronte in modo responsabile e solidale anche a questa grave emergenza sociale ”.
 
 
Terni, 17 aprile 2014                                                             L’ADDETTO STAMPA
 
(Rosiello)
 
 
Pubblicato il :

 Gruppo AST, la sicurezza sul lavoro come bene di tutti. In Prefettura un patto fra azienda, istituzioni e parti sociali

Sottoscritto un nuovo protocollo d’intesa per confermare e rafforzare l’impegno comune nello sviluppo della cultura del lavoro sicuro. Non solo vigilanza, ma anche azioni di formazione, supporto e orientamento
 
La consapevolezza che la sicurezza sul lavoro è un obiettivo di tutti, il riconoscimento della centralità del Gruppo Acciai Speciali di Terni quale polo produttivo primario dell’industria locale: sono i pilastri su cui si regge il nuovo protocollo d’intesa sottoscritto stamane in Prefettura fra le aziende del Gruppo, le istituzioni e le organizzazioni sindacali per promuovere e garantire sempre più elevati livelli di sicurezza dei lavoratori attraverso azioni che operino a monte della mera prevenzione antinfortunistica, costruendo una vera e propria cultura del lavoro sicuro.

Un patto “d’acciaio” che, nel solco delle precedenti intese sottoscritte nel 2008 e nel 2010, mira a rinnovare un fronte comune per la prevenzione degli incidenti in cui il rispetto dei ruoli e delle responsabilità di ciascun attore non impedisca, ma anzi favorisca, i momenti di dialogo, confronto e collaborazione sui temi della sicurezza e della tutela della salute dei lavoratori.

Al protocollo aderiscono Regione, Provincia e Comune capoluogo, Vigili del Fuoco, Azienda USL Umbria 2, I.N.A.I.L., Direzione territoriale del lavoro, Arpa, le aziende Acciai Speciali Terni, Società delle Fucine, Aspasiel e Tubificio di Terni e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil e Fismic.

Lo spirito dell’accordo è quello di considerare la sicurezza del lavoro come un prodotto complesso che non si esaurisce nell’osservanza delle procedure e delle disposizioni di legge o nel sistema dei controlli chiamato a vigilare sulla loro corretta applicazione, ma richiede anche un impegno sui fattori remoti che possono condizionarla: la cultura della prevenzione, la formazione-informazione, la ricerca, l’organizzazione. Da qui la consapevolezza di dover attivare forme sempre più virtuose di comunicazione e interazione fra azienda e sindacati, ma anche fra azienda e istituzioni, in modo da poter sostenere e orientare quotidianamente le migliori prassi possibili a fini di prevenzione.

“Vi è una sensibilità diffusa sui temi della sicurezza sul lavoro – sottolinea il Prefetto Gianfelice Bellesini – che fa di Terni un laboratorio di buone pratiche e non solo di buone intenzioni. Aziende, sindacati, istituzioni si ritrovano oggi uniti nel riconoscimento del lavoro sicuro come obiettivo condiviso e imprescindibile di ogni comunità che sappia realmente rispettare i valori costituzionali della dignità del lavoro e dei lavoratori” .

Terni, 9aprile 2014                                             L’ADDETTO STAMPA

                                                                                   (Rosiello)
 
La sottoscrizione del Protocollo        
 
Pubblicato il 09/04/2014
Ultima modifica il 09/04/2014 alle 12:29:14

 AST e società controllate, in Prefettura un protocollo per promuovere iniziative a tutela della salute e sicurezza sul lavoro

Dopo le intese del 2008 e 2010,rinnovato tra aziende, istituzioni ed organizzazioni sindacali l’impegno per percorsi comuni di sviluppo della cultura del lavoro sicuro
 
 
Sarà sottoscritto mercoledì 9 aprile, alle ore 10.30, nella sede della Prefettura di Palazzo Bazzani il nuovo protocollo fra le aziende del Gruppo Acciai Speciali di Terni, le istituzioni e le organizzazioni sindacali per promuovere ed attuare un sistema pianificato e coordinato che garantisca sempre più elevati livelli di sicurezza dei lavoratori.

L’accordo parte dalle intese sottoscritte nel 2008 e nel 2010 e si fonda su una verifica congiunta dei risultati raggiunti e delle prospettive per lo sviluppo di ulteriori collaborazioni ed iniziative.

Un lavoro importante, la cui premessa sta nel riconoscimento di AST come polo produttivo primario per l’economia ternana, e che mira a costruire una logica di rete per il rafforzamento della cultura della prevenzione e della vigilanza antinfortunistica, nel rigoroso rispetto delle competenze e attribuzioni di ciascun soggetto ma anche nella costante ricerca dei possibili spazi di collaborazione fra pubblico e privato a beneficio del superiore interesse della sicurezza sul lavoro

“Questo nuovo protocollo testimonia la perdurante attenzione al tema della sicurezza negli stabilimenti in un contesto a forte vocazione industriale come quello ternano – sottolinea il Prefetto Gianfelice Bellesini – nonché la volontà di trovare un terreno comune d’incontro e di cooperazione tra i diversi protagonisti che consenta di innalzare la cultura e gli standard di sicurezza a tutto beneficio dei lavoratori” .

A sottoscrivere il protocollo saranno Regione, Provincia e Comune capoluogo, Vigili del Fuoco, Azienda USL Umbria 2, I.N.A.I.L., Direzione territoriale del lavoro, Arpa, Acciai Speciali Terni, Società delle Fucine, Aspasiel, Tubificio di Terni, Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil, Fismic.

Terni, 8aprile 2014                                       L’ADDETTO STAMPA

                                                                               (Rosiello)
Pubblicato il :

 
Torna su