Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Terni

Comunicati Stampa

 

 Medaglie d’onore agli ex internati

I riconoscimenti assegnati nella ricorrenza del ‘Giorno della Memoria’. Il Prefetto Bellesini: “Un risarcimento morale per avere vissuto una delle pagine più buie della nostra storia”
Cerimonia di consegna oggi in Prefettura di due medaglie d’onore ai deportati della provincia nei campi nazisti durante l’ultimo conflitto mondiale. A conferire le decorazioni – concessedal Presidente della Repubblica - il Prefetto Gianfelice Bellesini .

Queste medaglie sono un piccolo segno della nostra profonda riconoscenza ed un risarcimento morale per le terribili prove patite dai nostri connazionali, sottoposti a violenze ed umiliazioni, a durissime condizioni di segregazione, al lavoro coatto in condizioni di tragica, disumana drammaticità” - sono state le parole del Prefetto nel ricordare le sofferenze subite dagli internati – “Anche se è sempre più difficile rintracciare testimoni di quella che è stata una delle pagine più buie della nostra storia, tanto strazio non va dimenticato né sottaciuto.”

I due insigniti sono stati Bruno BASILI, militare internato in Germania, Renania, dal 9 settembre 1943 al 7 luglio 1945, deceduto, ed Alberto PASCUCCI, tipografo al Poligrafico dello Stato di Roma, arrestato ed imprigionato per aver violato il coprifuoco il 23 dicembre 1943, successivamente deportato come prigioniero politico in Austria, nel campo di concentramento di Mauthausen, dove è deceduto il 18 maggio 1945, a 32 anni. Nel ricordarne la triste vicenda, il nipote Luigi Filippetti ha richiamato i contenuti del sito http://www.deportati4gennaio1944.it/index.html dove viene ricostruita la storia sua e degli uomini che vissero la stessa terribile esperienza. Le medaglie sono state consegnate ai familiari presenti alla cerimonia.
 
La consegna delle medaglie d’onore avviene ogni anno in occasione delle celebrazioni previste per il “Giorno della Memoria”, istituito con legge n. 211 del 20 luglio 2000per ricordare la data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz (27 gennaio 1945) e commemorare la “Shoah” etutti coloro che si opposero, pur in campi e schieramenti diversi, al progetto di sterminio, non esitando a salvare altre vite e a proteggere in condizioni difficili i perseguitati, anche a rischio della propria vita.

Terni, 27 gennaio 2014                                            L’ADDETTO STAMPA

                                                                                       (Rosiello)
 
 
    
Pubblicato il :

 Crisi delle acque minerali Tione di Orvieto, in Prefettura un incontro per fare il punto sul futuro della società

Dialogo fra azienda, istituzioni e sindacati sulle prospettive produttive ed occupazionali dell’azienda
 
Fare chiarezza sulla situazione attuale e le prospettive dello stabilimento di acque minerali Tione: è stato il primo obiettivo dell’incontro convocato dal Prefetto Gianfelice Bellesini ed al quale hanno partecipato, insieme alla proprietà ed ai sindacati, l’Assessore regionale Silvano Rometti ed il Sindaco di Orvieto Antonio Concina.
Alle maestranze preoccupate per il blocco delle linee di produzione ed il mancato pagamento delle retribuzioni, il nuovo management – subentrato la scorsa estate – ha confermato di avere sviluppato un piano industriale per il marchio Tione con l’obiettivo di garantire la continuità produttiva del sito e la salvaguardia dei livelli occupazionali, ma di essere tuttora in attesa di risposte sul versante del credito.

L’auspicio di un definitivo pronunciamento al riguardo da parte del sistema bancario locale è stato fatto proprio da tutti i rappresentanti istituzionali che hanno concordato sull’esigenza di dare certezze ai lavoratori in tempi brevi.

Incontrerò appena possibile i vertici della Cassa di Risparmio di Orvieto ha assicurato Bellesini – “ ai quali, pur senza entrare in valutazioni di merito creditizio che rientrano nelle esclusive prerogative dell’Istituto, rappresenterò i timori emersi al tavolo e la necessità di fare rapidamente chiarezza sulla vicenda ”.

Intanto, la buona notizia riguarda il pagamento delle retribuzioni arretrate, saldo di novembre e mensilità di dicembre,che è stato garantito dalla proprietà.

Terni, 22 gennaio 2014                

                     L’ADDETTO STAMPA
                               (Rosiello)
Pubblicato il :

 Montefranco, nominato il Commissario Prefettizio

Affidata a Simonetta Mignozzetti la provvisoria gestione dell’Ente dopo la sospensione del Consiglio comunale

È il Viceprefetto aggiunto Simonetta Mignozzetti il Commissario nominato per la provvisoria amministrazione di Montefranco a seguito della sospensione del Consiglio comunale.

Il provvedimento – adottato dal Prefetto Gianfelice Bellesini – si è reso necessario per le dimissioni del Sindaco Alessandro Sinibaldi, presentate il 20 dicembre scorso e divenute irrevocabili il successivo 9 gennaio.
 La dott.ssa Mignozzetti, dirigente di questa Prefettura per le materie del sistema sanzionatorio amministrativo e dell’immigrazione , è già stata sub commissario al Comune di Narni nel 1994.

Al Commissario sono stati conferiti i poteri spettanti al Consiglio, alla Giunta ed al Sindaco.

  Terni, 10 gennaio 2014

                                                                               L’ADDETTO STAMPA

                                                                                   (Rosiello)

Pubblicato il :

 Ast, cambio appalto per le pulizie industriali:positiva la mediazione del Prefetto Bellesini

Raggiunto l’accordo tra le parti. Bellesini: “Apprezzamento per la disponibilità a trovare una soluzione che tuteli tutti i soggetti in causa”
Si è concluso positivamente il tavolo istituzionale richiesto al Prefetto Gianfelice Bellesini per approfondire la vicenda legata al cambio appalto per le pulizie industriali all’interno dell’Acciaieria ternana, dove, dal 1° gennaio, alla veneziana Rigato è subentrata la ternana Iosa, aggiudicataria della nuova gara.

Ad esito di un approfondito esame iniziato nella mattinata di ieri, le parti hanno convenuto di dare avvio al confronto previsto dall’art.4 del C.C.N.L. per le imprese di pulizia, nel presupposto che l’Impresa Iosa Carlo si è dichiarata disponibile all’assunzione delle 23 unità precedentemente impegnate nel citato appalto -ridotto di circa il 35% del valore complessivo da parte della committente AST Terni - e a valutare, dopo l’esame dei criteri offerti dallo stesso art. 4, l’adozione degli strumenti di ammortizzazione sociale applicabili per l’eventuale eccedenza di personale.
Questo confronto inizierà il prossimo lunedì 13 gennaio presso la Direzione territoriale del lavoro di Terni, proseguendo, se necessario, il successivo 14 gennaio.

Il Prefetto Bellesini si è detto “ molto soddisfatto degli sforzi fatti per raggiungere l’intesa, ringraziando tutti i presenti della grande disponibilità dimostrata nel cercare soluzioni che, soprattutto nell’attuale, difficile congiuntura economica, vanno nell’interesse sia delle imprese che dei lavoratori ”.

All’incontro erano presenti la Ditta Iosa Carlo S.r.l di Terni assistita da Confindustria Umbria, Sezione territoriale di Terni, la FILCAMS CGIL, la FISASCAT CISL, la UILTUCS UIL e la R.S.U. della Ditta Rigato, cantiere AST di Terni, insieme alla Direzione territoriale del lavoro di Terni.

  Terni, 10 gennaio 2014 

                                                     L’ADDETTO STAMPA
                                                              (Rosiello)
 
Pubblicato il :

 
Torna su