Logo


Prefettura - Ufficio Territoriale del Governo di Terni

Comunicati Stampa

 

 27 gennaio, "Giorno della Memoria", autorità e studenti in Prefettura per la commemorazione

Il Prefetto Angela Pagliuca ha consegnato le medaglie d’onore e le onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”

 
“Non limitiamoci a celebrare una giornata all’anno, mettendo poi a riposare la nostra coscienza per il resto del tempo, ma facciamo in modo che il senso di questa giornata penetri nel nostro animo, lo tenga costantemente in allarme”. Con queste parole il neo Prefetto della provincia di Terni, Angela Pagliuca, ha introdotto la cerimonia svoltasi in Prefettura nel corso della mattinata, dedicata alla commemorazione della “Shoah” e di coloro che si opposero, pur in campi e schieramenti diversi, al progetto di sterminio, non esitando a salvare altre vite e a proteggere in condizioni difficili tutti i perseguitati, anche a rischio della propria vita.

Rivolgendosi soprattutto ai più giovani, il Prefetto ha sottolineato che “ non è solo il trascorrere del tempo a cancellare dalla memoria collettiva ciò che è stato vissuto. Ci sono coloro che negano, quelli che vogliono dimenticare e rimuovere e coloro ai quali, semplicemente, non interessa conoscere le storie passate, anche quelle più brutte, nella convinzione – o nella speranza – che occorre pensare all’oggi e al domani. Ma il male del mondo – ha proseguito - non è stato cancellato ed è sempre in agguato”.

E sono stati proprio i ragazzi, studenti di tre Licei cittadini, tra i protagonisti della cerimonia, nel corso della quale hanno presentato alcuni lavori sulla “Shoah”, a cominciare dalle riflessioni sul libro “La banalità del male” della filosofa Hannah Arendt, corrispondente del “The New Yorker” a Gerusalemme nel 1961 in occasione del processo a Adolf Eichmann, il principale pianificatore della deportazione degli ebrei nei campi di sterminio. Un libro pubblicato nel 1963 e che divenne subito famoso. Gli altri approfondimenti hanno riguardato  il processo di Norimberga, i ghetti e le testimonianze raccolte; illustrato anche il concerto del 26 gennaio a Palazzo Primavera.

Quindi, il Prefetto Pagliuca - nel ricordare che “il cosiddetto “secolo breve”, con tutti i suoi inauditi orrori e i suoi luminosi esempi di grandezza umana, sta perdendo uno a uno i testimoni diretti, coloro che hanno visto con i propri occhi, come se nella continuità del tempo si aprisse un crepaccio’” - ha consegnato le medaglie d’onore concesse dal Presidente della Repubblica ai cittadini, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra ed ai familiari dei deceduti.

La celebrazione del “Giorno della memoria” si è, quindi, conclusa con la consegna delle onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” agli insigniti della provincia, “ cittadini – ha detto il Prefetto - il cui esempio di sacrificio, di dedizione ed operosità deve essere motivo di riflessione e di stimolo a non farsi prendere dalla sfiducia e dalla rassegnazione, soprattutto per quanti - individui, famiglie, imprese - sono tuttora in grande difficoltà ”.

Hanno partecipato alla cerimonia il Vescovo della Diocesi di Terni-Narni-Amelia, padre Giuseppe Piemontese, il Sindaco di Terni nonché Presidente della Provincia, Leopoldo Di Girolamo, l’assessore alla cultura di Narni, Gianni Giombolini, il Sindaco di Amelia, Riccardo Maraga, il Sindaco di Montecastrilli, Fabio Angelucci, il Sindaco di Montecchio, Federico Gori - Comuni di residenza degli insigniti - il Questore, Carmine Belfiore, il Comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri, Giovanni Capasso, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, Vincenzo Volpe, il Comandante provinciale del Corpo forestale dello Stato, Gaetano Palescandolo, il rappresentante provinciale ANCRI Umbria (Associazione Nazionale Cavalieri al Merito della Repubblica Italiana), Vincenzo Ferrara, il prof. Mauro Esposito dell’Ufficio Scolastico Provinciale, i dirigenti scolastici e gli studenti di alcune classi dei Licei “F. Angeloni”, “G.C. Tacito” e “R. Donatelli” di Terni, accompagnati dai rispettivi professori.
 
Di seguito gli elenchi degli insigniti.

Terni, 27 gennaio 2016

                                                                            L’ADDETTO STAMPA
                                                                                   (Rosiello)
 
 
  
 
  
 
 
 
 
 
 
 
 
Pubblicato il 27/01/2016
Ultima modifica il 27/01/2016 alle 14:23:50

 27 gennaio, "Giorno della Memoria", autorità e studenti in Prefettura per la commemorazione

Il Prefetto Angela Pagliuca consegnerà le medaglie d’onore e le onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”

Il prossimo mercoledì 27 gennaio, il Prefetto, Angela Pagliuca, consegnerà la medaglia d’onore concessa dal Presidente della Repubblica ai cittadini, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra ed ai familiari dei deceduti, nonché le onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” agli insigniti della provincia.

La cerimonia avrà inizio alle ore 10.30, in Prefettura e si ricollega alle celebrazioni previste per il “Giorno della Memoria”, istituito con legge n. 211 del 20 luglio 2000 per ricordare la data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz (27 gennaio 1945) e commemorare la “Shoah” e tutti coloro che si opposero, pur in campi e schieramenti diversi, al progetto di sterminio, non esitando a salvare altre vite e a proteggere in condizioni difficili i perseguitati, anche a rischio della propria vita.

Parteciperanno all’evento, insieme ai Sindaci dei Comuni di residenza degli insigniti ed ai vertici delle locali forze di polizia, studenti del Liceo Classico Artistico “G.C. Tacito”, dello Scientifico “R. Donatelli” e dei Licei statali “F. Angeloni”, che illustreranno alcuni lavori realizzati per la ricorrenza.

Di seguito gli elenchi degli insigniti.

Terni, 25 gennaio 2016

                                                                              L’ADDETTO STAMPA
                                                                                     (Rosiello)

Pubblicato il 25/01/2016
Ultima modifica il 25/01/2016 alle 12:26:34

 Indicatori dell´economia ternana, on line il rapporto semestrale dell´Osservatorio provinciale istituito in Prefettura

Primi passi di un percorso di uscita dalla crisi economica nella sintesi statistica pubblicata con i contributi di Istat, Camera di Commercio, Provincia, I.N.P.S., DTL e Banca d’Italia. Un agile strumento informativo sull’andamento dell’economia locale, che integra i dati prodotti da amministrazioni e enti operanti sul territorio

L’andamento dell’economia ternana mostra alcuni segnali di ripresa che rappresentano i primi passi di un percorso di uscita dalla recente crisi economica; è quanto emerge dalle pagine del nuovo rapporto, aggiornato al 30 giugno 2015, dell’Osservatorio provinciale istituito in Prefettura ed al quale partecipano anche Istat, Camera di Commercio, Provincia di Terni, I.N.P.S. e Direzione territoriale del lavoro, con il contributo informativo della Banca d’Italia.

Continua la riduzione del numero delle imprese attive iscritte nei registri camerali, ma in misura più contenuta rispetto ai periodi precedenti. Come in passato, la flessione delle attività imprenditoriali interessa la manifattura e le costruzioni mentre è nei comparti dei servizi alle imprese e dell’assistenza socio-sanitaria che si concentra la crescita.

Nel commercio con l’estero, il primo semestre del 2015 segna una ripresa sia delle esportazioni che delle importazioni.

Il mercato del lavoro si mostra maggiormente dinamico rispetto al passato, con una crescita che riguarda sia gli occupati sia le persone in cerca di occupazione. L’andamento positivo è confermato dalla ripresa dei rapporti di lavoro attivati presso i centri per l’impiego, che interessa sia i lavoratori italiani sia, in misura minore, quelli stranieri.

Aumentano le ore autorizzate di cassa integrazione guadagni, soprattutto per quanto concerne gli interventi autorizzativi di cassa in deroga e, in forma minore, quelli attinenti alla cassa straordinaria.

Con riferimento al credito, il relativo mercato ha evidenziato segnali di ripresa nelle erogazioni a favore delle famiglie, a testimonianza, dopo un lungo periodo di flessione, di un mutamento delle aspettative che cominciano a essere caratterizzate da una maggiore fiducia. La qualità del credito è stabile, mentre il numero dei protesti è diminuito sia come consistenza che come valore.

Indicazioni positive anche dal settore turistico, caratterizzato da una ripresa degli arrivi e delle presenze negli esercizi ricettivi, soprattutto per quanto riguarda i clienti stranieri.

Questi alcuni degli indicatori evidenziati dalla pubblicazione che vuole essere uno strumento di ausilio nell’interpretazione e nella comprensione della realtà economica locale, offrendo una serie di informazioni oggettive, fornite dai principali uffici locali di statistica, integrate fra loro in una presentazione sintetica e agile per descrivere efficacemente le linee di evoluzione e di tendenza della situazione ternana.
 
Il documento – disponibile on line sui siti di tutti gli enti e le amministrazioni che partecipano all’Osservatorio – si propone anche come l’esempio di una significativa collaborazione interistituzionale che, attraverso la “messa a sistema” delle conoscenze e l’attivazione di costanti scambi informativi all’interno di una rete più ampia di soggetti e produttori statistici, aggiunge valore alle singole statistiche di ciascun ente, inserendole in una cornice più organica e completa.
 
“Ho appreso con grande soddisfazione di questa pubblicazione – spiega il Prefetto Angela Pagliuca – nella quale vengono integrati e coordinati in una cornice unitaria i patrimoni documentali e conoscitivi degli enti coinvolti per tentare di comprendere l’andamento e la direzione dell’economia ternana. Il rapporto, che ho letto con grande attenzione, può essere un utile strumento di lavoro e di consultazione per imprese, amministratori, decisori pubblici, in quanto è corroborato da dati e documenti ufficiali, verificati e attendibili che, insieme, assumono un valore aggiunto, rivelando nessi e collegamenti che da soli non sarebbero in grado di esprimere”.

Terni, 19 gennaio 2016    
                                                                                                                                                                L’ADDETTO STAMPA
                                                              (Rosiello)

Pubblicato il 19/01/2016
Ultima modifica il 19/01/2016 alle 15:42:22

 Si è insediato il nuovo Prefetto di Terni, Angela Pagliuca

"Lieta ed onorata di essere stata chiamata a servire lo Stato in questa provincia. Lavorare insieme per rafforzare la fiducia nelle Istituzioni"

Primi incontri e prese di contatto con la realtà umbra per il nuovo Prefetto di Terni, Angela Pagliuca, che stamattina si è insediata ufficialmente presso gli uffici di Viale della Stazione. 

Al suo arrivo, il Prefetto Pagliuca (proveniente da Fermo) è stata accolta dal benvenuto del Vice Prefetto Vicario, Andrea Gambassi, e degli altri dirigenti della Prefettura, con i quali ha già avuto un breve scambio informale di impressioni nella mattinata.

Questo pomeriggio incontrerà in Prefettura i vertici delle forze dell'ordine. Il calendario d'incontri proseguirà nei prossimi giorni con le Autorità ed i rappresentanti delle istituzioni locali.

"Sono lieta ed onorata di essere stata chiamata a servire lo Stato in questa provincia, con una forte vocazione sia turistica che industriale. - ha dichiarato il Prefetto - Il mio sincero auspicio è di lavorare insieme per rafforzare la fiducia nelle Istituzioni impegnate nella garanzia dei diritti civili, nel contrasto di qualsiasi forma di interferenza illecita nella vita individuale e nell'economia, nella promozione di condizioni di sempre maggiore tutela della pubblica incolumità, della sicurezza del lavoro e della coesione sociale." 

Terni, 11 gennaio 2016                                         L'ADDETTO STAMPA
                                                                                   (Rosiello)
 
 
Pubblicato il 11/01/2016
Ultima modifica il 22/07/2016 alle 13:52:51

 
Torna su